Guardate come funziona la modalità cooperativa di Brut@l, dungeon crawler rétro moderno per PS4

1 0
Guardate come funziona la modalità cooperativa di Brut@l, dungeon crawler rétro moderno per PS4

Il nuovo trailer vi permette di dare un'occhiata alla rielaborazione del GdR con caratteri ASCII da parte di Stormcloud Games

Non abbiamo parlato molto della modalità cooperativa di Brut@l, almeno finora! In Brut@l, la nostra rivisitazione moderna del classico dungeon crawler con caratteri ASCII, abbiamo inserito una modalità cooperativa locale a due giocatori per permettervi di esplorare le profondità del nostro dungeon in stile ASCII insieme a un amico. Potrete condividere i  bottini, i potenziamenti e combattere insieme per sopravvivere e scendere fino al piano 26 dove dovrete affrontare il temibile guardiano del dungeon per rivendicarne la corona.

Dal momento che stiamo realizzando un gioco in stile rétro (grazie soprattutto alla nostra grafica), ci sembrava giusto introdurre anche la modalità cooperativa che per molte persone rappresenta un vero e proprio viaggio indietro nel tempo, oltre a essere uno stupendo  modo di giocare insieme a un amico. Tenendo tutto questo in mente, abbiamo introdotto sistemi e meccaniche che assicurassero il divertimento in cooperativa, aggiungendo quel tocco di collaborazione ma anche di puro terrore quando uno dei due muore inaspettatamente.

E3_2015_Mediakit_018

Innanzitutto non potete fare a metà dei bottini che trovate in Brut@l, quindi ad esempio un’ascia o una pozione rivitalizzante ricevute come bottino possono essere usate solo da uno dei giocatori e questo rende indispensabile condividere le risorse per poter esplorare i 26 piani del dungeon. È una meccanica di gioco che può anche venirvi in aiuto in certe situazioni: per esempio se un giocatore ha una pozione rivitalizzante e l’altro sta rischiando di morire. In questo caso potete passargli la pozione oppure, se siete nel bel mezzo di una battaglia, potete tirargliela garantendogli la salute necessaria per continuare l’epico combattimento in cui è impegnato, sempre che riesca a prenderla al volo! Occhio a non farla finire per sbaglio nelle mani del nemico con cui sta combattendo il vostro amico: non vorremmo essere lì con voi se dovesse capitare!

Oltre a gestire gli oggetti, le armi, il cibo e l’armatura che state indossando, dovrete anche sopravvivere insieme agli assalti dei nemici. Dovrete impiegare le tattiche che ritenete migliori in quel contesto, per esempio far assumere a uno dei due giocatori il ruolo di guerriero e mandarlo ad affrontare i nemici mentre l’altro in veste di mago scaglia con il suo bastone una devastante energia magica da lontano. Attenti però: se il guerriero muore, il mago potrebbe essere assalito da un’orda di Orchi.

#07 - 20140604-0190#08 - Co_Op (5)

 

Anche il nostro sistema di rianimazione è progettato per aggiungere un elemento di strategia e adrenalina al gioco. Quando un giocatore muore, l’altro ha due opzioni: riportarlo in vita lì dove si trova o spostarlo su un altro piano. Dovrete decidere in base alla situazione contingente. Ridare la vita al vostro amico vi costerà metà della vostra salute, quindi se avete 50 HP, dopo averlo rianimato vi ritroverete con 25 HP ognuno. A questo punto potete sferrare un attacco insieme, ma siete entrambi molto vicini alla morte. Se invece scegliete di rimandare la rianimazione del vostro amico, rischierete di non poter sfruttare la sua ascia e le varie pozioni che potrebbero servirvi nel caso vi imbattiate in un nemico più potente di voi. È una decisione difficile da prendere: buona fortuna! 😀

Guardate il video all’inizio del post per dare un’occhiata a qualche azione di gioco della modalità cooperativa di Brut@l.

E3_2015_Mediakit_018

I commenti sono chiusi.

1 Commento

  • Se non altro non è l’ennesimo gioco pixelloso… ho però la sensazione che questo tipo di grafica possa appesantire in fretta la vista. Comunque il genere non mi garba.