Ecco come un esperimento sonoro in condizioni di cecità è diventato Stifled: il gioco horror per PS VR in uscita il 31 ottobre

0 0
Ecco come un esperimento sonoro in condizioni di cecità è diventato Stifled: il gioco horror per PS VR in uscita il 31 ottobre

TGattai Games racconta del suo progetto studentesco Lurking e dell’ispirazione che lo ha portato alla luce

Salve! Sono Justin Ng, amministratore delegato di Gattai Games, uno studio di sviluppo della soleggiata Singapore. Oggi siamo felici di annunciare che Stifled, gioco a cui abbiamo lavorato negli ultimi 3 anni, uscirà il 31 ottobre per PlayStation VR.

Forse avete già letto del gioco sul PlayStation Blog quando è stato annunciato al ChinaJoy di quest’anno, ma facciamo comunque una rapida panoramica: Stifled è un gioco stealth da brividi per VR che sfrutta i suoni e il microfono. Il mondo, avvolto nelle tenebre, si illumina ogni volta che emettete un suono, permettendovi di vedere dove andate e quali oggetti raccogliete. I suoni, però, rivelano anche la vostra posizione ai nemici nascosti nell’oscurità.

Questa è la premessa. Ma com’è nato il gioco? Per rispondere a questa domanda dobbiamo tornare al 2013, quando nacque Lurking, un nostro progetto scolastico che si sarebbe poi trasformato in Stifled.

Quell’estate, io e il team ci siamo imbattuti nell’animazione di una ragazza cieca che si orientava usando il suono, mentre gli effetti grafici riflettevano il suo stato d’animo. Quell’animazione fece nascere in noi l’idea di sviluppare un gioco “basato sul suono.

TITLE

All’epoca, la realtà virtuale stava per diventare accessibile al grande pubblico e pensammo che, dovendo realizzare un gioco basato sui suoni, sarebbe stato bello integrare il microfono per aumentare ulteriormente l’immersione. Con queste idee in testa, abbiamo iniziato la produzione di Lurking.

L’idea iniziale per Lurking si basava sull’utilizzo del tono e del volume per esplorare l’ambiente e risolvere enigmi. Il suono doveva avere un ruolo chiave, così abbiamo optato per una grafica semplice in bianco e nero e creato alcuni prototipi per testare le meccaniche con cui far “illuminare” le scatole in una stanza buia, quando venivano “toccate” dal suono. Dopo alcuni tentativi, colto da un lampo di genio, Bryan (direttore audio di Lurking e Stifled) disse: “È perfetto per un gioco horror.”

TITLE

Tutto il team era d’accordo.

Passando da un innocente gioco di esplorazione con il suono a un gioco horror, abbiamo dovuto riconsiderare il progetto e le sue caratteristiche. Il suono non era più solo uno strumento, ma anche un modo per attirare i nemici. Bastava un urlo del giocatore nel microfono per rivelare la posizione ai nemici nel gioco. Un conto è controllare l’uso del suono nel gioco, un altro è trattenersi fisicamente.

Abbiamo completato e pubblicato Lurking nel marzo del 2014, ottenendo buoni risultati. Ha anche ricevuto qualche premio e nomination! Vedendo del potenziale nell’idea, abbiamo deciso di sfruttarla in un gioco vero e proprio. Nell’agosto del 2014 Stifled è entrato nella fase di preproduzione.

TITLETITLE

Dopo il successo dell’interazione con il microfono in Lurking, volevamo portare Stifled al livello successivo con la realtà virtuale. Ed è stato esattamente ciò che abbiamo fatto quando abbiamo sentito l’annuncio di Morpheus. Abbiamo contattato il team di Sony Interactive Entertainment di Singapore ottenendo i kit di sviluppo, diventando così i primi sviluppatori di PlayStation VR nel paese.

Finalmente, dopo 3 anni e numerose scoperte, siamo pronti a pubblicare Stifled con il supporto di SIE. È stata una bella avventura, che speriamo di concludere insieme a voi.

TITLE

Forse non è il caso di urlare troppo, però. Possono SENTIRVI

Per maggiori informazioni prima dell’uscita del gioco, seguiteci su Twitter, mettete Mi piace su Facebook o iscrivervi alla nostra Newsletter.