Ecco come un webcomic è diventato un anime che a sua volta è diventato il gioco di combattimenti per PS4 One Punch Man: A Hero Nobody Knows

0 0
Ecco come un webcomic è diventato un anime che a sua volta è diventato il gioco di combattimenti per PS4 One Punch Man: A Hero Nobody Knows

Saitama arriverà su PS4 il 28 febbraio e i creatori dell’anime e del gioco raccontano il fascino di questo eroe e come abbiano trasportato i suoi poteri in un videogioco

Nel gioco di combattimenti per PS4 One Punch Man: A Hero Nobody Knows, ormai prossimo all’uscita, i giocatori potranno provare le abilità di Saitama, ovvero One Punch Man, e anche scoprire la storia con il loro eroe personalizzato.

In vista del lancio del gioco, il 28 febbraio, abbiamo fatto due chiacchiere con il produttore dell’anime Chinatsu Matsui e con quello del gioco Yahata Yasuhiro, per scoprire qualcosa di più su ciò che rende One Punch Man così speciale.

L’anime

Come mai hai deciso di rendere One-Punch Man un anime? Quali sono le principali qualità di questa serie?

CM: Il concetto dell’uomo più forte del mondo è sempre piaciuto a tutti, e ho pensato che le persone avrebbero apprezzato Saitama e avrebbero provato empatia nei suoi confronti perché è un ragazzo normale. Inoltre, volevo davvero vedere in movimento i fantastici disegni di Yusuke Murata, in particolare le scene d’azione, così ho deciso di produrre l’anime. Nonostante l’ambientazione e la trama siano molto semplici, la storia si rapporta anche ad argomenti complessi, come la definizione della giustizia, e approfondisce molto i personaggi e il loro passato. Una delle sue migliori qualità sta proprio nel fatto che è semplice da capire, ma al tempo stesso profondo e capace di far riflettere.

One Punch Man: A Hero Nobody Knows on PS4

Quali sono i fattori che hanno contribuito al grande successo di One-Punch Man?

CM: Come ho già detto, una parte del fascino di Saitama sta nel fatto che, pur essendo l’eroe più forte del mondo, è anche normalissimo; questo non si vede nei moderni supereroi. Un altro interessante fattore è l’umorismo unico di ONE, che viene fuori anche nei momenti più seri.

One Punch Man: A Hero Nobody Knows on PS4

Come pensi che si evolverà One-Punch Man nel futuro?

CM: Finché il manga continuerà ad andare avanti, vorrei continuare a produrre anche l’anime. Ha già ottenuto una grande popolarità internazionale, ma voglio davvero impegnarmi perché venga conosciuto e apprezzato da molte altre persone.

L’anime e il gioco

Per chi non fosse familiare con questo universo, quali sono i fattori che rendono One-Punch Man: A Hero Nobody Knows accessibile a tutti?

CM: Non riesco a immaginare cosa si possa provare a controllare Saitama, l’uomo più forte del mondo, quindi credo che questa idea incuriosirà molte persone. Questo, e anche il fatto che i giocatori potranno esplorare il mondo di One Punch Man con un eroe originale.

One Punch Man: A Hero Nobody Knows on PS4

Quali aspettative avevi, quando è stata presa la decisione di realizzare un gioco di combattimenti dedicato a One-Punch Man?

CM: Fin dall’inizio, abbiamo ricevuto la proposta di permettere a Saitama di eliminare gli avversari con un pugno solo; non vedevo l’ora di scoprire quanto sarebbe stato divertente farlo.

Quale messaggio vorresti dare alla community di One-Punch Man riguardo al gioco in arrivo?

CM: Il gioco vi farà sentire come se foste entrati nel mondo di One Punch Man, quindi vi suggerisco di provarlo.

Il gioco

Quali elementi dell’universo di One-Punch Man ti hanno fatto desiderare di farlo diventare un videogioco?


