Padroneggiate nuove abilità in Horizon Forbidden West

0 0
Padroneggiate nuove abilità in Horizon Forbidden West

In questo secondo appuntamento con il blog degli sviluppatori, Guerrilla spiega tutto ciò che Aloy può fare per esplorare e sopravvivere.

L’open world di Horizon Zero Dawn è come un enorme parco giochi. Galoppate nella natura selvaggia in groppa al vostro fidato Ferrariete, ammirando gli scenari lussureggianti e i vibranti centri abitati. Datevi alla caccia e infiltratevi negli accampamenti dei banditi, eliminando furtivamente i nemici e impedendo loro di chiamare rinforzi. Oppure scalate le vette più alte per godervi panorami mozzafiato e svelare misteriosi segreti del mondo antico…

Anche Horizon Forbidden West, il seguito che prosegue l’entusiasmante avventura di Aloy, è stato progettato per garantire la massima libertà al giocatore. Non solo: il team di Guerrilla ha voluto offrire ancora più modi per esplorare e vivere il mondo di gioco.

Attenzione: questo articolo contiene alcuni spoiler su Horizon Zero Dawn e sulla sua trama.

Nel trailer del gameplay abbiamo visto Aloy usare alcuni nuovi strumenti nell’Ovest Proibito. “Usando Horizon Zero Dawn come base di partenza, abbiamo aggiunto nuovi modi di muoversi nel mondo di gioco,” afferma David McMullen, capo progettista sistemi di Guerrilla. “Aloy può arrampicarsi liberamente su ampi tratti di terreno roccioso; è possibile cavalcare un maggior numero di Macchine; gli appigli agganciabili con il rampino aumentano la verticalità degli scenari; la possibilità di nuotare apre una nuova dimensione dell’esplorazione; planando con l’alascudo si può ammirare dall’alto il mondo di Horizon Forbidden West in tutta la sua bellezza… oppure scendere in picchiata da altezze vertiginose!”

Prima di approfondire alcune di queste nuove meccaniche, David condivide qualche dettaglio sul processo di sviluppo, sulle conseguenti sfide e sul motivo per cui si è voluto infondere all’avventura di Aloy una libertà d’azione ancora maggiore rispetto al passato.

“Progettando questi nuovi sistemi di esplorazione, l’obiettivo è sempre stato quello di aumentare l’interazione dinamica con il mondo di gioco. Questo si traduce nella possibilità di manipolare o distruggere le ambientazioni con uno strumento come il rampino, o di aprire l’alascudo subito dopo essersi lanciati da un appiglio per sferrare un attacco dall’alto. È entusiasmante vedere le meccaniche classiche e quelle nuove interagire per garantire approcci vari e dinamici in ogni scenario.”

“Tutte queste nuove opzioni hanno implicato delle sfide in termini di progettazione dei livelli. Vogliamo che i giocatori ci stupiscano usando mosse o strumenti nuovi per superare le nostre sfide in modo intelligente e imprevedibile. Spesso questi enigmi ambientali hanno più soluzioni possibili: incoraggiamo i giocatori a sperimentare e a divertirsi con i nuovi strumenti. Offriamo un’ampia gamma di sfide che prescindono dallo stile di gioco, dal livello di abilità o dall’esperienza pregressa in Horizon Zero Dawn.”

Ovviamente, le nuove funzioni dell’hardware di PlayStation 5 hanno rappresentato un’altra sfida interessante. Sebbene Horizon Forbidden West sia stato sviluppato fin dall’inizio per PS4 e PS5, la versione per la console di nuova generazione godrà di alcuni benefici.

“Il controller wireless DualSense viene valorizzato in molte delle nostre meccaniche,” afferma David. “Sentiamo per esempio il raschiare di una cassa mentre la spingiamo, oppure la corda del rampino che si srotola rapidamente… con il grilletto adattivo che simula fedelmente il livello di tensione! Abbiamo anche aggiunto delle sensazioni tattili che aumentano sia il valore del gameplay, sia il coinvolgimento nel mondo di Aloy. Possono essere appena percettibili, come l’impressione di sentire il fruscio dell’erba quando ci nascondiamo nella vegetazione, oppure lo schiocco del grilletto adattivo quando l’arco raggiunge la sua massima tensione. Perfino l’assenza di tensione adattiva ha la funzione di comunicare la mancanza di munizioni.”

