Ecco come il team di The Witcher 3 ha plasmato il territorio di Toussaint nell’imminente espansione Blood and Wine

5 0
Ecco come il team di The Witcher 3 ha plasmato il territorio di Toussaint nell’imminente espansione Blood and Wine

Una prima occhiata alla splendida, nuova regione che sarà possibile esplorare a partire dal 31 maggio

Salve a tutti, sono Kacper Niepokólczycki e ricopro il ruolo di grafico degli ambienti presso CD PROJEKT RED. Dopo oltre un anno di duro lavoro, siamo finalmente prossimi all’uscita di Blood and Wine, l’ultima espansione di The Witcher 3: Wild Hunt. Sono davvero felice di potervi fornire maggiori dettagli sulla sua creazione.

Questo pacchetto espansione vecchio stampo comprende 20 ore di nuove avventure, in cui i giocatori viaggeranno per le lande di Toussaint. Gli appassionati della saga del Witcher che hanno letto le opere di Andrzej Sapkowski probabilmente conoscono già questa regione e da molto tempo aspettano di poterla esplorare.

#07 - 20140604-0190#08 - Co_Op (5)

Abbiamo iniziato con un prototipo dell’area principale: non è stato facile, dato che il Toussaint è molto diverso da ogni altra regione che abbiamo inserito in The Witcher 3: Wild Hunt. Soleggiato e lussureggiante, sembra quasi una terra proveniente direttamente dalle favole. Creando qualcosa di interamente nuovo, abbiamo potuto dare libero sfogo alla creatività, ma nel contempo la sfida è stata davvero notevole: abbiamo dovuto accantonare tutta la mitologia alla quale ci siamo sempre appoggiati, tipica dei paesi slavi, per far spazio a qualcosa di molto diverso, con richiami all’Italia e alla Francia. In poco tempo ci siamo innamorati dell’architettura, dei colori, del sole e degli splendidi panorami con vigneti e vinerie

La parte principale del nuovo reame è sicuramente la città di Beauclair, capitale di Toussaint, dove si trova il palazzo residenziale della duchessa. Avevamo diversi obiettivi in mente quando abbiamo creato questi luoghi, tra cui l’ambizioso proposito di fornire ai giocatori delle visuali spettacolari. Nello stesso tempo, Beauclair doveva differenziarsi profondamente da un altro luogo molto famoso nel gioco: Novigrad.

#07 - 20140604-0190#08 - Co_Op (5)

Fra gli espedienti utilizzati per ottenere questo effetto, abbiamo sviluppato l’esplorazione in senso verticale. Beauclair si articola su molti livelli, con quartieri realmente diversi fra loro. Ha i propri edifici caratteristici e, come una vera città, un feeling tutto suo che aiuta a immergersi nel mondo di gioco. La città stessa è un elemento chiave del panorama, nel suo insieme: dato che sorge in una posizione molto elevata, è visibile da molto lontano e consente di spostarsi all’interno del Toussaint senza bisogno di usare mappe.

Una volta completato il lavoro sul centro urbano, siamo passati all’area circostante. Abbiamo tracciato le strade che entravano e uscivano dalla città, collegandole agli infiniti punti di interesse presenti nell’espansione. Per ogni iterazione creata, abbiamo aggiunto nuovi contenuti.

#07 - 20140604-0190#08 - Co_Op (5)

I bozzettisti sono stati una parte fondamentale di questo processo, in quanto ci hanno fornito gli elementi di partenza per tutte le località, principali e secondarie, che abbiamo utilizzato per popolare il mondo di gioco di luoghi misteriosi e pericolosi, tutti a disposizione di Geralt. Ovviamente un bozzetto rappresenta soltanto il punto di partenza, anche perché quello che sulla carta appare meraviglioso, una volta trasportato nel gioco potrebbe presentare diversi problemi.

