Pubblicato il

14 consigli di sopravvivenza che forse non conoscete per Resident Evil 2, disponibile da oggi su PS4

Dettagli essenziali, dal fuoco di arma alternato ai bonus ai danni, che vi prepareranno all'esplorazione di Raccoon City

Felice giorno d’uscita di Resident Evil 2 a tutti! Che sia la vostra prima volta a Raccoon City o l’ennesima gita nella contea di Arklay dall’uscita del gioco originale nel 1998, ci sono tante nuove cose da scoprire e sorprese in serbo per voi grazie a questo superlativo remake per PS4.

Per prepararvi al meglio al ritorno nel mondo del survival horror, abbiamo scritto questa utile guida incentrata su piccoli ma importanti consigli ricavati dalle nostre esperienze per le strade di Raccoon City. La guida contiene piccoli spoiler, tutti focalizzati sulle meccaniche di gioco nuove o riviste per questo remake.

Sezione 1: Sopravvivere alle orde

1. Scegliete i colpi giusti

Sebbene le munizioni siano più abbondanti rispetto al gioco originale, non sono illimitate. Perciò, cercate di conservare quanti più proiettili possibili. Schivate quando potete e assicuratevi di mirare ai punti giusti se siete costretti ad attaccare (ulteriori dettagli nelle prossime due sezioni).

Quando ottenete il potenziamento a tre colpi per la pistola Matilda di Leon, potete comunque sparare un colpo singolo premendo leggermente il tasto R2. Se volete la raffica di tre colpi, premete a fondo il tasto R2. (Nella versione originale era necessario alternare i tipi di colpo nell’inventario.)

TITLE

2. Scappare è bene, ma aggirarsi furtivamente è meglio

Con un po’ di pratica, potete evitare gli zombi. Molti corridoi e stanze della centrale di polizia sono ampi abbastanza da permettervi di evitare i non morti. Tuttavia, alcuni zombi sono più reattivi di altri: se possibile, correte nella direzione opposta verso cui sono rivolti.

Non solo gli zombi vi inseguono nel momento in cui vi vedono, ma si allarmano in presenza di rumori molto forti. Perciò, spostatevi furtivamente alle loro spalle e attaccateli o provate ad aggirarli per evitare di creare un pericoloso assembramento di non morti. Muovete leggermente la levetta sinistra per spostarvi furtivamente: se non sentite i vostri passi, non li sentiranno neanche loro. Fate pratica con questa strategia fin dall’inizio, poiché più avanti nel gioco avrete a che fare con nemici molto più sensibili al rumore.

TITLE

3. L’arte dello smembramento

Un modo creativo di conservare munizioni è colpire il nemico dove fa più male. Sparate qualche colpo ben piazzato al ginocchio di uno zombi e non potrà più stare in piedi. Fategli saltare le braccia e non potrà più sfondare una porta. E se avete un’arma potente come un fucile a pompa, mirate alla vita per spezzarli in due.

Il risultato sarà spesso caotico e a volte sinistramente comico, ma non abbassate la guardia: anche privo di arti, uno zombi può sempre affondare i denti nel vostro polpaccio… se vi avvicinate troppo.

4. Controllo della folla e armi secondarie

Spoiler: vi metteranno al muro, avrete finito le munizioni e non ci saranno vie di fuga. In momenti come questo, ricorrere alle poche risorse di cui disponete è un’autentica scommessa. Il nostro consiglio? Portate sempre con voi una flashbang o una granata in caso di emergenza.

La prima confonderà i vostri nemici (perfino quelli più grossi) abbastanza a lungo da tentare la fuga. La seconda neutralizzerà i nemici più piccoli nel raggio di tre o quattro metri. Conservate queste granate fino all’ultimo momento. Se uno zombi vi afferra, potete sempre infilargli una granata in bocca (premete il tasto L1 quando richiesto), fare un passo indietro e godervi lo spettacolo.

Nota: quando vi afferrano, potete usare l’arma secondaria attualmente equipaggiata. I coltelli, a patto di non essere seriamente danneggiati, possono essere recuperati dai nemici caduti, ma le granate sono monouso. Cercate di non sprecarle contro zombi solitari e di basso livello: contro questi nemici è meglio usare il coltello. (Ricordate: premete il tasto L1 e i tasti direzionali per selezionare rapidamente l’arma secondaria da equipaggiare).