Esplorazione coinvolgente

La community di Horizon adora scoprire nuove aree e raggiungere i punti d’osservazione più alti, come si evince dalla grande quantità di immagini, video e ricordi delle loro avventure che condividono con noi! David conferma che questo livello di coinvolgimento durante l’esplorazione è stato un punto cardine per Guerrilla anche nello sviluppo del seguito.

“Il sistema di arrampicata libera di Horizon Forbidden West è una grande novità di cui siamo estremamente fieri: ci ha permesso di rendere scalabili ampie sezioni di terreno (almeno dove ha senso in chiave visiva e narrativa) in un modo che in Horizon Zero Dawn ci era precluso. Le superfici rocciose in queste aree sono scalabili liberamente senza dover ricorrere ad appigli tribali!”

“Un’altra aggiunta interessante è la meccanica che permette ad Aloy di scavalcare rapidamente determinati oggetti, a patto che siano dell’altezza giusta e che ci sia sufficiente spazio per superarli. Questo va a integrare l’arrampicata libera e l’alto numero di punti d’aggancio per il rampino, migliorando enormemente l’esperienza dell’esplorazione.”

Due novità viste nel trailer del gameplay di Horizon Forbidden West che hanno entusiasmato i fan, e lo stesso team di Guerrilla, sono gli strumenti già citati in precedenza: il rampino e l’alascudo. Questi renderanno Aloy ancora più agile non solo durante l’esplorazione, ma anche nelle inevitabili battaglie che l’attendono nell’Ovest Proibito.

“Il rampino è un congegno da portare sul polso e con due diverse funzioni,” spiega David. “La prima è una meccanica di aggancio pura e semplice, utile per spostarsi dinamicamente nello scenario di gioco, sia in orizzontale che in verticale, e all’occorrenza per sfuggire ai pericoli. Durante un volteggio, il giocatore può lanciarsi per afferrare una sporgenza più alta, scoccare una freccia, planare, attaccare dall’alto o sparare il rampino verso un altro punto d’aggancio.”

“La seconda funzione consente di usare il rampino come una sorta di argano per manipolare, spostare e distruggere gli elementi dello scenario. Per esempio possiamo tirare giù da una sporgenza una cassa nascosta, oppure agganciare una grata e staccarla per creare un nuovo passaggio.”

“L’alascudo è amatissimo dal nostro team. È di sicuro il modo più divertente per tornare a valle dopo un’epica scalata, e anche il più pittoresco! Questo strumento è essenziale in ambientazioni dalla spiccata verticalità, anche per evitare la noia di dover ripercorrere a ritroso la stessa via usata per salire.”

“Speriamo che i giocatori apprezzino questo livello di libertà, oltre alle nuove opzioni in termini di gameplay, combattimento ed esplorazione. L’alascudo si combina benissimo anche con altre meccaniche non strettamente legate ai combattimenti, come quelle che permettono di atterrare sulle cavalcature, di spostarsi tramite le teleferiche, di attaccare dall’alto e così via…”

Una frontiera maestosa ma pericolosa

Se da un lato esplorare e attraversare l’Ovest Proibito sembra più divertente che mai, è pur vero che questo mondo è pieno di pericoli, con molti nemici sconosciuti e nuove Macchine pronte a dare filo da torcere ad Aloy. È fondamentale disporre delle armi, delle munizioni e delle abilità giuste quando ci si imbatte in una base nemica, o peggio ancora in un Tremorzanna inferocito…

Come per gli strumenti per l’esplorazione, si è reso necessario sviluppare i combattimenti di Horizon Zero Dawn senza intaccare la libertà e la possibilità di scelta dei giocatori nel nostro open world. Con l’aggiunta di meccaniche di combattimento, tipi di nemici, varianti di armi e molte altre novità, i giocatori possono valutare facilmente una situazione di pericolo, decidere come affrontare la battaglia ed eventualmente cambiare tattica al volo.

