Horizon Zero Dawn, direttamente dall’evento di presentazione di Amsterdam

0 0
Horizon Zero Dawn, direttamente dall’evento di presentazione di Amsterdam

Seguiamo la nostra Aloy tra creature meccanizzate, strumenti tribali e scenografie post-post-apocalittiche

Goedemorgen carissimi gamer,

siamo ad Amsterdam, nella patria di Van Gogh, delle biciclette e di… Guerrilla Games! Il motivo del nostro viaggio è proprio Horizon Zero Dawn, il titolo che gli sviluppatori di Guerrilla si preparano a lanciare il 1º marzo 2017.

Se già non vedevamo l’ora di conoscere Aloy e il suo mondo post-post-apocalittico, dopo la serata di ieri l’attesa è diventata incontenibile.

PlayStation e Guerrilla Games hanno scelto come location per l’evento di presentazione del gioco una ex fabbrica di zucchero: la Sugar City. Coi suoi capannoni ormai dismessi e la sua atmosfera suggestiva e decadente, Sugar City è stata lo scenario perfetto per darci un piccolo assaggio dal mondo della guerriera Aloy, con una distesa di piante a divorare parte dell’ambiente, la colonna sonora del gioco diffusa dagli altoparlanti e un sofisticato gioco di luci e completare il quadro.

Appena siamo entrati, è partita una trascinante musica tribale, suonata dal vivo da una decina di percussionisti su giganteschi tamburi rudimentali, mentre una cantante ha eseguito dal vivo con dei vocalizzi bellissimi la colonna sonora del gioco.

Ha fatto poi la sua apparizione il Watcher, una delle macchine che popolerà l’universo di Horizon Zero Dawn. Con la sua mole imponente, sembrava una sorta di dinosauro post-industriale, creato con pezzi di lamiera e parti meccaniche saldate tra loro e uno scanner luminoso posto all’estremità del lungo collo, con cui spesso restava a fissarci dritto negli occhi.

Dopo la nostra incursione nel mondo dei Cosplayer italiani (di cui vi abbiamo parlato qui), abbiamo voluto con noi Nadia SK. La cosplayer gamer ha realizzato con una pazzesca cura dei dettagli il Cosplay di Aloy, interpretando il personaggio durante tutta la serata, tra giornalisti, influencer e youtuber provenienti da tutti i territori europei, e con gli sviluppatori e gli art director di Guerrilla Games felici di accoglierla con un paterno “ti abbiamo disegnata noi”.

Vi lasciamo con le immagini che abbiamo raccolto durante la serata e vi invitiamo a continuare a seguirci per il reportage completo dell’evento.