TITLE

5. Punti di vista

Potreste notare che la visuale predefinita del gioco è diversa da quella della demo pubblicata all’inizio del mese. Dal menu delle impostazioni è possibile modificare la distanza della visuale dalla spalla del personaggio allo scopo di avere maggiore visibilità sull’ambiente circostante.

TITLE

Sezione 2: Esplorare il mondo

1. 1. Irruzioni e ingressi

A differenza dei classici Resident Evil, le stanze non sono più aree isolate. Se gli zombi vi vedono, vi seguiranno di stanza in stanza, aprendo le porte chiuse per trovarvi. Se sentite il rumore di una porta, nascondetevi o scappate altrove prima che si apra. Avvicinatevi troppo e verrete sbalzati indietro quando si spalanca

Come avrete capito, le porte reagiscono realisticamente al mondo in cui le aprite. Se vi appoggiate lentamente a una porta non chiusa a chiave, si aprirà di poco. In questo modo, potrete sbirciare e capire cosa c’è nell’altra stanza. Molto utile quando esplorate una nuova zona. E, cosa più importante, non metterete in allerta gli zombi anche se stanno guardando nella vostra direzione.

Infine, tenete d’occhio le finestre. Le fragili vetrate dell’epoca coloniale della centrale di polizia non sono così resistenti. Usate assi di legno per rinforzarle e tenere i non morti alla larga.

A prescindere da ciò, date priorità al rinforzo delle finestre negli stretti corridoi dell’area ovest al piano terra dell’edificio. Perché proprio qui? Primo: qui è impossibile evitare gli zombi. Secondo: ben presto scoprirete che qui avrete bisogno di camminare e non di correre.

2. A terra non significa… sotto terra!

Stabilire la differenza tra morto e non morto è una sfida interessante. Raccoon City pullula di cadaveri. Alcuni sono morti (anzi, mortissimi) e non si rialzano più… ma gli altri? Loro, beh… si alzeranno non appena voltate le spalle.

E la cosa vale anche per quelli che avete già abbattuto. Un cadavere crivellato di proiettili tre stanze prima potrebbe tranquillamente seguirvi per scale e sale e darvi un morso mentre state esaminando una libreria. Trattate ogni singolo cadavere con attenzione.

3. Controllare la mappa

Raccoon City è un posto molto grande. La sola centrale di polizia è un labirintico edificio formato da piani e stanze con ingressi multipli. Fate in modo che la mappa (accessibile premendo il pulsante touch pad) diventi la vostra migliore amica. Contiene i nomi di ogni stanza, segna la posizione di oggetti scoperti ma non ancora raccolti e colora una zona di rosso se in questa vi sono segreti o interazioni che non avete ancora trovato.

Cosa più importante, interagite con ogni porta che vedete (premete il tasto X quando richiesto), anche se non avete ancora i mezzi per farlo. Quella porta (e gli oggetti necessari ad aprirla) verranno segnati sulla mappa. È un’ottima strategia per evitare di tornare sul posto vagando senza ricordare cosa stavate cercando.

TITLE

4. Serrature e tastierini numerici

In tutta Raccoon City troverete numerose casseforti a combinazione numerica e armadietti personali chiusi. Tutti possono essere aperti, e contengono interessanti oggetti di vario genere: ingenti scorte di munizioni, espansioni per l’inventario e perfino nuove parti per la vostra arma preferita.

I codici di accesso sono ben nascosti, perciò assicuratevi di leggere con attenzione i documenti trovati e controllare le scritte su muri, porte o lavagne. I più faranno riferimento al piano e/o alla stanza dove si trova la merce, e sulla mappa verranno segnati tutti gli armadietti e le casseforti ancora chiusi (maggiori dettagli nella sezione “Controllare la mappa”).

TITLE

Sezione 3: Gestire l’inventario

1. Viaggiate leggeri

Resident Evil 2 risale ai tempi in cui non c’erano ancora schermate di inventario infinite. Infatti c’è un limite alla quantità di oggetti che potete trasportare, e alcuni occupano più spazio di altri.

