Pubblicato il

Rispettare l’originale: il processo di localizzazione di Persona 5 per PS4

Il responsabile della localizzazione occidentale dell'acclamato JRPG ci parla delle sfide del suo adattamento

Ciao a tutti, e grazie in anticipo per il vostro tempo.

Mi chiamo Yu Namba, e sono un Project Manager Senior presso Atlus USA. Ho cominciato a lavorare per la società nel marzo del 1999, come traduttore. Da allora, mi sono occupato della localizzazione di tutti i titoli della serie Persona e degli spin-off, compreso Persona 5, disponibile proprio ora!

Quando mi è stato chiesto di scrivere un articolo a proposito della localizzazione di P5, ho pensato al mio metodo di lavoro e a come siano cambiate le cose nei miei 18 anni di devoto lavoro per portare giochi giapponesi al pubblico occidentale. Per questo, mi sono reso conto che il mio scopo è sempre stato quello di mantenerli nella loro forma più autentica e divertente possibile.

Persona 5

In termini di volume di lavoro, P5 è stato davvero un mostro. Nessuno dei nostri team ha mai avuto così tanto traduttori e revisori e abbiamo passato innumerevoli notti a lavorare per rendere la versione in inglese di P5 realtà.

All’inizio del progetto, abbiamo stabilito la direzione generale della localizzazione e abbiamo deciso i termini e le idee chiave, in modo che ci fossero delle linee guida chiare da seguire. Ogni volta che nasceva un problema mi veniva segnalato, così che potessi dare al team il mio parere.

Persona 5

In qualità di capo-progetto, ero io a prendere le decisioni definitive, ma mi sono sempre assicurato di osservare ogni questione da più punti di vista.

Quando si localizza un gioco giapponese, ci sono sempre alcuni elementi che, se fossero tradotti letteralmente, non avrebbero alcun senso per il pubblico occidentale. Oppure, ci sono battute troppo lunghe per i limiti di spazio della finestra di testo o per la durata di una scena. Bisogna quindi considerare cosa mantenere, cosa tagliare, cosa modificare e quali sono le conseguenze… Non sono mai decisioni semplici e l’approccio varia da persona a persona.

Persona 5

Tuttavia, il processo diventa più facile quando l’intero team si trova d’accordo. Sono davvero fortunato a lavorare presso Atlus, dove tutti quanti condividiamo la stessa visione per i nostri giochi.

Persona 5 è, di certo, l’apice della serie. Nei suoi aspetti, dal sistema di combattimento alla simulazione sociale e dalla giocabilità all’interfaccia, è rimasto fedele alle sue origini, ma ogni elemento del gioco è stato perfezionato. Lo stesso può essere detto della localizzazione: è il miglior adattamento in inglese nella storia di Atlus USA.

Sono sicuro che tutti i giocatori che hanno già acquistato questo titolo si staranno divertendo e spero che chi non conosceva ancora la serie lo provi. Questo gioco vi ruberà il cuore.

1 Commenti
0 Risposte dell'autore

La localizzazione, specie quella di titoli giapponesi, è spesso e volentieri definibile come “croce e delizia”. Si può solo immaginare però il lavoro(ne) che c’è dietro a questo tipo di progetti.
Sarebbe bello poter avere tutto un gioco in italiano, ma mi rendo conto che in alcuni casi è pretendere semplicemente troppo…

Dopo 30 giorni dalla pubblicazione di un post, non sarà più possibile lasciare commenti.

Storico modifiche