Annuncio del trailer “Making Of: The Last Of Us”

19 0
Annuncio del trailer “Making Of: The Last Of Us”

A dicembre abbiamo annunciato The Last of Us durante l’edizione 2011 degli Spike VGA Awards. The Last of Us  è un’esperienza capace di fondere elementi dei survival e con i titoli di azione per raccontare una storia vissuta in prima persona, su una piaga moderna che sta decimando l’umanità. Bene, prima del nostro annuncio abbiamo lavorato duramente per confezionare un trailer perfetto per farvi cogliere il mood e (speriamo) far pulsare  il vostro sangue con eccitazione al momento del nostro annuncio. Se ancora non avete visto il trailer, non perdetevelo:

Oggi daremo uno sguardo più in profondità a questo trailer. Vi abbiamo lavorato duramente per molto tempo e gran parte del lavoro di progettazione è stato dedicato a fare in modo che ogni fotogramma racchiudesse un minimo di informazione sul gioco in sé. Abbiamo cominciato più di un anno fa e, dopo alcuni giorni di pianificazione e preparazione, il risultato finale è stato questo video che oggi vi mostriamo: un eccellente sguardo ad alcune delle scene che hanno reso possibile la realizzazione del trailer promozionale di The Last of Us. Una volta terminato, potrete vedere come abbiamo realizzato il motion capture dei due protagonisti principali nel nostro studio di Culver City in California:

Come potete constatare, l’agire degli attori è stato lasciato allo stesso modo con il quale era stato reso tanto nel gioco come nel trailer. Le sfumature dei loro movimenti sono registrate nel nostro motore di sviluppo Naughty Dog e, successivamente, adattato al gioco e questo è ciò che fa sembrare essenzialmente reali i personaggi. Joel e Ellie, interpretati da Troy Baker e Ashley Johnson, non sarebbero mai stati possibili senza i loro movimenti. Ho la sensazione che sentirete parlare di nuovo di Troy e Ashley molto presto. Sono in arrivo altre notizie su The Last of Us! Non perdetele!

I commenti sono chiusi.

19 Commenti

  • alberto-gmail

    Davvero impressionante la cura riservata per il bellissimo trailer dell’annuncio del gioco 🙂
    Non vedo l’ora di sapere nuovi dettagli e “retroscena” del titolo che più aspetto nei prossimi anni(dato che potrebbe uscire anche nel 2013).

  • Sembrerà strano ma io invece di fronte a questo titolo resto abbastanza freddino. Intendiamoci, Naughty Dog è sinomino di garanzia a prescindere (del resto sono un grande fan delle saghe che ha inventato, Jak e Uncharted in primis) e il trailer è fatto davvero bene, tuttavia ai miei occhi manca quel appeal per farmelo davvero adorare. Certo, del gioco in sè si sa ancora troppo poco e quello che si è visto è da contestualizzare, però devo ammettere che con tutto l’hype che si era creato mi attendevo qualcosa di un po’ diverso e più originale. A prima vista sembrano le ambientazioni di Enslaved mischiate alle meccaniche survival (horror) di titoli tipo Dead Island. Speravo in qualcosa di più ancorato alla realtà insomma…

  • piccola curiosità: usciranno gli avatar sul PSN europeo?

  • alberto-gmail

    Effettivamente, hai anche ragione Foli, al momento non sembra che possa essere così originale o “fuori dagli schemi”, però, riuscire a realizzare qualcosa di veramente diverso é sempre più difficile…
    Eppure, continuo ad essere molto fiducioso, più che per le meccaniche di gioco e il gameplay, nell’atmosfera e nella caratterizzazione dei personaggi: sui quali i Naughty Dog hanno dichiarato più volte di volerci puntare moltissimo, in maniera decisamente maggiore rispetto ai loro precedenti giochi.

  • alberto-gmail

    Stiv, stando alle parole di Sony di un mesetto fa, gli avatar di The Last of Us per il PSN europeo, sono sottoposti al controllo qualità e, nella migliore delle ipotesi, dovrebbero uscire questo febbraio, però, già allora, avevano dichiarato che c’erano dei problemi…
    Quindi, arriveranno anche da noi(prima o poi) ma non si sà quando…

  • grazie Alberto 🙂

  • Ottimo! Io spero che con questo gioco Naughty Dog finalmente torni alle origini e si potrà dire Naughty Dog Difference! Crash aveva un’anima tutta sua! Jak idem! Diverso dal solito, coraggioso per essere stato uno dei pochi videogiochi cartoon a essere per adulti con personaggi complessi e trama esagerata!!!! Uncharted: Drake’s Fortune, Naughty Dog ha cambiato stile ma sempre restando unica, regalando un gioco di avventura particolare, tranquillo, poetico e emozionante anche se classico, in puro stile ND, ma con Uncharted 2 e Uncharted 3, ecco che qui ND crolla di botto! Facendo 2 giochi classici, senza più Naughty Dog Difference, creando 2 Uncharted troppo diveri dal primo e troppo esagerati, troppo da classici persone senza cervello, senza epicità, con Uncha 2 ancora ancora si salvava abbastanza, ma con Uncha 3 hanno veramente toccato il fondo! eliminado il loro stile di un tempo! Questo gioco ha le carte in tavola per essere un gioco in puro stile Naughty Dog! Speriamo bene!

