Gli imprevisti che hanno ispirato Road Not Taken per PS Vita e PS4

3 0
Gli imprevisti che hanno ispirato Road Not Taken per PS Vita e PS4

Daniel Cook, Chief Creative Officer di Spry Fox, ci racconta delle curiosità legate allo sviluppo di Road Not Taken!

RNT1

C’è un tema ricorrente in Road Not Taken, gioco di prossima pubblicazione già annunciato ad agosto. Tutti i personaggi della nostra città nordica vivono secondo gli schemi: vanno a scuola, trovano lavoro, si innamorano e iniziano una famiglia.

Ma non sempre le cose vanno così.

Io sono cresciuto credendo che avrei vissuto una vita molto tradizionale, come quelle descritte da Norman Rockwell. Avevamo una casetta in una stradina serpeggiante nel territorio rurale del Maine. A scuola me la cavavo bene, avevo tutte le carte in regola. Poi quando mi sono confrontato con la realtà, è crollato tutto.

Sul fronte lavorativo, ho provato a fare carriera in vari settori. Il mio impiego “sicuro” e a tempo indeterminato presso una grossa azienda, il tipo di lavoro che molti sognano… beh… mi stava stretto. Ho provato ad avviare altre attività precarie che non sono andate a buon fine e alcune che hanno avuto successo. Mi hanno licenziato per aver futilmente disegnato aerei inseriti tra le chiappe. Mi hanno assunto con il doppio dello stipendio perché (l’ho saputo dopo) il cappello che indossavo durante il colloquio era piaciuto.

Vivo in un appartamentino in una metropoli, piuttosto che in una casa di periferia. Non ho il giardino e nemmeno il cane di razza. In età un po’ più adulta rispetto a quella che ti fanno credere nei film ho trovato il grande amore. Mi ero rimesso in carreggiata!

Poi abbiamo scoperto di non poter avere figli né poterli adottare. È una storia complicata: suscita tante emozioni diverse. Lascia un vuoto nella mia vita che non potrò mai colmare.

Quindi mi sento piuttosto distante da quell’esistenza ideale. Mi pongo un sacco di domande. È giusto essere felice? Sono comunque utile alla società? Quando avrò 87 anni e sarò in preda alla demenza senile, chi manderà il mio corpo flaccido in una casa di riposo?

Molti miei amici hanno messo su famiglia. Hanno creato il loro nido all’interno delle loro case perfette (con giardino) e si radunano a parlare delle nottate passate in bianco per via dei bambini. Le loro conversazioni volgono quasi sempre sulle ore di sonno e su come insegnare a usare il vasino. Mi sembra di osservare una vita del tutto diversa, lontana mille miglia dalla mia. Un mattino mi sono svegliato e mi sono detto, “Ehi, quello non è il mio futuro.”

Molte persone che conosco si trovano in situazioni simili. La loro vita non segue quella trama semplice che avevano immaginato da ragazzini. La vita reale è più intricata. Spero che questo contribuisca ad arricchirci di più.

Quindi, tornando a Road Not Taken. Si tratta di un gioco in cui vesti i panni di una persona che non vive un’esistenza canonica. Abiti da solo, fuori del villaggio, e con ogni stagione arriva una nuova tempesta. Gli abitanti del villaggio hanno bisogno di te. Ci sono tragedie e momenti di gioia. Eventi imprevisti e decisioni.

Puoi provare a vivere un’esistenza perfetta.

A presto,
Danc.

P.S. Vorrei cogliere l’occasione per dare un rapido sguardo al sistema delle relazioni di Road Not Taken che in parte è ispirato a giochi come Harvest Moon (vedete l’immagine sottostante). Durante il gioco incontrerete e stabilirete rapporti con una varietà di persone. Come tanti altri aspetti di Road Not Taken, questo vi spingerà a prendere delle decisioni e accettare le conseguenze, che in alcuni casi sono scontate, ma in altri casi imprevedibili.

RNT2

I commenti sono chiusi.

3 Commenti

  • Questo gioco mi ha colpito dalla prima volta che ne ho sentito parlare. Sarà davvero spettacolare!

  • Molto particolare…apprezzo questi giochi fuori dai soliti canoni, penso che lo prenderò in seria considerazione per la Vita.

  • Investigaelfo

    Stilosissimo, intrigante. Ma su PS3 non arriverà?