Il survival horror in stile rétro, White Night, svelato per PS4

2 0
Il survival horror in stile rétro, White Night, svelato per PS4

Un gioco di sopravvivenza da brividi, direttamente dagli "ex alunni" di Alone in the Dark. Parola a Ronan Coiffec!

Fondare OSome Studio è stata un’avventura piuttosto faticosa all’inizio. Ho conosciuto Domenico Albani e Mathieu Fremont quando eravamo colleghi a Eden Games, dove lavoravamo al quinto episodio di Alone in the Dark. Una volta terminato il progetto, ognuno ha preso la propria strada, accumulando esperienza in altri studi. Ma c’era sempre quella pulce nell’orecchio che diceva: “E se…?”.

Dopo qualche estenuante anno al lavoro su titoli blockbuster, tutti e tre abbiamo capito che volevamo realizzare qualcosa che desse libero sfogo alla nostra creatività e che ci appassionasse da vicino. OSome Studio è stato fondato per produrre giochi originali e stimolanti, con ambientazioni meravigliose e accattivanti.

White Night_Sony Blog_1

Ambientato nella Boston degli anni 30, White Night è un survival horror in stile rétro con un particolare tono noir in bianco e nero che vi coinvolgerà immediatamente. Volevamo creare un titolo divertente e originale, che risaltasse nel panorama odierno dei survival horror. Questo significava rivisitare i temi e gli argomenti che hanno reso dei capolavori classici giochi horror come Alone in the Dark: una storia avvincente, personaggi forti, un’ambientazione accattivante e uguali dosi di tensione e terrore. White Night è una storia di fantasmi alla vecchia maniera, intrisa di mistero, poesia, alchimia e suspense.

E, come ogni classico survival horror che si rispetti, è ambientato in una grande villa abbandonata.

White Night_Sony Blog_3

Abbiamo cercato l’ispirazione dappertutto. Abbiamo ascoltato musica jazz dell’epoca. Abbiamo attinto dal cinema in bianco e nero, non solo per quanto riguarda la parte grafica di White Night, ma anche per creare un mondo di gioco tetro e spaventoso, nel quale le poche fonti di luce rappresentano l’unico modo per rivelare l’ambiente circostante. Abbiamo persino affittato una vera villa in Normandia, dove ci siamo rinchiusi una settimana per parlare del gioco e fotografare l’architettura del luogo, ma soprattutto per immergerci profondamente nell’ambientazione. Nulla poteva essere lasciato al caso.

Abbiamo mostrato White Night agli editori e alla stampa per la prima volta al Game Connection Europe 2013 di Parigi, dove è stato insignito sia del Best PC & Console Hardcore Award, sia del Best Selected Project Award.

White Night_Sony Blog_2

Il premio includeva un ingegnoso kit di sviluppo per PS4 di cui, come avrete già intuito, abbiamo fatto buon uso! Successivamente, White Night ha vinto altri due premi: Best in Play alla GDC e il premio del pubblico al Flip Festival. Ogni tanto dobbiamo darci dei pizzicotti: vedere realizzato il nostro progetto indipendente e accorgersi dell’incredibile risposta del pubblico… spesso ci sembra un sogno!

Guardando tutta la strada che abbiamo fatto, a poche settimane dal lancio, è difficile capire quanto sia volato il tempo. White Night, il nostro piccolo progetto nato al tavolo di un bar, sarà finalmente disponibile per il download il 4 marzo per PS4, a soli €14,99. Vi auguriamo un piacevole soggiorno alla villa!

White Night_Sony Blog_4

 

I commenti sono chiusi.

2 Commenti

  • Sembra molto bello, anche se non mi spiego come mai la luce illumini attorno al personaggio e non il personaggio stesso.

    • Hai ragione, credo proprio sia voluta la questione del personaggio in nero, altrimenti sarebbe un errore madornale XD
      Comunque trovo questo titolo un interessante esperimento. Portare questo stile visivo (già visto in giochi tipo Mad World o The Unfinished Swan) all’interno del genere dei survival horror è un azzardo sicuramente intrigante. Oltretutto l’atmosfera anni ’30 si sposa bene coi toni noir su cui il game sembra puntare.
      Molto originale, potenzialmente in grado di portare una ventata di aria fresca al genere… insomma da tenere d’occhio!