Axiom Verge 2: rivoluzionare una formula vincente

0 0
Axiom Verge 2: rivoluzionare una formula vincente

Axiom Verge 2 introduce una meccanica di esplorazione unica nel suo genere

Ormai è un cliché affermare che creare giochi è un compito arduo. È ovvio che sia così. E ancor di più lo è creare un gioco interamente da soli. Ma sai cos’è davvero difficile? Mantenere la propria concentrazione e passione su un unico progetto per anni e anni.

Come ho già detto innumerevoli volte, Axiom Verge è al contempo il mio hobby e il mio lavoro. Mi consente di sbarcare il lunario, ma sono fortunato perché è anche ciò che farei se non ci guadagnassi da vivere. Tuttavia, per continuare in questo modo, ho dovuto superare i confini della mia stessa creazione. Sarebbe stato difficile, per me, ravvivare la passione per lo sviluppo di videogiochi se avessi semplicemente creato un nuovo layout della mappa e nuove armi per Axiom Verge per poi chiamarlo “sequel”.

Axiom Verge 2: rivoluzionare una formula vincente

Così ho deciso di spingermi oltre e provare a realizzare qualcosa di ambizioso. In passato ho parlato un po’ di alcune delle sfide tecniche legate alla realizzazione di Axiom Verge 2, in particolare del terreno in pendenza simile alla Terra e dei nemici intelligenti, ma finora non avevo mai svelato la sfida più grande e peculiare di Axiom Verge 2

Ecco il grande annuncio: Axiom Verge 2 è due mondi in uno. Dietro la mappa del mondo superiore che ho mostrato per tutto questo tempo esiste un altro mondo della breccia interconnesso, in una dimensione alternativa. Ne ho lasciato qualche indizio in un primo trailer, in cui il drone attraversa un misterioso portale, ma ho mantenuto il segreto a lungo.

Quindi, per cominciare, cos’è la breccia? Se hai giocato ad Axiom Verge 1, potresti ricordare una sequenza con questa immagine:

La breccia, a destra, è una regione dello spazio, a lungo considerata invalicabile, che ha inizialmente mantenuto al sicuro gli abitanti di Sudra dall’universo esterno. [Allarme piccolo spoiler in arrivo!] In Axiom Verge, qualcuno di nome Athetos è riuscito ad attraversare la breccia e a utilizzare un attrattore per intrappolare Sudra. E da qui, iniziano le peripezie.

Ho deciso di includere la breccia in Axiom Verge 2 intorno al 2016. Ci è voluto un po’ di tempo prima che l’idea dei due mondi prendesse forma. All’inizio pensavo di tenere una sola porzione di terreno sopraelevata rispetto all’altra.  Dopo aver preso in considerazione diverse idee, ho deciso che trattare la breccia come una dimensione aggiuntiva avrebbe potuto dare vita a un’ampia gamma di possibilità per l’esplorazione non lineare.

In Axiom Verge 2 avrai la possibilità di entrare e uscire dalla breccia e scoprire in che modo questo mondo è connesso all’altro. Nella breccia si possono trovare segreti esclusivi e, al contempo, alcuni luoghi del mondo superiore possono essere raggiunti solo attraverso un percorso che attraversa la breccia, e viceversa.

A colpo d’occhio, l’area della breccia è molto diversa da quella del mondo superiore:

Avendo origini aliene, la breccia ha più punti in comune con Sudra che con la Terra. Presenta riquadri più decisi e ha un aspetto completamente diverso. I nemici sono più organici che robotici, ma al contempo del tutto alieni. In qualche modo, si tratta di due giochi in uno,

che è già abbastanza impegnativo di per sé, ma è l’interazione tra i due mondi che rende il tutto coerente. Se si fosse trattato solo di due grafiche diverse, con alcune aree in stile “breccia” e altre in stile “mondo superiore”, non sarebbe stato particolarmente interessante. Ciò che è intrigante, almeno per me, è utilizzare uno mondo per esplorare l’altro.

Per ogni area della breccia c’è un punto corrispondente nel mondo superiore. I punti di ingresso e di uscita dalla breccia e dal mondo superiore dovevano essere attentamente allineati, affinché i giocatori non rimanessero intrappolati e fosse possibile raggiungere qualsiasi luogo in cui si volesse andare. Elaborare un sistema di mappe a tale scopo ha letteralmente aggiunto una dimensione in più al design del gioco.

Se approfondissi ulteriormente il modo in cui la breccia e il mondo superiore interagiscono sconfinerei nello spoiler. Non voglio rovinarti il divertimento di scoprire i segreti di Axiom Verge 2, quindi mi fermerò qui. Sappi solo che il gioco sarà disponibile prima ancora che tu te ne accorga e in un batter d’occhio salterai tra le dimensioni.