Qui entrano in gioco i grafici degli ambienti 3D: il nostro lavoro è fare in modo che gli ambienti siano belli da vedere e, al contempo, ancora più belli da affrontare nel gioco. Dopotutto non stiamo creando un film, ma un’esperienza interattiva che dev’essere coinvolgente e gratificante.

#07 - 20140604-0190#08 - Co_Op (5)

Pian piano, le nostre attenzioni si sono spostate sempre più al di fuori della città. Qui uno degli elementi fondamentali è stato tenere presente la distanza fra le varie località: si tratta di una cosa importante, per non rischiare di annoiare i giocatori. Esattamente come in
Wild Hunt, esplorando Toussaint si incontrano numerosi punti di interesse da scoprire.

Questo, in breve, è stato il metodo che abbiamo utilizzato per creare il mondo di gioco aperto che trovate in The Witcher 3: Wild Hunt e in Blood and Wine. Si tratta di un procedimento divertente e appagante, per quanto estremamente impegnativo. Personalmente sono sicuro che il nuovo look di Blood and Wine saprà conquistarvi. Noi ci siamo davvero divertiti, creandolo, e spero che tutti i giocatori si divertiranno ancora di più vivendolo. Ci si vede presto, nel Toussaint!

E3_2015_Mediakit_018

Il pacchetto di espansione Blood and Wine di The Witcher 3: Wild Hunt sarà disponibile a partire dal 31 maggio. Preparatevi ad affrontare l’ultima missione di Geralt e prenotatelo oggi stesso su
PlayStation Store.

Blood and Wine è disponibile inoltre nel bundle Pass espansioni che include anche l’espansione Hearts of Stone.

I commenti sono chiusi.

5 Commenti

  • Investigaelfo

    Al primo sconto sul season pass mi sa che l’acquisto è sicuro. Non fatemi aspettare una vita!

    • Yakiro_Matsui

      E’ offtopic ma ti chiedo una cosa.
      Come hai trovato transformer devastation? Ho visto che in passato ci hai giocato

      Mi hanno offerto il gioco e 10 euro per Dying light the following e volevo valutare l’ offerta.

      Parto dal presupposto che i transformer non mi hanno mai interessato neanche negli anni ’80 ma ho sentito parlare bene degli sviluppatori e del gioco in se.

      Beh nel caso lascia qualche impressione 😀

  • Yakiro_Matsui

    Aspettare per aspettare penso attenderò una GOTY.

    Comunque ultimamente sul fornte dlc/espansioni va bene.

    Buona(Ottima l’ espansione di Bloodborne (Buona per l’ avventura e ottima per le nuove armi che fanno venire voglia di una nuova run e sono ben 11)

    Ottima quella di Dying light (sono arrivato a 27 ore e mi mancano ancora alcune cose da fare.

    Ottima anche questa (lo dico sulla fiducia).

    Non posso che invogliare tutti ad acquistare sempre e solo dlc corposi e sensati sperando che i micro dlc a prezzo elevato (rispetto a quanto offrono) si estinguano.

    • Meglio pochi DLC ma di qualità che tanti inutili… questo DLC sembra in effetti valido (la scenografia è sicuramente ben riuscita ed è longevo).

      PS: per Devastation aspettati azione frenetica e un gameplay appagante. Questi sono da sempre i marchi di fabbrica di Platinum Games. Se poi come me guardavi la serie animata in TV (ma mi par di capire di no), allora con questo titolo ti ritroverai catapultato direttamente negli anni dell’infanzia. Io però il gioco non l’ho ancora comprato, per cui le mie sono solo impressioni… vediamo se Investigaelfo conferma poi queste sensazioni.

    • Investigaelfo

      @Yak & @Foli: confermo le impressioni di Foli sulla frenesia e il gameplay. Anche qualche difettuccio, tipo un tot di backtracking, o il fatto che i 5 personaggi giocabili non sono stati differenziati poi molto, o ancora che il looting (che generalmente adoro) non è che brilli particolarmente. Vi assicuro però che quando è il momento di menare (praticamente sempre) ci si diverte da matti!