Com’è stato creato il capitolo della sirenetta in NieR Replicant ver.1.22474487139…

0 0
Com’è stato creato il capitolo della sirenetta in NieR Replicant ver.1.22474487139…

Yoko Taro ci accompagna nel mondo in costante espansione di NieR e ci racconta come ha trasformato il personaggio di una fiaba in un nemico del gioco

Il mondo di NieR è bizzarro e meraviglioso. Nato da quello che inizialmente era stato pensato come un finale ironico di Drakengard (il titolo per PlayStation 2 del 2003), l’intricato universo narrativo di NieR viene raccontato attraverso vari mezzi, tra cui guide cartacee, racconti brevi, concerti e perfino spettacoli teatrali. Il capitolo della sirenetta, una delle nuove aggiunte presenti nella versione aggiornata di NieR Replicant ver.1.22474487139 è uno di questi mezzi, inizialmente concepito come novella per la guida ufficiale del gioco originale. In questa nuova aggiunta al gioco, seguiamo la storia di una ragazza bloccata su un relitto, un capitolo malinconico scritto meravigliosamente che termina con una battaglia mozzafiato e piena d’azione contro un boss.

Come sempre affascinati dall’abilità narrativa di Yoko Taro, abbiamo avuto l’opportunità di fare all’autore qualche domanda su questo capitolo e sul suo approccio alla storia della serie NieR…

Il capitolo della sirenetta richiama alla memoria la novella con lo stesso tema in Grimoire NieR. Si tratta per caso di una storia pensata per il gioco originale del 2010? Puoi dirci qualcosa del processo creativo che ha portato alla stesura della trama?

Yoko Taro: Ebbene sì, avevamo in programma di includere il capitolo nel gioco originale. Tuttavia, a causa di limiti nel budget, non abbiamo potuto farlo. Riguardo alla novella, ho pensato che, dal momento che avevo investito del tempo a inventarmi quell’idea, tanto valeva inserirla come contenuto bonus nel concept book. E poi, a differenza dei giochi, per le storie non è necessario pensare al budget. Così, l’ho scritta senza pensarci troppo. Non avevo idea che dieci anni dopo sarebbe diventata un gioco.

Che la storia della sirenetta fosse originariamente pensata come parte del gioco o come novella, come si trasforma un racconto in gameplay o viceversa?

I racconti e i giochi sono opere dalle caratteristiche diverse. In una storia, per esempio, tutto ciò che non è scritto esplicitamente viene lasciato all’immaginazione, mentre in un gioco tutto è visibile, perciò abbiamo dovuto raffigurare cose come “quando il personaggio A sta portando avanti la conversazione, cosa fa il personaggio B?”, il che richiede risorse aggiuntive.

Questa volta, poiché si trattava di una parte del gioco scartata che è stata trasformata in novella e poi finalmente implementata in un titolo successivo, la transizione è stata relativamente agevole. Tuttavia, in generale, il processo di trasformazione “da storia a gioco” tende a essere più complesso piuttosto che da “gioco a storia”.

O perlomeno è il genere di sforzo a cui il nostro direttore dello sviluppo, il signor Saki Ito, ha dovuto sottoporsi, mentre io sgranocchiavo snack e mi facevo un pisolino.

Ci sono altre novelle in Grimoire NieR, perché hai scelto di includere proprio la storia della sirenetta?

Innanzitutto, perché le altre novelle non erano pensate per essere incluse nel gioco originale.

L’altro episodio aggiuntivo, “Il mondo perduto”, è stato originariamente creato come “piano di riserva nel caso in cui Square Enix avesse scartato la mia idea di eliminare i salvataggi dei giocatori” (ma, all’epoca, l’idea non è stata scartata, perciò non l’abbiamo incluso nella versione precedente. E in ver.1.22… il produttore Yosuke Saito mi ha detto “questo è stato scritto per i fan, quindi inseriamolo”. Sono uno schiavo del capitalismo, perciò non ho discusso e ho fatto come mi è stato detto).

Dall’idea iniziale alla sua applicazione nelle fasi più concitate della battaglia contro il boss, come hai pensato la musica di questo particolare segmento?

Fin dalle prime fasi dello sviluppo di NieR, ho pensato: “Voglio realizzare un gioco in cui la musica sia molto importante”, perciò ho chiesto al mio amico Keiichi Okabe di comporre i vari brani. È un compositore avido, ma al tempo stesso è un fantastico artigiano che fa qualsiasi cosa, se viene pagato a sufficienza.

Riguardo alla modalità delle mie richieste, gli condividevo dei video di YouTube e gli dicevo: “Per favore, componi una canzone come questa”. Mi scuso se non è particolarmente magico.

Per “la sirenetta”, ho chiesto a un membro junior della squadra scenari di NieR, il signor Wada, di selezionare la canzone da YouTube. Credo che sia venuta bene. A proposito, il soprannome del signor Wada è “mondo gentile”.

A parte le novelle di Grimoire NieR, hai anche creato vari spettacoli teatrali, crossover con altri giochi e altre storie per media diversi, la maggior parte delle quali hai confermato essere canoniche. In generale, come affronti l’espansione del mondo di NieR in altri media?

Cerco di non considerare l’universo narrativo di NieR in modo troppo rigido. Abbiamo dichiarato pubblicamente che il mondo di NieR è un universo multidimensionale e credo che la storia e i personaggi debbano adattarsi in modo appropriato a ogni forma artistica. Ciò che è più importante è l’esperienza del giocatore, non la coerenza interna dell’universo narrativo. Oh, ho appena detto qualcosa di molto bello, puoi scriverlo in grassetto? Cosa? Sì, quando ho detto: “Ciò che è più importante è l’esperienza del giocatore.” Grazie mille.

Gran parte della tua ispirazione sembra provenire dalle vecchie fiabe. C’è qualcosa di specifico in esse che ti attrae?

Per NieR Replicant, l’idea iniziale era “una storia di cattivi delle fiabe (già esistenti)”. Forse è ancora un residuo di quell’idea. SINoALICE è nato quando il produttore ha detto: “Voglio che Alice sia un tema in questa storia”.

Sono desolato, forse per quest’intervista avrei dovuto dare risposte più raffinate e più attinenti alla mia visione artistica! Se così fosse, l’autore dell’articolo di PS Blog potrebbe cortesemente modificare il testo con parole più difficili… come, che so, “la tragedia vista attraverso Shakespeare” o “la dipendenza dall’esistenzialismo”, qualcosa che mi faccia sembrare un creatore di contenuti più raffinato e intelligente? Grazie mille.


NieR Replicant ver.1.22474487139 fa attualmente parte della promozione Offerte di fine anno di PlayStation Store fino all’8 gennaio. Scoprite di più qui.

Nota dell’editor: le risposte raffinate e intelligenti del creatore Yoko Taro non sono state alterate.