Il GdR strategico Valkyria Revolution schiera le truppe in Europa il 30 giugno, su PS4 e PS Vita.

2 0
Il GdR strategico Valkyria Revolution schiera le truppe in Europa il 30 giugno, su PS4 e PS Vita.

Il nuovo capitolo aggiorna la formula della serie Valkyria con molte novità.

Sull’attenti, soldati! Sfoderate le vostre facce da guerra (inserire l’obbligatorio: “E quella me la chiami una faccia da guerra?!”) e preparatevi alla battaglia, perché Valkyria Revolution sbarcherà in Europa il 30 giugno, su PlayStation 4 e PS Vita! Il nostro post precedente sul blog spiegava come questo titolo rappresenti una vera e propria rivoluzione rispetto ai precedenti capitoli di Valkyria, ma lasciate che vi rinfreschi la memoria prima di lanciarvi di nuovo a testa bassa nella mischia.

Per iniziare, Valkyria Revolution non è un sequel della serie Valkyria Chronicle: sarebbe più corretto considerarlo uno spin-off. Il gioco si svolge in una linea temporale, un continente e un universo completamente diversi rispetto ai titoli precedenti, ma ne conserva elementi familiari, quali il prezioso minerale ragnite e gli esseri leggendari noti come Valkyria. Inoltre, piuttosto che ispirarsi alla seconda guerra mondiale, questo episodio trae spunto dal periodo della rivoluzione industriale in Europa e si concentra su una guerra di liberazione che vede opposte due nazioni molto diverse l’una dall’altra.

Valkyria Revolution

Ciò detto, la principale differenza è rappresentata probabilmente dal sistema di combattimento. Lo svolgimento a turni è stato infatti sostituito da battaglie più dinamiche, ma non meno strategiche. Questo sistema di combattimento ibrido combina gli aspetti tattici, come la gestione dell’equipaggiamento e del comportamento della squadra, con gli scontri in tempo reale, creando momenti di grande intensità sul campo di battaglia.

Essenzialmente, Valkyria Revolution è una storia di guerra molto umana. Il piccolo regno indipendente di Jutland sta soffocando a causa dell’embargo economico imposto dal tirannico Impero Ruzi, e deve purtroppo ricorrere alla guerra per liberare sé stesso e le terre vicine dall’oppressione imperialista.

C’è tuttavia un piccolissimo problema: l’Impero Ruzi dispone di un Valkyria. Avete presente un’incarnazione vivente della morte, sotto forma di semidivinità? Esatto, per questo la situazione non volge esattamente al meglio per i soldati di Jutland. Ed è proprio qui che entra in gioco la Vanargand.

Valkyria Revolution

Questa squadra d’élite, composta da combattenti con affinità per la ragnite, è stata formata con l’unico obiettivo di annientare senza alcuna pietà la Valkyria di Ruzi. Guidati da un professionista consumato come il capitano Amleth Gronkaer, e galvanizzati dalla personalità carismatica della principessa Ophelia di Jutland, sono pronti a ribaltare le sorti della guerra nel nome della libertà. Eppure Amleth nasconde un terribile segreto. È un alleato o un nemico della nazione che ha giurato di proteggere?

Abbiamo un’ultima sorpresa. I soldati più leali vengono sempre premiati per il proprio servizio, e per questo i nostri compagni d’arme europei che preordineranno o riusciranno ad accaparrarsi una copia di lancio in edizione limitata riceveranno anche la colonna sonora del gioco, che include 12 tracce composte dall’estremamente talentuoso Yasunori Mitsuda (Chrono Trigger, Stella Glow). Le scorte sono limitate, per cui non indugiate a procurarvene una copia!

Valkyria Revolution sarà disponibile sia in formato fisico sia in digitale su PlayStation 4, e soltanto in digitale su PlayStation Vita. Visitate il nostro sito per ulteriori dettagli. E che la sorte sia con voi, soldati.

 

I commenti sono chiusi.

2 Commenti

  • Investigaelfo

    Ennesimo titolo interessantissimo di un’annata playstation a dir poco memorabile (e non siamo manco a aprile).

  • Valkyria è una saga sottovalutata. Artisticamente merita encomi a non finire e il gameplay è ben congeniato. Avevo provato la demo del primo Valkyria Chronicles (PS3). Ah dimenticavo, anche il contesto fantasy-storico è intrigante.
    Questo nuovo episodio riporta in auge la serie cercando di ampliare la fan-base: vedremo se sarà realmente una “rivoluzione”…