Dennis Zopfi, capo progettista combattimenti di Guerrilla, racconta come il team abbia sviluppato questi aspetti in Horizon Forbidden West. “Il nostro lavoro si è focalizzato sulla maggiore possibilità di scelta da parte del giocatore e l’abbiamo applicata a tutto: combattimento corpo a corpo, armi, abiti, abilità e altre nuove meccaniche. Volevamo offrire più strumenti, più profondità, più interazione.”

“Un’assoluta novità di Horizon Forbidden West è il banco da lavoro, utile per potenziare e rinforzare armi e abiti. Questo consente di sbloccare specialità, slot per le mod e abilità, ma anche di personalizzare, concentrarsi su particolari resistenze e ottenere nuove capacità!”

Lo schema delle abilità è un altro strumento chiave per potenziare le abilità di Aloy. “In Horizon Zero Dawn bastava salire di livello per ottenere e sbloccare le abilità,” spiega Dennis. “Questo principio è valido anche nel seguito, ma abbiamo riprogettato da zero lo schema delle abilità aggiungendo opzioni e ramificazioni. In più, le abilità nello schema sono in sinergia con quelle già presenti sugli abiti o devono essere sbloccate tramite queste.”

Nel nostro precedente blog su Aloy abbiamo già parlato di come lo sviluppo del personaggio abbia coinvolto più di un team; quello dei combattimenti, in particolare, ha avuto un ruolo centrale nell’evoluzione di Aloy.

Dennis concorda: “Partiamo sempre da Aloy e da come vogliamo che il giocatore la percepisca durante il gioco. Nella fattispecie deve risultare intelligente, svelta, agile, precisa e intraprendente. Il nostro ruolo è tradurre queste caratteristiche in meccaniche di gioco. Ovviamente Horizon Zero Dawn aveva già gettato le basi di questo lavoro, perciò con Horizon Forbidden West abbiamo cercato di capire come mettere ancora più in risalto questi tratti o aggiungerne altri. I combattimenti prevedono meccaniche di gioco dirette, come gli attacchi ravvicinati e a distanza, e indirette, date per esempio da abilità, abiti, potenziamenti e tecniche arma. Per noi progettisti è una bella sfida lavorare dietro le quinte per far confluire tutti questi sistemi nel motore di gioco.”

Nuove armi e nuovi strumenti

Aloy non è stata l’unica a evolversi da Horizon Zero Dawn. L’Ovest Proibito è una frontiera maestosa e altrettanto pericolosa in cui Aloy affronterà molte misteriose minacce. Per Dennis e i team è stato essenziale dotarla delle armi e degli strumenti più adatti per gestire al meglio queste battaglie.

“Volevamo una maggiore integrazione tra combattimento ravvicinato e a distanza,” afferma Dennis. “Partendo dal presupposto che Aloy non ricorre mai alla forza bruta, ci servivano sistemi per rendere più fluido il passaggio tra attacchi ravvicinati e a distanza, in cui potesse usare l’arco con la massima precisione e chiudere lo scontro in grande stile. Un esempio è l’Esplosione risonante, che permette di caricare la lancia mettendo a segno degli attacchi in mischia e di rilasciare l’energia accumulata addosso ai nemici (umani o Macchine), da colpire successivamente con un proiettile per innescare un’esplosione devastante!”

“Poi abbiamo le Cariche valorose: nel gioco ce ne sono di 12 varietà diverse, e ognuna rappresenta e rafforza uno specifico approccio al gioco. Possono essere sbloccate e potenziate nello schema delle abilità investendo Punti Abilità. Ogni Carica valorosa ha tre livelli: maggiore è il livello, più tempo ci vuole per caricare ma più potente risulterà l’attacco.”