Yahata Yasuhiro: Amavo l’idea di entrare nel mondo di One Punch Man, con tutti i suoi incredibili personaggi e le battute incessanti, e farlo diventare un videogioco; io e il resto del team ci siamo divertiti un sacco a svilupparlo.

How Come vi siete avvicinati al gameplay di Saitama? È stato difficile bilanciare correttamente il gioco?

YY:Abbiamo davvero lavorato sodo per trovare un modo per trasmettere l’immenso potere di Saitama, l’eroe più forte del mondo.

Dopo molti tentativi ed errori, siamo riusciti a veicolare la sua forza nella modalità storia, bilanciandone meglio il livello per il PVP. Non è certo il solito modo per bilanciare un gioco di combattimenti!

Abbiamo anche una modalità in cui i giocatori possono affrontarsi con Saitama al massimo della sua forza.

One Punch Man: A Hero Nobody Knows on PS4

Pensi che permettere ai giocatori di creare il proprio personaggio nell’universo di One Punch Man fosse necessario?

YY: Come potevamo non farlo? Quando abbiamo iniziato lo sviluppo, abbiamo considerato l’idea di avere come protagonista Saitama. Però lui può sconfiggere chiunque con un pugno solo, quindi, invece, abbiamo pensato a un personaggio personalizzabile che il giocatore avrebbe usato per immergersi nel mondo di One Punch Man.

One Punch Man: A Hero Nobody Knows on PS4

È stato difficile trasformare One Punch Man in un gioco di combattimenti?

YY: Poiché nell’anime ci sono tante scene di combattimento di alta qualità, abbiamo cercato di puntare proprio a quel livello di qualità. Inoltre, ci siamo impegnati per trovare il modo migliore di includere Saitama, l’eroe più forte di tutti, in un gioco di combattimenti.

È stato difficile trasformare One Punch Man in un gioco, pensando a personaggi come King?

YY: King è un Eroe di Classe S molto rispettato dagli altri eroi, sebbene non abbia vere capacità di combattimento; ma questo lo sanno soltanto lui e Saitama. Questo lo ha reso difficile da includere nel gioco almeno quanto Saitama. Dopo molte considerazioni, siamo riusciti a inserirlo considerandolo efficace contro tutti tranne che contro Saitama

One Punch Man: A Hero Nobody Knows on PS4

Cosa ti rende particolarmente orgoglioso di questo gioco?

YY: Sono orgoglioso della qualità dei modelli dei personaggi. Yusuke Murata, che era a capo del team incaricato di adattare i personaggi del manga all’anime, ha supervisionato il processo. È per questo che i modelli del gioco sono simili, per qualità, a quelli dell’anime.

Hai qualche aneddoto divertente che riguarda la produzione del gioco?

YY: Il sistema di Hero Arrival, in cui i personaggi giocabili arrivano tardi, è nato dal tentativo di capire come creare un gioco di combattimenti in cui usare Saitama avrebbe garantito la vittoria.
Fin dall’inizio, abbiamo anche pensato di introdurre un sistema di “costo” nella selezione dei personaggi.

Chi è il tuo personaggio preferito?

YY: Sono un fan di Mumen Rider. È stupendo che sia consapevole della sua debolezza, ma comunque non abbia paura di affrontare un nemico che non può battere

One Punch Man: A Hero Nobody Knows on PS4

Come ti sei avvicinato allo scenario del gioco, considerando la progressione dell’anime?

YY: Abbiamo iniziato a lavorare al progetto con l’obiettivo di adattare la prima stagione dell’anime, quindi non ci preoccupava tanto la progressione della storia, quanto più che altro l’idea di rendere la storia interessante per chi già la conosceva.

Poiché il personaggio del giocatore affronta dei mostri prima che Saitama li sconfigga, credo che l’esperienza sia differente dalla visione dell’anime.

One Punch Man: A Hero Nobody Knows on PS4

One Punch Man: A Hero Nobody Knows uscirà il 28 febbraio, restate sintonizzati per maggiori informazioni prima dell’uscita.