  • penso che abbiamo giocato dei titoli differenti,dire che Ucharted 2 e 3 sono senza epicita e senza cervello non ci sta,ma neanche minimamente,anzi,è vero il contrario,qui di stile stiamo parlando e solo i ND riescono titolo dopo titolo a fare di meglio.

    ho visto le foto in game della demo presentata a eurogamer,sempre piu convinto che i ND sono unici nel panorama dei team che sviluppano giochi.

  • alberto-gmail

    Di nulla Stiv 😀 e complimenti per il nuovo avatar: molto bello!

  • Sarà, ma io quando compro un videogioco, voglio GIOCARE ad un videogioco e non GUARDARE un videogioco, è forse questo il motivo che non mi piacciono alcuni giochi di questi tempi

  • chupitodomina

    anche io la pensavo come te jak, però guarda mgs4, e’ pieno di video che durano decine di minuti, ed essendo il mio primo gioco ps3 appena lo provai volevo giocare e filmati li saltavo tutti.
    pero’ se ci pensi senza tutti quei dialoghi il gioco avrebbe perso fascino e non si sarebbe capito niente, già non è che mi sia ben chiaro tutto ora.

    poi concordo che ci sono diverse scene in uncharted 3 in cui non hai molta libertà d’azione, ad esempio mentre drake sta affogando nella nave e per liberarti ti basta premere triangolo qualche volta; diciamo che hanno voluto mescolare filmati ad un coinvolgimento minimo del giocatore

  • alberto-gmail

    Devo dire che, su certe cose sono d’accordo con l’amico JakDax: il primo Uncharted, per me, é stato “soltanto” un ottimo gioco, la prima parte é bellissima, con dei panorami veramente splendidi e delle meccaniche di gioco azzeccate, mentre nella seconda, l’ho trovato troppo “buio” e ripetitivo.
    Anche Uncharted 2, lo reputo un titolo ottimo, curatissimo e sempre divertente, ma non un capolavoro: in quanto a grafica, ambientazioni, doppiaggio italiano e, in generale, le musiche, ancora oggi, lo trovo perfetto.
    Rispetto al primo capitolo, é migliorato nella caratterizzazione dei personaggi(ai quali mi sono ormai affezionato) ma non nella storia: molto simile al precedente e con delle trovate discutibili.
    Il problema é nel gameplay: tante volte mi sembrava di giocare, appunto, con l’auto-play, penso a certe fughe, ad alcune fasi platform, mancava il senso di “rischio” e anche il boss finale é stato abbastanza deludente: c’era soltanto una mossa da fare…
    Ma comunque, mi é piaciuto lo stesso, controllare Nathan é sempre un gran piacere e in ogni caso, anche se, per me, la forza della saga sono la “scoperta” dei vari luoghi e i personaggi principali.

  • alberto-gmail

    Purtroppo, non posso ancora dire nulla riguardo Uncharted 3, pur avendolo preso qualche giorno fa, prima di giocarlo, voglio finire alcuni titoli precedenti…
    Anche se pure un mio amico che l’ha già finito mi ha detto cose simili a quelle di JakDax, soprattutto, che, spesso, é davvero troppo “guidato”, ma, alla fine, gli é piaciuto lo stesso 🙂

  • alberto-gmail

    Chupito, non penso che Jak si riferisse ai filmati(anzi, se ricordo bene le altre volte in cui ne ha parlato, ne sono sicuro), intendeva, come hai scritto te, la ridotta “libertà d’azione” di tanti momenti, anche perché lamentarsi per la quatità dei filmati presenti in Uncharted mi sembrerebbe assurdo: a parte che sono quasi sempre realizzati molto bene, ma poi, in media, saranno al massimo due ore per ogni capitolo della saga 😉

  • Si, io non sto parlando dei filmati, anzi, i filmati rendono il videogioco migliore, ma dopo avermi visto un bel video, voglio solo gioco, non è possibile che ora, esempio Uncharted 3, già il gioco dura 6 ore…ci sono 120 minuti di filmati! E oltre ai filmati ci sono ben 4 capitoli dove si cammina e basta mentre si parla, 3 capitoli guidati, dove sembra di vedere un film premendo tasti e il resto gioco…. io non critico i filmati, ma dopo il filmato voglio giocare, come è sempre stato in ogni santo videogioco in passato, ora i videogiochi stanno diventanto dei punta e clicca e basta

  • alberto-gmail

    Ah, ecco, ricordavo bene 😀

  • 😛

  • Si, per fortuna che per qualcuno non sono invisibile *__*

  • alberto-gmail

    Lol, io ti leggo sempre 🙂 poi, su certe cose, ho anche una buona memoria, quindi…