“Questo livello è rappresentato dalla barra viola che si è vista nel trailer del gameplay: colpendo i punti deboli dei nemici, rimuovendo componenti o eseguendo altre azioni spettacolari, si ottiene valore e la barra si riempie gradualmente. Nel video si vedeva Aloy attaccare un grosso guerriero Tenakth con lo Scoppio radiale.”

“Volevamo anche ricompensare i giocatori che non esitano a buttarsi nella mischia, perché sappiamo quanto sia pericoloso avvicinarsi ai nemici… soprattutto se sono Macchine! Con la giusta dose di abilità e coraggio si possono infliggere gravi danni grazie a queste nuove funzioni. L’importante è tenere sempre gli occhi aperti!”

Oltre a questo, occorre padroneggiare una nuova abilità di combattimento ora che alcune fazioni nemiche possono cavalcare le Macchine. Secondo Dennis, è necessario tenere d’occhio sia la Macchina sia il nemico che la cavalca.

“In Horizon Zero Dawn, accadeva di rado che Macchine e avversari umanoidi attaccassero Aloy in gruppo. Nuovi pericoli, nuove fazioni nemiche e nuove Macchine hanno cambiato il mondo in Horizon Forbidden West: ora che Macchine e umanoidi possono combattere insieme, Aloy e i giocatori avranno davvero pane per i loro denti.”

“Contro i cosiddetti cavalca-Macchine, bisogna adattarsi e decidere chi eliminare per primo, possibilmente nel modo più efficace. I nemici umani hanno armi, attacchi e abilità di cui le Macchine non dispongono e viceversa, quindi possono completarsi a vicenda in questo tipo di scontri. Non sarà affatto facile batterli!”

Nel trailer di gameplay abbiamo visto Aloy usare alcune nuove armi. Vecchie glorie come l’arco da caccia, l’arco di precisione e la fionda esplosiva saranno sempre presenti, ma questa volta l’arsenale sarà molto più vario.

“In Horizon Forbidden West abbiamo voluto infondere una personalità più forte a ciascuna arma, che risalta anche dal suo metodo di utilizzo,” afferma Dennis sorridendo. “Ogni arma ha pregi e difetti a seconda della situazione ideale di utilizzo.”

“Il Lancia-punte, per esempio, è una nuova e potentissima arma che, usata al momento giusto, rende più semplice colpire i bersagli di grandi dimensioni. Per infliggere danni elementali, come possono essere quelli da fuoco o adesivi, c’è sempre la fidata fionda esplosiva, e così via. Ogni arma può essere personalizzata con specialità, tipi di munizioni e slot per le bobine, anche se alcune devono essere potenziate prima di poter essere rese più forti.”

Un gameplay più libero e dinamico

Come hanno mostrato David e Dennis, la ricerca di una maggiore libertà esplorativa e decisionale per il giocatore è stata al centro dello sviluppo di Horizon Forbidden West:

“Ci sono molte altre aggiunte più sottili, ma non meno importanti, che rendono il gameplay più dinamico,” conclude David. “Giusto per fare qualche esempio: Aloy può saltare sulle pareti, balzare da una superficie scalabile, scavalcare e molto altro. Possono sembrare piccole cose, ma nell’insieme permettono di creare sfide ambientali più complesse e danno più opzioni al giocatore.”

Dennis conferma: “Abbiamo lavorato moltissimo per garantire più scelta e profondità ai giocatori. Siamo proprio curiosi di vedere come si avventureranno insieme ad Aloy nel misterioso Ovest Proibito sfruttando tutte queste nuove possibilità in termini di abilità, armi ed equipaggiamento. Ci siamo divertiti da pazzi a creare potenti e spettacolari combinazioni tutte da scoprire, e speriamo che i giocatori apprezzino il nostro gioco appena sarà sugli scaffali!”

Maggiori informazioni su Horizon Forbidden West sono disponibili qui. Vi diamo appuntamento al nostro prossimo blog degli sviluppatori.

Scoprite di più su Horizon Forbidden West

L’evoluzione di Aloy

14 minuti di nuovo gameplay per Horizon Forbidden West

La musica di Horizon Forbidden West: parlano i compositori