Dai un’occhiata alla spedizione ad Alcatraz di Far Cry New Dawn

0 0
Dai un’occhiata alla spedizione ad Alcatraz di Far Cry New Dawn

Gli sviluppatori parlano di com'è stata reinventata la prigione dell'isola nello sparatutto in uscita

L’azione post-apocalittica di Far Cry New Dawn non si sviluppa solo negli spazi sconfinati di Hope County. Dopo aver stretto amicizia con un pilota di elicotteri, potrai partire per Spedizioni in luoghi lontani, come le rovine di Alcatraz distrutte da armi nucleari, in cui dovrai vincere in astuzia i Guerrieri della Strada, rubare un pacco di valore e riuscire in una fuga rischiosa a gambe levate da una legione di razziatori.

Per sapere di più sulla Spedizione sull’isola di Alcatraz, abbiamo parlato con il direttore creativo Jean-Sebastien Decant e il produttore Yang Zhi Hong sul processo di adattamento di un luogo reale alla nuova frontiera caotica di Far Cry New Dawn.

A cosa si ispirano le spedizioni di Far Cry New Dawn?

Jean-Sebastien Decant: Durante la fase di ricerca, abbiamo elaborato un modello per un’apocalisse nucleare globale che avrebbe colpito l’intero emisfero settentrionale. Il clima di interesse che ne è scaturito ha spinto a visitare quel mondo oltre i confini di Hope County 17 anni dopo. Che aspetto ha la Costa Occidentale adesso? In che stato si trovano i bayou e i canyon?

Le Spedizioni si svolgono in un chilometro quadrato, il che significa che le regole sono diverse rispetto a un mondo aperto, dandoci la libertà di sbizzarrirci un po’ di più in fase creativa. Abbiamo insistito sulla grafica e sul numero massimo di nemici e abbiamo inserito ampi spazi circoscritti, che creino nuove opportunità di combattimenti ravvicinati.

Come avete scelto i luoghi per le spedizioni e Alcatraz nello specifico?

Decant: Abbiamo preso regioni e biomi che sembrassero drasticamente diversi da Hope County. Volevamo che ognuno desse l’impressione di viaggiare in un posto esotico. Per gli stessi luoghi, ci siamo concentrati sulle aree memorabili o leggendarie conservandone lo spirito Far Cry, ovvero volevamo tenerci lontano dalle città e dai paesi per focalizzarci prima sulla natura selvaggia. Come un luna park fatiscente, un satellite precipitato, un’antica portaerei o un ponte su un canyon.

Il profilo di Alcatraz era perfetto. È una località estremamente emblematica, un’isola sperduta che offre una visione a 360° della baia di San Francisco e dallo spazio circoscritto molto ampio, perfetto per combattimenti ravvicinati. Faceva proprio al caso nostro. Non potevamo trascurarla.

Che portata ha questa riproduzione di Alcatraz?

Yang Zhi Hong: Immensa! Ci siamo impegnati molto non solo per renderla fedele alla controparte reale, ma anche per conferire a questa famosa località un aspetto unico in chiave post-apocalittica.

Per prima cosa, abbiamo ricreato l’isola fedelmente, quindi abbiamo aggiunto vari livelli per rivelare quanto accaduto nei 17 anni successivi all’apocalisse nucleare.

Ad esempio, si sono verificati dei terremoti in seguito agli attacchi nucleari. L’isola si è frantumata in tanti pezzi e ha iniziato ad affondare a causa dell’innalzamento del livello dell’acqua. Poi è stata la volta della tempesta di sabbia, che ha colpito gravemente il suolo e le piante.

Come siete riusciti a realizzare questa Spedizione? Avete fatto delle ricerche sulla vera isola?

Hong: Il motto “Prima il mondo” è essenziale per creare tutte le nostre Spedizioni. Prima di decidere di riprodurre quella località, osservai Alcatraz da vicino durante un viaggio di famiglia in California. Per rendere Alcatraz autentica ai giocatori, abbiamo fatto molte ricerche prendendo spunto da Google Earth, documentari e varie fonti fotografiche e video.

Quali lezioni ha imparato il team dalla creazione di Far Cry 5, che siete riusciti ad applicare a New Dawn e alle Spedizioni, come Alcatraz?

Hong: Eravamo molto liberi di apportare cambiamenti alle località e di esplorare davvero le possibilità di uno scenario post-apocalittico. Questo ha ispirato il team a creare qualcosa di unico, conferendo un aspetto improvvisato al mondo.

Ad esempio, nel caso di Alcatraz, abbiamo tenuto le strutture interne fedeli a quelle reali, modificandone però il terreno e aggiungendo elementi fatiscenti su tutta la mappa. È questo che rende la nostra Alcatraz unica e diversa da tutte le altre versioni viste in e film e videogiochi.

Alcatraz sembra il classico posto in cui sarebbe difficile fare atterrare un elicottero passando inosservati. Come possono infiltrarsi nella prigione i giocatori clandestini?

Decant: Proprio come per tutte le Spedizioni, ti facciamo atterrare un po’ più in là, ai bordi dell’isola. In questo modo, i Guerrieri della Strada non sapranno del tuo arrivo e potrai raggiungerla furtivamente.

Hong: In seguito ai terremoti e agli attacchi nucleari, l’isola si è frantumata in tanti pezzi. Questo la rende un perfetto luogo di atterraggio per gli elicotteri e offre ai giocatori diversi percorsi e possibilità per infiltrarsi.

Rispetto alle altre Spedizioni, quanto sarà difficile prelevare il pacco da Alcatraz, concepita come un luogo difficile da evadere?

Decant: Beh, questo luogo ha attraversato 17 anni di apocalisse nucleare globale. Poi, i Guerrieri della Strada hanno messo in subbuglio un bel po’ di aree. La difficoltà sta nell’eludere le decine di Guerrieri della Strada, allarmati dalla tua presenza e determinati a non farti rimettere piede sull’elicottero.

Hong: La topografia unica, inoltre, offre ai giocatori più sfide, mentre provano a raggiungere la zona di estrazione.

Con il lancio di Far Cry New Dawn per PS4 il 15 febbraio, potrai esplorare l’isola di Alcatraz, Hope County e altri luoghi post-apocalittici.