Pubblicato il

Dacci dentro, gioca al massimo: le terribili insidie della modalità Hardcore di XCOM 2

Il Senior Producer di XCOM 2 Garth DeAngelis parla della modalità di gioco più difficile, che è stata completata da meno del 5% dei giocatori

Eccoci giunti a un nuovo capitolo della serie del PS Blog dedicata alle modalità di gioco più difficili dei giochi per PlayStation: in questo articolo vogliamo celebrare l’uscita di XCOM 2: War of the Chosen – parlando con Firaxis del livello di difficoltà più elevato del gioco.

La serie XCOM di 2K è una sorta di rito di passaggio per tutti i giocatori che intendano entrare nel mondo dei giochi più difficili. Ai livelli di difficoltà inferiori il gioco offre buoni livelli di sfida: coloro che si gettano nella battaglia senza tenere sotto controllo ogni angolo e che non pianificano a dovere il proprio assalto vedranno ben presto i propri soldati fatti a pezzi. Qualsiasi giocatore di XCOM, anche il meno esperto, sa bene che è necessario essere cauti, prudenti e… salvare quanto più spesso possibile!

Tuttavia, persino i giocatori più abili a XCOM tentennano di fronte alla sfida imposta loro dalla modalità Hardcore; solo i “duri e puri” della difficoltà sono del parere che questa modalità (che richiede impegno e dedizione alla causa totali) sia quella per cui XCOM è stato originariamente progettato.

I nemici non sono solamente più cattivi, più veloci e molto, molto più intelligenti… ma i giocatori hanno anche a disposizione un solo file di salvataggio, e si dà il caso che questo file si sovrascriva automaticamente a seguito di qualsiasi azione eseguita dal giocatore in missione.

Cosa significa? Beh, che in caso di passo falso (per esempio, un movimento troppo veloce attraverso la nebbia di guerra che mette la squadra nelle condizioni di essere circondata) non ci sarà alcun file di salvataggio precedente da ricaricare. I giocatori passeranno quindi ore e ore ad accumulare esperienza e abilità per i propri soldati, per poi vederseli spazzare via in un paio di minuti a causa di una sola scelta tattica errata… e non potranno fare nulla per salvarli.

XCOM 2

Firaxis spiega come è stata progettata questa modalità

Garth DeAngelis, Senior Producer di XCOM 2, ci spiega che “l’idea sulla quale si basa la modalità Hardcore è uno dei nuclei principali della storia di XCOM: il gioco è infatti incentrato sulla necessità di prendere decisioni molto difficili e di assumersi le conseguenze delle proprie azioni. Anche se i giochi più recenti della serie di XCOM consentono di salvare prima e dopo ciascuna azione, il miglior modo di giocare è quello di prendere una decisione e assumersi la responsabilità delle sue conseguenze.

Quando abbiamo creato XCOM: Enemy Unknown, volevamo mostrare a tutti che non eravamo intenzionati ad abbassare il livello di difficoltà della serie: abbiamo quindi inserito molte diverse opzioni e modalità perché l’esperienza potesse rivelarsi divertente per una vasta gamma di persone, ma la modalità Hardcore è sempre presente per soddisfare i fan dell’XCOM originale. La modalità Hardcore è una sorta di dichiarazione d’amore che facciamo al gioco originale”.

Se dicessimo che completare la modalità Hardcore di XCOM non è esattamente una passeggiata… beh, staremo sottostimando le dimensioni del fenomeno: in realtà, è così difficile che (secondo DeAngelis) solo il 5% dei giocatori ce l’ha fatta! Coloro che appartengono a questa categoria di eletti sono la dimostrazione vivente del fatto che (anche se la modalità Hardcore è più difficile da superare di una scalata al Monte Everest) completare il gioco a questa difficoltà è comunque un’impresa possibile.

