Il Blog Italiano di PlayStation

Quattro modi unici in cui Hitman 3 per PS VR permette di immedesimarsi davvero nel mondo di World of Assassination

1 0
Quattro modi unici in cui Hitman 3 per PS VR permette di immedesimarsi davvero   nel mondo di World of Assassination

IO Interactive svela ulteriori dettagli su come introducendo il punto di vista dell'Agente 47 si siano create opzioni di gioco inedite

Hitman 3 in VR fa del coinvolgimento il suo punto focale, permettendo ai giocatori di partecipare all’azione come mai prima d’ora e di vestire davvero i panni dell’Agente 47 nelle sandbox ricche di dettagli per cui è famosa la serie.  Un mese fa abbiamo annunciato che Hitman 3 sarà disponibile in modalità PS VR e ora siamo tornati per svelare altri incredibili dettagli.

Con l’aiuto di Sidsel ed Eskil del team VR di IOI approfondiremo l’argomento realtà virtuale e vedremo alcuni dei fantastici modi in cui Hitman 3 in VR permette di sentirsi davvero parte di World of Assassination.

1.   Punto di vista

Giocare a Hitman 3 in modalità VR è come giocare in prima persona e si può letteralmente vedere il mondo attraverso gli occhi dell’Agente 47. Il nostro obiettivo era creare un punto di vista d’effetto studiato appositamente per la realtà virtuale. Infatti si può quasi definire una ‘visuale VR’ più che una visuale in prima persona, perché per progettarla abbiamo dovuto riconsiderare tutti gli aspetti del gioco e la posizione della telecamera.

Ad esempio, in VR è stato necessario modificare l’altezza dell’Agente 47 per fare in modo che la visuale in prima persona e le azioni di copertura risultassero credibili. Allo stesso modo, abbiamo dovuto ripensare quali parti del corpo dell’Agente 47 sarebbero state rilevate dalle guardie, così da creare un’esperienza di gioco il più realistica possibile.

2.   Nuovi stili di gioco

Nelle prime fasi di sviluppo della realtà virtuale è stato divertente scoprire le nuove opportunità che potevamo sfruttare senza apportare modifiche al gioco. L’elevato livello di fedeltà e realismo degli ambienti ci ha permesso fin da subito di individuare nuove linee di tiro e nuovi nascondigli. Abbiamo poi iniziato a studiare, e sperimentare, come riuscire a interagire con gli oggetti in modo convincente.

Ci siamo resi conto che affrontare un livello trasportando un oggetto significava lasciarsi dietro una scia di distruzione, spesso senza volerlo, perché gli oggetti erano programmati per “attaccare” tutto ciò con cui venivano in contatto. Per ovviare a questo problema e consentire ai giocatori di scegliere quando utilizzare un oggetto per interagire o attaccare, abbiamo introdotto una funzionalità per “attivare” gli oggetti (priming). In questo modo potrai trasportare liberamente gli oggetti e usarli per attaccare solo quando lo desideri. Guarda da vicino come cambia la presa di 47 sul braccio robotico: ecco un esempio di cosa succede se tieni premuto R2 per attivare gli oggetti.

3.   Pensare fuori dagli schemi

Vogliamo che il mondo di Hitman VR sia davvero un mondo in cui tu ti possa immedesimare completamente. I giochi della serie Hitman hanno sempre avuto ambientazioni realistiche e coinvolgenti, ma adesso grazie all’esperienza di gioco in realtà virtuale potrai vedere bottiglie di vino e guardie di sicurezza molto più da vicino.

Quando non giochi in VR, se vai a sbattere contro gli altri personaggi potresti ricevere un rimprovero per la tua goffaggine. Questo livello di interazione, però, non era abbastanza per la realtà virtuale, quindi abbiamo aggiunto reazioni e battute di dialogo che si attivano quando, ad esempio, tocchi qualcuno sulla spalla.

Qui sotto puoi vedere come 47 prima tocca la guardia sulla spalla e poi “attiva” la mano chiudendola a pugno per sferrare un colpo da urlo.

4.   Mimetismo

I travestimenti sono da sempre parte integrante della serie Hitman, soprattutto delle uscite più recenti, in cui è possibile confondersi con l’ambiente circostante e rimanere nascosti anche quando si è in bella vista. L’Agente 47 è un professionista disposto a fare tutto ciò che serve per non compromettere una copertura, da sorseggiare un drink al bar a pulire un tavolo in cucina.

Di solito l’Agente 47 fa queste cose in automatico, ma in modalità VR ti diamo la possibilità di occupartene di persona sperimentando così un coinvolgimento totale, anche quando pulisci i tavoli! Ora puoi davvero recitare la parte del cameriere e occuparti delle varie mansioni come più ti piace. E in un batter d’occhio diventerai un provetto sicario e il dipendente del mese!

 Non vediamo l’ora di svelarti maggiori informazioni su Hitman VR e di mostrarti alcuni esempi degli scenari di gioco che ti troverai ad affrontare. Ti ricordiamo che in Hitman 3 sarà possibile “importare” i luoghi che già possiedi in Hitman 1 e Hitman 2, radunando in un unico posto oltre 20 luoghi dell’intera trilogia. Senza contare che tutti questi scenari possono essere utilizzati in modalità VR!

Non perderti i prossimi aggiornamenti su Hitman 3, abbiamo ancora molte novità da svelare prima dell’uscita il 20 gennaio 2021. Non stiamo nella pelle!

Unisciti alla conversazione

Aggiungi un commento

Non essere inappropriato!

Sii gentile e costruttivo. Per altri argomenti visita i nostri forum.

1 Commento

  • ASSOLUTO! Non ho parole, da amante della serie non vedo l’ora di vedere come funzionerà questo nuovo approccio 🙂
    Complimenti allo studio ♥

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Politica dei commenti (apri in una nuova scheda)