PUBBLICATO IL

Il GdR d’azione musicale AereA arriva su PS4 a giugno

Recuperate gli strumenti primordiali per riportare pace ed equilibrio nel mondo.

Salve! Sono Marten, il Responsabile PR di Soedesco. Oggi, voglio parlarvi del nostro nuovo gioco, AereA! AereA è un GdR d’azione musicale, in arrivo su PlayStation 4 il 30 giugno, e sarà disponibile sia su disco, sia in digitale!

Prima di tutto, lasciate che vi racconti qualcosa del gioco. In AereA, tutto è a tema musicale: i personaggi, le armi, i nemici e così via…

Esplorerete un mondo musicale che è stato diviso in tre isole in seguito alla “Grande separazione”. La pace e l’equilibrio di queste isole erano assicurati da nove strumenti primordiali, che sono stati rubati. Nei panni di un discepolo del Gran Maestro Guido, creatore degli strumenti primordiali, dovrete recuperarli per salvare il mondo.

AereA

Alcune settimane fa, alla EGX Rezzed di Londra, abbiamo mostrato AereA per la prima volta. Tantissimi giocatori ci hanno detto che la battaglia con il boss della demo era davvero coinvolgente. Il nostro segreto è che la musica è stata scritta e composta appositamente per ciascun boss da Deon van Heerden, autore della colonna sonora di BroForce.

Ciascun boss è ispirato a un diverso strumento musicale, che sarà anche lo strumento solista nella traccia che ascolterete durante lo scontro. Questo rende ogni scontro una composizione musicale coinvolgente, in cui tutto ciò che vedete e sentite è uno specifico strumento.

AereA

Se volete ascoltare una delle tracce della colonna sonora di AereA, guardate il nuovo trailer di gioco qui sotto!

Ti è piaciuto?
Condividi questo post

Commenti

2 Commenti 0 risposte dell'autore
Mostra prima i più vecchi  
 
Investigaelfo 20 aprile, 2017 @ 5:39 pm   1

Una specie di diablo3 in re minore (battutona XD): idea parecchio ganza. Speriamo ci sia la cooperativa anche in locale, e che comunque sia garantito il divertimento anche ai giocatori in solitaria. (ti terrò d’occhio!)

Non mi piace. A parte il genere, devo dire che anche il look non mi convince per niente. L’idea che c’è dietro col suo contesto musicale è anche intrigante, ma siamo ben lontani da un Eternal Sonata…