XCOM 2

Come lo studio ha fatto in modo che fosse difficile, ma giusta

DeAngelis ci ha raccontato che gli sviluppatori di Firaxis hanno dovuto lavorare duramente per accertarsi che la modalità Hardcore fosse sì difficile, ma comunque equilibrata e completabile:

“la modalità Hardcore è una serie di modificatori applicati al funzionamento della campagna. I nostri designer si sono concentrati sul bilanciamento delle diverse impostazioni legate alla difficoltà: la regolazione del livello di difficoltà Leggenda, il più elevato di XCOM 2, è già di per sé un compito molto arduo… ma il nostro reparto design ha fatto un lavoro eccezionale. Volevamo che fosse più… onesto della modalità più difficile di XCOM: Enemy Unknown. La modalità Leggenda si concentra infatti sulla punizione degli errori commessi dal giocatore. Giocandosi bene le proprie carte a livello tattico e strategico, il giocatore riuscirà a superare qualsiasi difficoltà.”

È molto utile, inoltre, che i tester QA di Firaxis siano fra i giocatori più abili del mondo: DeAngelis ci ha svelato che il team si è impegnato a completare più volte la partita al massimo livello di difficoltà per entrambi i giochi, dimostrandosi impareggiabile nel fornire utili osservazioni sui punti troppo semplici o troppo ingiusti per il giocatore. “Il primo tester che ha superato la difficoltà Leggenda ci ha dato ottimi feedback in una lunga nota nella quale ha segnalato anche la sua soddisfazione dopo aver superato tutte le difficoltà” dice DeAngelis.

Che cosa possono aspettarsi i giocatori che affrontano la modalità Hardcore di XCOM per la prima volta?

XCOM 2

Suggerimenti per affrontare la modalità più difficile di XCOM

Ovviamente c’è la questione dello slot unico per i salvataggi di cui preoccuparsi: le tue uniche possibilità sono “Salva” o “Esci”. Tuttavia, anche la difficoltà complessiva del gioco è stata notevolmente aumentata; i potenziamenti sono più costosi, i nemici sono spesso più tecnologicamente dotati e a volte i giocatori faranno meglio a tagliare la corda a metà missione. Questo potrebbe far sì che un membro del Consiglio XCOM abbandoni il progetto, ma in certe situazioni è meglio limitare i danni che perdere un’enorme quantità di potenziamenti e soldati in una missione già fallimentare.

DeAngelis ci conferma che “la modalità Hardcore rappresenta la forma più pura e sfidante di XCOM, un gioco che già di per sé è brutale.” Dovrai decidere tu quali perdite sono accettabili e quali no, perché ci saranno missioni che fallirai e soldati che cadranno in battaglia. Inoltre, la modalità Leggenda è circa il 50% più lunga di una campagna normale… quindi, allaccia le cinture!

È possibile superare indenni la modalità Leggenda Hardcore? Sì, ma è necessario sfruttare al massimo ogni oggetto, soldato e opportunità disponibile. Se ce la fai, puoi dire di aver completato il gioco in ogni suo aspetto.”

Ovviamente, ogni giocatore che desidera affrontare la modalità Hardcore di XCOM o XCOM 2 ha a disposizione molte informazioni utili: la comunità ha preparato milioni di guide, video e una wiki ben attrezzata che fornisce agli aspiranti Hardcore le basi da cui partire (tipi di unità, abilità speciali, ricerche da portare a termine più urgentemente e strategie migliori per la costruzione della base).

Tuttavia, DeAngelis ci consiglia di non lanciarci nella modalità Hardcore senza prima essersi sufficientemente addestrati: si tratta di una modalità, infatti, che i giocatori più esperti dovrebbero affrontare solo dopo aver completato il gioco un certo numero di volte.

“Non giocare la tua prima partita a XCOM 2 in modalità Leggenda Hardcore: la strategia e la tattica del gioco hanno subito dei notevoli stravolgimenti rispetto a XCOM: Enemy Unknown”, ha aggiunto DeAngelis. “Persino i veterani della serie dovranno fare i conti con le novità strategiche del sequel:

ti consigliamo di iniziare in modalità Recluta o Veterano, per farti un’idea del gioco. Finisci la campagna più volte per acquisire familiarità rispetto a quello che accade e al momento in cui accade. Riuscire a programmare con largo anticipo le prossime mosse ti sarà di grande aiuto. E usa molte granate per rimuovere le coperture.”

E così… eccoci alla modalità Hardcore. Comandante, credi di potercela fare?

1 Commenti
0 Risposte dell'autore
walter6531247865 23 settembre, 2017 @ 02:38
1

pio

Dopo 30 giorni dalla pubblicazione di un post, non sarà più possibile lasciare commenti.

Storico modifiche