Pubblicato il

PS2: la Rockstar presenta Manhunt 2

Manhunt2_screen_1_2 Manhunt2_screen_10 Manhunt2_screen_2
Manhunt2_screen_12_2 Manhunt2_screen_3 Manhunt2_screen_4
Manhunt2_screen_6 Manhunt2_screen_7 Manhunt2_screen_8
Mentre tutti aspettano il prossimo 16 Ottobre, giorno destinato all’uscita ufficiale di GTA IV, la Rockstar continua a lavorare sui suoi capolavori, preparando il ritorno di Manhunt per PlayStation 2. Per chi avesse perso il primo episodio, sappiate che vi trovate di fronte ad uno dei giochi più violenti mai usciti per PS2, attenzione quindi a come lo utilizzate.

Il protagonista sarà Daniel Lamb che, dopo essere stato prigioniero per anni in un centro di igiene mentale presso il Dixmor Hospital, cercherà di scoprire il motivo per cui è stato rinchiuso. Come nel primo capitolo, non mancheranno le uccisioni silenziose, Daniel sarà libero di colpire con una pistola e con un fucile, ma anche con una siringa o con una semplice penna, anzi, saranno proprio gli oggetti apparentemente più innocui a rendere Lamb un assassino ancora più insensibile.

Passiamo alle differenze presenti in Manhunt 2, la prima riguarderà le “esecuzioni ambientali”, ci sarà la possibilità di uccidere i nostri nemici anche in assenza di armi. Omicidi che potranno essere compiuti solo in quei livelli in cui apparirà una X sulla mappa. Vedremo sicuramente un miglioramento dell’Intelligenza Artificiale, non basterà nascondersi in una zona d’ombra per sfuggire ai nostri nemici, dovremo conoscere il nostro ambiente a memoria per cercare di rimanere vivi. Un consiglio, non fate rumore, imparate a trattenere il respiro, perché anche un piccolo rantolo potrebbe costarvi la pelle e se avete l’intenzione di sfondare una finestra, dovrete attendere che un altro rumore copra quello dei vetri da voi frantumati.

0 Commenti
0 Risposte dell'autore

Dopo 30 giorni dalla pubblicazione di un post, non sarà più possibile lasciare commenti.

Storico modifiche