P.T. su PS4 – Consigli per sopravvivere al popolare horror di Konami

2 0
P.T. su PS4 – Consigli per sopravvivere al popolare horror di Konami

Programmi per la serata? P.T. è gratis su PlayStation Store

Dimenticate le zucche, Halloween riguarda esclusivamente lo spaventarsi a morte. Voi e chi vi sta intorno. Quindi, quale modo migliore per festeggiare che spegnere le luci, mettersi un paio di cuffie, alzare il volume al massimo (cosa essenziale per immergervi al massimo nell’esperienza di gioco) e avviare P.T. – è gratis su PS Store!

P.T.

Ovvio: potete vedere gli innumerevoli video presenti su internet con protagonisti gamer spaventati, ma non c’è niente di più soddisfacente che completare il gioco da soli e ottenere la spilla “Ho giocato a P.T. fino alla fine e sono Sopravvissuto.” È un’esperienza che non dimenticherete.

Se siete troppo spaventati per provare P.T. o lo avete giocato ma avete bisogno di una guida, vi diamo una mano e qualche indizio!

Per iniziare: avrete notato che P.T. va in loop: visitate sempre lo stesso corridoio, ma ogni volta c’è qualcosa di differente. Prendete il vostro tempo per ispezionare ed interagire con tutto: immagini appese al muro, oggetti sul pavimento. Ascoltate con attenzione, il diavolo è nei dettagli, come si dice. Si è appena aperta una porta? Non dimenticate di guardarci dentro…

PT_Game_Play_04

Ogni volta che scoprite qualcosa di nuovo, potete procedere al “prossimo livello”. Se correte spaventati per quei corridoi terribili, spaventati nel dare un’occhiata intorno in cerca di tracce, non andrete da nessuna parte. Quindi fate un bel respiro e familiarizzate con l’ambiente — familiarizzate MOLTO — e ciò che vi circonda.

Alcuni metodi per sbloccare i segreti di P.T. possono essere un po’ ingannevoli; molti hanno completato il gioco a forza di provare e riprovare o collaborando. Le tracce sono lì, quindi per aiutarvi possiamo svelarvi in esclusiva la trascrizione delle tracce audio — alcune sono riprodotte al contrario o in una lingua straniera.

Trascrizione

I walked till I stood one pace before Jack

Heart pounding

I whispered his name

But the night wind stole his voice away

In the moment our hands overlap

We share in an instant of private darkness

His touch, cold as marble

Cold, and shivering all over

Never moving a step, his hand in mine,

I waited for it to pass.

And through the mists of waning consciousness

I thought I heard a phone ring.

You’ve been chosen.

Ci siamo: ecco a voi qualche suggerimento per uscire tutti interi dal gioco (e, ci auguriamo, mentalmente apposto!)

ATTENZIONE: P.T. è davvero spaventoso, ma le uniche cose che vi impediranno di finire il gioco sono le vostre paure ed immaginazione. Dominatele e andrà tutto bene. Dopo tutto, è solo un gioco… Dormite bene!

I commenti sono chiusi.

2 Commenti

  • Questo gioco e’ stata l’esperienza piu’ spaventosa di tutta la mia vita. Il finale mi ha tenuto bloccato per 4 giorni ed ogni volta che ci “provavo” ero terrorizzato dall’idea di rigiocarci ma al tempo stesso felicissimo di avere fra le mani un gioello come pochi.
    Tutti almeno una volta dovrebbero provarlo… fino alla fine

  • Spaventoso… sì, niente da dire. I trailer successivi lo sono anche di più (l’hai visto l’ultimo trailer? Anche i piccoli dettagli sono curatissimi: il pallone-testa dietro una porta era… indicibile!).

    Sì, i dettagli sono la cosa che mi hanno colpito di P.T.: e dovevano esserlo, data la limitatezza dei luoghi esplorabili! Solo Kojima poteva far girare centinaia di migliaia di giocatori per un corridoio per delle ore.
    Mi sa che ci son rimasto un due ore abbondanti per arrivare alla fine; ora ci metterei… un quarto d’ora scarso! Ma è chiaro che la prima volta dev’essere la più terrorizzante, per il resto, essendo estremamente lineare, uno sa bene come proseguire, dopo averlo fatto la prima volta; il vantaggio è che quella prima volta è davvero angosciante!

    Spero rimanga esclusiva PS (è sempre un punto d’orgoglio, ammettiamolo), ma se dovesse uscire anche per la concorrenza… pazienza, un bel gioco sarà a disposizione di più persone!

    Comunque, per parafrasare sonoro-san, per me P.T. è stata l’esperienza più terrorizzante su PS4, ma non in assoluto. L’avrai già sentito, ma i primi Resident Evil e i Dead Space sono anche loro belli cupi…
    E comunque, ex-aequo con Outlast (ma non ho ancora provato The Evil Within, che ho comprato in versione steelbook, ma che giocherò solo dopo la laurea, con tranquillità!)
    Ti consiglio pure Lone Survivor, platinato su Vita, ma appena arrivato pure su PS4; un horror molto particolare…