Pubblicato il

5 cose che abbiamo imparato giocando a Shadow of the Colossus su PS4

Scalando le nuove e ardite vette di questo incredibile remake alla Paris Games Week 2017

Quando Shadow of the Colossus fece un memorabile debutto nel 2005, portò una ventata d’aria fresca nel panorama videoludico dell’epoca cambiando le regole della narrazione. In un periodo in cui il comparto grafico era il vero protagonista su PlayStation 2, il titolo optò per una storia semplice e un gameplay puro: dare la caccia ai colossi, uno dopo l’altro.

Quando, all’E3 2017, Bluepoint Games e JAPAN Studio annunciarono la lavorazione del remake per PlayStation 4, l’entusiasmo era tangibile. Il minimalismo estremo di Shadow of the Colossus e la potenza di PS4 Pro possono fare la differenza in un titolo di per sé incredibilmente appassionante.

1. Dettagli colossali

Avrete già visto il bellissimo nuovo filmato d’apertura, ma è nel gioco vero e proprio dove Shadow of the Colossus esprime al massimo le sue potenzialità grafiche. Alla Paris Games Week, ho potuto trovare e affrontare tre colossi per capire la differenza con le ambientazioni dell’originale. Dalle rovine alle spiagge desolate, passando per il deserto, ogni luogo è ricco di dettagli.

TITLE

I sassolini scivolano lungo le braccia di Wander mentre si arrampica sulle rocce friabili. Il suo fedele destriero Agro lascia nella sabbia le sue impronte, che scompaiono poi nel vento. Le farfalle blu fluttuano tra le foglie di una piana illuminata dal sole. E, all’improvviso, eccolo lì: un imponente e minaccioso colosso che, in linea di massima, vuole soltanto essere lasciato in pace.

2. I colossi sono… colossali!

Se pensavate di aver visto colossi impressionanti sul primo remake per PS3, aspettate di vedere queste magnifiche creature su PS4 Pro. La pelliccia che li ricopre si agita nel vento e si deforma quando Wander l’afferra per arrampicarsi, mentre ogni movimento è descritto da animazioni minuziose così da trasmettere un senso di oppressiva imponenza.

Un uso intelligente delle luci, del motion blur e della profondità di campo non fa altro che coinvolgervi ulteriormente nella difficile battaglia che state affrontando.

3. Comandi semplificati e…

Bluepoint Games non ha solamente rivoluzionato l’esperienza visiva. Ha anche modificato i comandi per perfezionare la dinamica di gioco.

TITLE

Il touch pad di PS4 permette di aprire la mappa, mentre il comando del salto è passato dal tasto triangolo al tasto X. La schivata con rotolamento è ora assegnata al tasto cerchio, molto più facile da effettuare rispetto alla precedente combinazione di tasto R1 e tasto triangolo.

4. …comandi originali

I puristi potranno comunque utilizzare lo schema comandi classico. Un gioco che intende quindi proporsi a un nuovo pubblico e, contemporaneamente, rispettare le abitudini dei veterani.

TITLE

In entrambi i casi, il sistema risulta naturale e intuitivo. Sebbene sia stato spostato, il comando di Wander per afferrare (che userete non spesso, ma spessissimo) è ancora situato sul lato dorsale del controller DUALSHOCK 4 (tasto R2). Arrampicarsi su un colosso sarà ancora più che mai intenso.

5. È ancora bello come un tempo

L’essenza di Shadow of the Colossus è sempre la stessa, ma i comandi rifiniti e la grafica potenziata non fanno altro che amplificare l’indimenticabile bellezza del titolo. Quando Wander e Agro si guardano dolcemente tra le pause dell’azione, è facile essere tentati di prolungare questo momento lasciando il controller DUALSHOCK 4 ancora per qualche secondo… E quando il colosso frana a terra dandovi una scossa emotiva, un tuffo al cuore è garantito.

TITLE

Se avete già giocato a Shadow of the Colossus, la potenza della storia originale vi farà assaporare il terribile gusto del rimorso a ogni atto di violenza, ma… su PS4 le emozioni saranno ancora più forti. Dopo la battaglia con il tredicesimo colosso, osservando le vesti logore di Wander e la sua aria smarrita, istantaneamente ho riprovato le sensazioni che resero l’originale così memorabile.

Shadow of the Colossus ha trovato un eccellente alleato in Bluepoint Games. L’eleganza del titolo è stata portata a un livello grafico di straordinario impatto. La vera domanda è: il vostro animo saprà dominare la tempesta emotiva scatenata da questa incredibile esperienza?

Cosa ne pensi di questo articolo?
Accedi per commentare
1 Commenti
0 Risposte dell'autore
1

Uno dei titoli che aspetto maggiormente. Ho adorato la versione originale, ho ripreso in mano la versione PS3 (ma con tutti i giochi che avevo non sono riuscito a continuare) e ora voglio assolutamente questa versione per PS4. Capolavoro artistico, non vedo l’ora.

Storico modifiche