Pubblicato il

Alla scoperta di Trails of Cold Steel III, JRPG in uscita su PS4

Toshihiro Kondo, presidente Falcom e produttore/co-creatore di Trails, racconta il terzo episodio dell'acclamata serie di JRPG.

L’attesa è terminata! Trails of Cold Steel III è finalmente disponibile! Toshihiro Kondo, presidente di Nihon Falcom e produttore/co-creatore della serie Trails, in questa intervista esclusiva racconta lo sviluppo della storia, illustra il design dei combattimenti e dispensa consigli per chi vuole approcciarsi a Trails of Cold Steel.

Dal punto di vista narrativo, cosa accade nel mondo di Trails of Cold Steel III?

Il gioco è ambientato nell’Impero Ereboniano, che sotto la guida del cancelliere Osborne ha iniziato a esercitare una pressione sempre maggiore sugli altri paesi. In termini di relazioni internazionali, i rapporti sono estremamente tesi. È in questo clima di incertezza che Rean Schwarzer inizia la sua carriera di istruttore dell’accademia militare.

Quale messaggio volete comunicare ai giocatori con questa storia? Quali sono le sensazioni che volete veicolare?

Vogliamo che il giocatore si senta parte della vita di questo giovane uomo, nel contesto di un periodo storico complicato, in cui la gente comincia a perdere la speranza. Nonostante tutto, lui riesce a conservare il controllo e a seguire il suo cammino. Il carattere cinese 閃, presente nel titolo originale giapponese, vuole evocare proprio l’azione di ritagliarsi un posto per ricominciare.

Quali sono le principali differenze nel sistema di combattimento rispetto ai precedenti episodi?

In primo luogo, abbiamo migliorato l’interfaccia, quindi ora ogni tasto frontale corrisponde a un’azione di battaglia. Le altre novità, come i Brave Order (che potenziano il gruppo) o la Break Gauge nemica, rendono i combattimenti più simili a quelli di un gioco d’azione.

Perché avete scelto la formula del combattimento a turni?

In Giappone, molti giocatori scelgono gli RPG per la storia e perché vogliono affrontarli con i loro ritmi. Spesso, invece, non apprezzano i giochi d’azione, magari perché non sono in gamba con quel genere. In Trails of Cold Steel III, tuttavia, è possibile cimentarsi in combattimenti a ritmo elevato mentre si riflette con calma sulle azioni dei personaggi.

Qual è il tuo personaggio preferito e per quale motivo?

Ho trascorso cinque anni con lui, quindi devo dire di avere un legame speciale con il protagonista, Rean. Si infila sempre in situazioni incredibilmente complicate, quindi spero che presto possa trovare la felicità.

Cosa differenzia la nuova Class VII dalle precedenti? E cosa puoi dirci dei personaggi principali?

La nuova Class VII non frequenta l’accademia principale, ma il Thors Academy Branch Campus, che ospita individui considerati in qualche modo problematici. Inoltre, rispetto alla precedente Class VII, i cui membri avevano un passato noto, la nuova Class VII conta su membri di diversa estrazione, come quelli provenienti dalla Intelligence Division oppure da Crossbell, un territorio annesso di recente.

Puoi parlarci dei nuovi territori in cui si svolge la trama di Trails of Cold Steel III?

Crossbell era uno stato indipendente ubicato tra l’Impero Ereboniano e la Repubblica di Calvard, che aveva funzione di regione cuscinetto tra queste due nazioni. Si trattava di un centro economico di primo piano, seppure politicamente instabile. Nel corso della storia di Trails of Cold Steel, il paese finisce sempre più nella sfera d’influenza dell’Impero, fino al naturale epilogo.

Questo terzo episodio è consigliato a chi voglia avvicinarsi alla serie ora?

Sì, assolutamente. Nel gioco abbiamo incluso una sezione con informazioni sulla storia, i personaggi, le organizzazioni e i termini chiave. Inoltre, Rean diventa istruttore dopo essere stato uno studente dell’accademia. In questo senso, sta iniziando un nuovo capitolo della sua vita. Credo sia un’eccellente occasione per chiunque voglia scoprire la serie.

Qualche consiglio ai nuovi arrivati?

La serie di Trails vuole offrire ai giocatori una vicenda di ampio respiro con personaggi interessanti. Qualcuno potrebbe avere dubbi sull’opportunità di iniziare una serie in corso, ma molti giocatori giapponesi che sono partiti da questo terzo episodio si sono letteralmente innamorati del nostro mondo, andando poi a recuperare gli episodi precedenti. Se le premesse della serie vi incuriosiscono, insomma, è il momento ideale per provarla.

Cosa ne pensi di questo articolo?
Accedi per commentare
0 Commenti
0 Risposte dell'autore

Storico modifiche