Dibattito del Weekend – Giocate ai titoli indie?

14 0
Dibattito del Weekend – Giocate ai titoli indie?

Ciao ragazzi,
come avrete notato, a fianco dei giochi AAA, sta crescendo in maniera importante anche il numero di titoli indipendenti presenti sulle piattaforme PlayStation.

SonyConference_PSLovesIndies

E’ inutile dire che noi supportiamo la creatività (e il coraggio!) di questo brillante universo, ma voi cosa ne pensate del mondo indie? Avete occhi solo per i titoli AAA e non sopportate quei comparti grafici strani? Oppure andate in cerca delle migliori gemme indipendenti? Se siete fan degli indie dichiarate il vostro amore nella sezione commenti e consigliate qualche titolo a chi proprio non vuole staccarsi dai blockbuster più blasonati!

A voi la parola e buona domenica!

I commenti sono chiusi.

14 Commenti

  • ImagoPiesseparo

    Io trovo i giochi indie molto promettenti.
    Mi dà l’idea che il mondo dei videogiochi abbia ancora molto da offrire in termini di innovazione e idee!

    Ah, a proposito: Sapete se la licenza del PSM è ancora gratuita? Vorrei tuffarmi in prima persone nella creazione di un gioco…

  • BarneyMayerson99

    si, gioco ai titoli indie, li trovo molto interessanti, sono spesso un contenitore di idee nuove, e ho sempre ritenuto che un gioco buono sia fatto da una buona idea.
    per questo sono molto soddisfatto con la Ps Vita, che grazie ai giochi indie si sta ritagliando davvero un ottimo spazio.
    si sa quando usciranno Risk of Rain, Rogue Legacy , Luftrauser e Frozen Synapse???? (per Ps Vita ovviamente : ) )

  • Rispondo con sincerità: una volta, dei titoli indie, non volevo proprio saperne. Volevo solo i cosiddetti “gioconi”. Da tempo invece le cose sono cambiate. La molla è scattata con LIMBO (gioco indie assolutamente meraviglioso che consiglio a tutti) poi è proseguita con i vari Flow, Flower, Unfinished Swan, il bellissimo Sound Shapes, il recente Don’t Starve, Contrast, Txk (CONSIGLIATISSIMO!) e chi più ne ha più ne metta. Aggiungiamo poi che l’abbonamento al Plus spesso aiuta a scovare e giocare titoli indie che altrimenti passerebbero in sordina ed ecco qua.
    Insomma, ormai faccio distinzione solo tra giochi belli e giochi brutti (ovviamente a mio insindacabile giudizio :D), nessuna distinzione invece tra titoli AAA e indie. Ciò che conta è solo e soltanto la qualità…e spesso gli indie ne hanno da vendere, anche più di molti titoli grossi e famosi.

  • provati alcuni giochi indie e non fanno proprio per me li trovo decisamente noiosi, più una perdita di tempo che altro giochetti così andavano bene 10 anni fa su pc su una console stufano

  • Helrik_Donovan

    A me personalmente non piacciono per niente. Li trovo decisamente troppo elementari, con un gameplay ed un comparto grafico totalmente scadente nel 99,99% dei casi .

    Tralaltro, sul Playstation Store vengono venduti allo stesso prezzo dei così detti “gioconi”, per cui, dal momento che faccio molta attenzione al rapporto qualità/prezzo nei miei acquisti, direi che ho praticamente smesso di prenderli in considerazione visto che, a parità di costo, posso mettere le mani su giochi davvero fantastici, soprattutto tenuto conto delle promozioni periodiche che attendo per acquistare. Così, quando filtro i titoli tra cui desidero scegliere, quelli “indie” me li levo proprio davanti!

  • John_Mirror

    Io do a qualsiasi gioco una possibilità (sopratutto se lo ricevo gratis con il servizio playstation plus XD) e devo ammettere che alcuni titoli indie sono davvero interessanti (don’t starve mi ha tenuto incollato le ore davanti alla ps4 con mia immensa sorpresa o.o). Tutto dipende dalla qualità delle idee, per me il comparto grafico non fa il gioco.

  • nachos_senior

    ci vogliono indie innovativi e prezzi accessibili per ps4 se vogliono lanciare gli indie su quella console… mentre sono spendi per la PSVITA dove i gioconi non rendono affatto !!! Viva gli indie …

  • Io? Di certo! Io apprezzo molto il mondo indie, in particolari modo gli ultimi titoli che mi sono più piaciuti sono stati Don’t Starve perPS4(ero arrivato al terzo capitolo e poi sono morto!) e Thomas Was Alone,ottimo gameplay e trama divertente e piacevole! Senza poi parlare di altre chicche come il divertente e frustrante Stealth Inc. e poi il puzzloso e dall’ottima trama:Contrast. Non sto qui ad elencare tutti gli Indie che ho giocato ma posso affermare di certo che vedere alcune idee originali ti fanno risollevare il morale da certe cose fatte veramente male come CoD

  • mastrosperlonga

    Soprattutto grazie agli INDIE games oggi possiamo confermare il videogioco come decima arte….

  • Dopo il magnifico Journey gli indie hanno dimostrato di valere . Certo alcune produzioni sono meglio di altre ma trovo che in generale siamo molto curati . Ben vengano

  • Ho giocato per 99% solo quelli avuti con il plus e posso dire che sono degli ottimi titolo…

  • Investigaelfo

    Concordo alla grande con @VeesX.
    Dopo aver provato roba come Limbo, Machinarium (♥), Guacamelee e Journey ho la prova provata che ci sono giochi indie di assoluto valore. Ero molto tentato dall’acquisto di Stick it to the man, in offerta questo mese, un altro “giochino” da tenere assolutamente in considerazione.
    Comunque, almeno per me, è ovvio che il comparto grafico in un gioco è secondario; l’unico, vero metro di giudizio per valutarlo è il divertimento. E in quel campo, un titolo indie da 3 euro se la gioca alla pari con una produzione tripla A multimilionaria. 😉

  • Anch’io tengo molto in considerazione il mondo indie, tant’è che in questa generazione ho quasi più giocato a giochi digitali che non ai famosi titoli tripla A. È spesso in un contesto dove i soldi non abbondano che escono le idee vincenti, quelle più originali o innovative. Per attirare l’attenzione questi piccoli team di sviluppo devono puntare tutto su concept e meccaniche di gioco, sulla giocabilità insomma. E si sa, spesso e volentieri è proprio quello ciò che fa la differenza e il divertimento che ne scaturisce. Se poi a questo si riesce ad aggiungere anche un comparto grafico coi fiocchi, tanto meglio ma non è la priorità… Insomma l’importante è la freschezza delle idee, il coinvolgimento e le qualità artistiche che spesso vengono esaltate in questo contesto, proprio perché predisposti a “rischiare” di più rispetto alle software house classiche che devono puntare principalmente sul fare profitti, a costo di innovare con il contagocce…

  • a me piaciono molto i titoli indie, ovviamente ci sono quelli che meritano meno e ci sono i capolavori pero’ dal mondo indie stanno uscendo davvero buone idee ed e’ giusto puntare su questo settore.