Pubblicato il

Celebriamo il primo compleanno di Nier: Automata con 9 incredibili curiosità sull’action classic RPG per PS4

Ecco come PlatinumGames ha intrufolato un tributo a Godzilla, ha avuto giocatori in conflitto con i CEO della Società e molto altro

Nier:Automata ha saputo distinguersi grazie a uno stile inconfondibile, conquistando i favori di critica e pubblico nonostante la contemporanea uscita di pesi massimi come Horizon Zero Dawn e Persona 5. La sua stessa natura di sequel ha attirato l’attenzione di fan e semplici curiosi.

Ma il successo di vendite e l’entusiasmo dei recensori non vengono mai per caso. Così, per festeggiare il primo anniversario dall’uscita del gioco, abbiamo stilato un elenco di piccole curiosità sull’universo di NieR: Automata. Diverse chicche potrebbero esservi sfuggite anche se avete affrontato l’intera avventura. Buon divertimento!

1. Il mondo di NieR è nato in un altro gioco

In effetti, prima che l’originale NieR vedesse la luce, Drakengard per PlayStation 2 propose un finale così bizzarro che a molti sembrò un semplice scherzo degli sviluppatori. Nell’ultima fase dell’avventura, il protagonista e il boss finale vengono catapultati dal loro universo fantastico fin nella Tokyo contemporanea, dove finiscono spazzati via dall’aeronautica giapponese dopo uno scontro tanto celebre quanto complesso.

Curiosamente, l’ambientazione post-apocalittica di NieR e NieR: Automata trae origine proprio da questo evento, perché sono i protagonisti di Drakengard a portare nel nostro mondo il letale morbo che trascina l’umanità sull’orlo dell’estinzione. Maggiori informazioni sull’universo di gioco sono disponibili nella nostra guida.

NieR

2. Esistono due versioni del titolo originale: NieR Gestalt in Occidente e NieR Replicant in Giappone

Un’altra particolarità del primo NieR riguarda la duplice forma del protagonista. Nella versione originale, NieR era il fratello di Yonah e faceva tutto il possibile per guarirla dalla malattia. Il gioco era intitolato NieR Replicant. In vista della pubblicazione occidentale, tuttavia, i creatori ritennero che la figura di un padre saggio e maturo potesse riscuotere maggior successo fuori dai confini giapponesi.

Così, pur gravando sui carichi di lavoro assegnati al team di sviluppo, decisero di realizzare due versioni distinte e pubblicarono NieR Gestalt con un nuovo protagonista, presentato questa volta come il padre di Yonah.

NieR

3. È possibile ottenere il tubo di ferro apparso nel prologo di NieR

NieR: Automata presenta una storia autoconclusiva, ma recupera diversi dettagli e spunti narrativi connessi al primo capitolo. Uno degli “easter egg” più evidenti è la presenza del tubo di ferro, l’iconica arma già disponibile nel prologo di NieR e ottenibile con la pesca anche nel mondo di Automata. Possibile che sia rimasta nascosta in acqua così a lungo?

4. Molti dei personaggi incontrati hanno nomi di filosofi

Essere o non essere? 2B or not 2B? Dato che l’esistenzialismo rappresenta il tema portante di NieR: Automata, non devono stupire gli innumerevoli riferimenti alla filosofia disseminati nel gioco. Fate particolare attenzione ai PNG, perché spesso portano il nome di personaggi che hanno fatto la storia del pensiero umano. Non mancano riferimenti a celebri intellettuali come Blaise Pascal, Simone de Beauvoir, Jean-Paul Sartre, Karl Marx, Friedrich Engels e molti altri ancora…

TITLETITLE

 

5. È possibile acquistare trofei con la moneta di gioco

Con il procedere dell’avventura, dall’area centrale avrete accesso a un negozio segreto che vi proporrà di “spendere denaro per sbrigare particolari questioni”. Sì, proprio così: potrete usare la moneta di gioco per sbloccare tutti i trofei disponibili. Non dovrete dare fondo a tutta la vostra pazienza: vi basterà spendere qualche migliaio di G per ottenere i trofei più ostici senza il minimo sforzo! Sarete comunque soddisfatti del vostro agognato platino? Ai posteri l’ardua sentenza.

6. Potete trasformare le voci nei suoni emessi dalle ombre del primo NieR

I nemici presenti nel primo NieR rispondono al nome di “ombre” e parlano un’incomprensibile lingua dal suono molto particolare. Durante la seconda partita a NieR: Automata, sbloccherete un modificatore di voci che ha effetto sulle tonalità di 2B, 9S e A2. Il cursore si trova in Impostazioni > Altro e permette di regolare il timbro robotico dei protagonisti androidi. Alzate il livello al massimo per ottenere un suono completamente digitale! Portandolo al minimo, al contrario, farete sì che 2B e 9S emettano strani grugniti simili ai versi delle ombre nel primo capitolo.

NieR

7. Il chip Clangore mortale induce i nemici sconfitti con hacking a emettere un lamento di morte

Nel gioco è disponibile un secondo modificatore vocale, questa volta relativo agli avversari. Equipaggiate il chio Clangore mortale e violate i robot per indurli a emettere strani rumori al momento della sconfitta! Il dispositivo occupa uno slot e non comporta alcun vantaggio pratico, ma produce un effetto irresistibile!

8. Potete affrontare i CEO di PlatinumGames e Square Enix nei contenuti aggiuntivi

NieR: Automata porta in scena combattimenti epici, ma lo scontro con i CEO di PlatinumGames e Square Enix è semplicemente… qualcosa di mai visto. Non vogliamo rovinarvi la sorpresa sulle dinamiche della battaglia, ma la musica, gli effetti grafici e i pattern d’attacco amplificano oltre ogni limite il “fattore follia” proprio della serie!

9. Potete combattere con un Godzilla robotico (più o meno)

Questo bizzarro combattimento è sfuggito a moltissimi giocatori perché si verifica solo in particolari circostanze, ma rispettando le giuste condizioni troverete un epico mini-boss ad attendervi nella foresta. Il T-Rex robotico ricorda da vicino il celebre rettile gigante, ma quando il suo corpo inizia a sparare raffiche di laser viola diviene ovvio il riferimento a Shin Godzilla, film di Hideaki Anno uscito nelle sale nel 2016.

3 Commenti
0 Risposte dell'autore
redellemarmotte 13 marzo, 2018 @ 19:24
1

Qualche possibilità di vederlo scontato anche sullo store europeo?

Investigaelfo 14 marzo, 2018 @ 10:17
2

Sono uno della minoranza etnica che si è giocato il primo, e in queste curiosità ci trovo tanto della follia di Mr.Taro.

Non vedo l’ora di giocarmi anche questo (che però devo ancora acquistare)!

Non sapevo in particolare dei legami esistenti tra Drakengard e NieR, oltre che la storia dei trofei acquistabili spendendo denaro nel gioco

Dopo 30 giorni dalla pubblicazione di un post, non sarà più possibile lasciare commenti.

Storico modifiche