Ogni volta che vi imbattete in una cassa (di solito in una zona sicura), controllate l’inventario e depositate tutto ciò che non vi serve nell’immediato futuro: oggetti curativi o munizioni extra, materiali di creazione oppure elementi che ancora non sapete come utilizzare. Potete recuperarli in qualsiasi momento da qualsiasi cassa in qualsiasi parte del mondo di gioco. Che motivo c’è di portarseli sempre dietro?

Infine, gli oggetti che non servono più sono contrassegnati da un segno di spunta rosso accanto alla rispettiva icona nell’inventario. Selezionate l’oggetto, quindi scegliete “Scarta” per eliminarlo.

TITLE

2. Combinare ed esaminare oggetti e bonus ai danni limitati

È possibile esaminare in 3D ogni oggetto trovato dalla schermata dell’inventario. Questa funzione non ha solo una valenza estetica, è infatti possibile interagire con alcuni oggetti per svelare dei segreti. Questi oggetti vengono indicati da un messaggio su schermo. La maggior parte di essi funziona in modo realistico. Per esempio, per aprire una scatola, dovrete alzarne il coperchio.

Le erbe endemiche delle montagne Arklay funzionano come nei precedenti giochi di RE: le verdi ripristinano la salute, le blu curano l’avvelenamento e le rosse aumentano la potenza delle prime due.

Un’informazione accennata nelle note iniziali riguarda il temporaneo bonus di salute che ottenete mischiando le tre varietà . Consumate questa miscela e vedrete un’icona a forma di scudo comparire in basso a destra, con una barra verde che si esaurisce gradualmente. La barra rappresenta il tempo durante il quale subirete danni ridotti. Conservate questa miscela per gli scontri con i boss!

TITLE

3. Leggere è importante

Introdurre nel mondo di gioco una serie di brevi letture non è una novità. Libri, diari, rapporti e simili sono tipici dei giochi di avventura, e di sicuro tutti li abbiamo letti… un po’ troppo rapidamente. In molti giochi, questa fretta può far perdere informazioni o antefatti relativi alla storia del gioco, ma in Resident Evil… beh, potreste aver saltato un importante indizio cruciale per procedere.

Tutti i documenti ottenuti vengono salvati nell’inventario. Se vi trovate a un punto morto, leggeteli con attenzione. Gli indizi sono spesso evidenziati in verde, ma altre informazioni cruciali sono meno evidenti.

TITLE

4. Ampliare l’inventario e potenziare le armi

All’inizio dovrete ricorrere alle casse menzionate poc’anzi per gestire lo spazio limitato dell’inventario. Tuttavia, esplorando la centrale di polizia di Raccoon City, troverete dei borselli che aggiungeranno due slot al vostro inventario.

Il primo che potreste trovare è nel deposito di sicurezza al piano terra, anche se dovrete trovare una chiave per recuperarlo. Nessun problema, poiché nel corso del gioco ce ne saranno molti altri che vi consentiranno di aumentare lo spazio dell’inventario.

Inoltre, quasi tutte le armi del gioco possono essere modificate con varie parti che migliorano precisione, rinculo, capienza e tanto altro. Cercate queste parti speciali, ma ricordate che un’arma modificata occupa più spazio.

TITLE

Sezione 4: La seconda metà della storia

1.Sbloccare le campagne aggiuntive

Nel gioco ci sono tre campagne aggiuntive che vengono sbloccate rispettando certi criteri.

Giocate nei panni di Leon, per esempio, e scoprirete che Claire è da qualche parte nel mondo di gioco. Giocate ancora dopo aver completato la campagna di Leon per vivere la storia attraverso gli occhi di Claire e affrontare l’avventura da una prospettiva diversa, con rompicapi modificati, nuove armi e un diverso sviluppo della storia. E dopo aver completato anche questa, tornate al menu principale e… potreste trovare una sorpresa.

Qui abbiamo finito. Adesso, tocca a voi! Ricordate di mantenere il sangue freddo, di lanciare un urlo di paura e di avere al fianco un amico a cui aggrapparvi quando la situazione diventa troppo intensa e potrete uscire da Raccoon City tutti interi!

Cosa ne pensi di questo articolo?
Accedi per commentare
1 Commenti
0 Risposte dell'autore
1

Fantastico, non può ASSOLUTAMENTE mancare nella libreria ❤️

Storico modifiche