Il Blog Italiano di PlayStation

Il GDR d’azione Akiba’s Beat uscirà il 19 maggio per PS4 e PS Vita

3 0
Il GDR d’azione Akiba’s Beat uscirà il 19 maggio per PS4 e PS Vita

Percorri le strade di Akihabara e combatti in sotterranei surreali

Ecco finalmente Akiba’s Beat! Questo gioco ha generato parecchia confusione e abbiamo ricevuto un sacco di domande, perciò eccomi qui per chiarire ogni dubbio e darvi tutte le informazioni che desiderate. O almeno ci provo! (immaginatemi con la tipica espressione in stile anime con una mano dietro la testa e le guance arrossate)

Prima di tutto, parliamo della data di uscita! Ora ne abbiamo una: il gioco uscirà venerdì 19 maggio in Europa per PS4 e PS Vita in edizione fisica e digitale.

Se avete intenzione di comprare la versione su disco, assicuratevi di contattare il vostro rivenditore di fiducia e di effettuare il pre-ordine, perché così facendo riceverete Pinkun, la tenera (?) mascotte del gioco in versione peluche (solo nei negozi aderenti e fino a esaurimento scorte). Lo sappiamo che non vedete l’ora che quella bizzarra faccetta sorridente vi svegli nel cuore della notte insultandovi e provandoci con la vostra cameriera!

Un’altra domanda che abbiamo ricevuto spesso è: “Come si ricollega la storia di questo gioco a quella di Akiba’s Trip: Undead & Undressed, il precedente titolo di XSEED ambientato ad Akiba?”. La risposta è… non si collega proprio!

Akiba's Beat

…Non del tutto, perlomeno. Il gioco è sviluppato dallo stesso studio, Acquire, e ha la stessa ambientazione, ma tutto il resto è completamente nuovo: la storia, i personaggi, lo stile di gioco e persino il tono!

Per chi non lo conoscesse (o non lo capisse dal titolo), Akiba’s Trip: Undead & Undressed è un picchiaduro a tinte osé uscito nel 2014, in cui i giocatori devono svestire dei vampiri in modo da farli bruciare alla luce del sole. Il titolo si è guadagnato una meritatissima classificazione PEGI 16 in Europa ed è un fantastico gioco dotato di un senso dell’umorismo pungente e una buona dose di ironia in stile giapponese. (è tuttora disponibile per PS4, PS3 e PS Vita, non lasciatevelo sfuggire!)

Akiba’s Beat, al contrario, è un GDR d’azione (quasi) del tutto casto che catapulta i giocatori in sotterranei dalle tinte surreali, per affrontare mostri in combattimenti all’ultimo sangue. Ha una storia più lunga e complessa, un cast più ampio di personaggi tutti nuovi, un sistema di combattimento più profondo, un senso dell’umorismo più sottile (la satira sociale è sempre presente, ma è meno diretta), ma soprattutto non c’è nessuno da svestire. Nessuno! Questo titolo ha ottenuto la classificazione europea PEGI 12 ed è decisamente meno spinto del suo predecessore.

Akiba's Beat Akiba's BeatAkiba's Beat

Ma questo ha poca importanza: nonostante la mancanza di nudità, questo gioco offre un’avvincente storia del mistero in cui i protagonisti, adolescenti del nuovo millennio, cercano di comprendere il mondo d’oggi. L’ambientazione è il quartiere Akihabara di Tokyo, soprannominato “città elettrica”, noto di questi tempi per l’abbondanza di negozi di videogiochi e anime, maid café, sale giochi, rivenditori di articoli usati e negozi specializzati in elettronica.

I personaggi, come potete immaginare, sono un mix delle tipiche personalità che potreste incontrare in un luogo del genere: un nerd disoccupato che non vuole assumersi le sue responsabilità, uno straniero dall’aria distaccata, una idol esordiente dall’indole positiva, uno scrittore di fanfiction emo che se la tira molto, una “gothic lolita” proveniente da una famiglia privilegiata, un ex programmatore stanco del mondo e privo di fiducia in sé… e infine l’elemento fondamentale di ogni anime che si rispetti: l’amico d’infanzia con problemi di cuore (stavolta in versione maschile).

Ah, ed è tutto doppiato. Proprio TUTTO. Tutte le 22.000 battute pronunciate da più di 180 personaggi saranno disponibili sia in inglese che in giapponese.

E il cast di doppiatori inglesi comprende talenti del calibro di Chris Patton, Erica Mendez, Tia Ballard, Robbie Daymond, Cherami Leigh, Ed Bosco, Ray Chase, Mick Wingert, Cristina Vee, Todd Haberkorn, nonché Brittney Karbowski, per la prima volta in un videogioco nel ruolo della mascotte Pinkun. E questi sono solo alcuni tra i tanti talentuosi doppiatori!

Sì, è proprio un gioco bello grosso e ci stiamo impegnando al massimo per assicurarci che i vostri soldi siano ben spesi, qualora decideste di acquistarlo. Perciò effettuate subito il pre-ordine! Le strade di Akihabara vi attendono…

I commenti sono chiusi.

3 Commenti

  • “Talentuosi doppiatori”? Sarà, ma io non ne conosco mezzo di questi nomi XD
    Comunque meglio Akiba’s Trip, decisamente…

    • @Foli: Akiba’s Trip devo ancora recuperarlo, ma ti dirò che questo mi intriga parecchio di più (la paura, come al solito, è in un prezzo esorbitante). I doppiatori comunque sono quasi tutti storiche voci americane di anime e compagnia danzante.

    • @elfo: grazie per l’info sui doppiatori. Si vede che non sono un gran conoscitore del mondo anime 🙂