The Last Clockwinder porta ingegnosi enigmi d’automazione su PS VR 2

0 0
The Last Clockwinder porta ingegnosi enigmi d’automazione su PS VR 2

Un gioco per giocatore singolo che si basa sul lavoro di squadra

Vi troverete a controllare dei Clockwinder’s Gloves, un’invenzione incredibile che vi permette di registrare qualsiasi cosa facciate con le vostre mani e trasformare quell’azione in un clone robot che ripete esattamente ciò che avete fatto in quel lasso di tempo. Questi cloni sono chiamati Gardeners e avrete bisogno del loro aiuto per salvare la vostra casa natale. Usate i cloni per mietere piante, azionare macchinari e persino per lanciarvi oggetti e prenderli al volo dall’altro lato della stanza. Non c’è una soluzione unica per le sfide: potete creare meraviglie di precisione o balorde macchine alla Rube Goldberg. L’unico limite è la vostra creatività.

The Last Clockwinder porta ingegnosi enigmi d’automazione su PS VR 2

The Last Clockwinder è un mix unico di gameplay di automazione e di enigmi. Dal suo lancio il gioco è stato lodato per il suo design innovativo, ricevendo diversi premi, tra cui Road To VR’s Best PC VR Game of 2022, Hardcore Gamer’s Best VR Game of 2022 e Finalist at the DICE Awards in entrambe le categorie VR. Siamo felici di portarvi The Last Clockwinder su PlayStation VR2 il 22 febbraio. 

Una meccanica fatta per il VR

Siamo grandi fan dei giochi di automazione, ma la parte che ci piace di meno è includere le istruzioni per le cose che volete automatizzare. Selezionare, trascinare, modificare le linee temporali: può diventare molto complicato! È qui che l’automazione con i cloni è differente. 

In The Last Clockwinder il modo per dire a un clone cosa fare è semplicemente farlo voi stessi. Iniziate a registrarvi premendo un pulsante. Le vostre mani, la vostra testa e tutti gli input vengono registrati per un breve periodo di tempo. Mentre registrate, potete prendere oggetti, lanciarli e afferrarli, usare strumenti: praticamente tutto. Quando la registrazione è finita, un clone appare nel punto in cui eravate e inizia a ripetere continuamente le stesse azioni che avevate appena svolto. I cloni possono essere creati con periodi di tempo di 2, 4 o 8 secondi e il sistema di registrazione fa in modo che i cloni rimangano sincronizzati. Non è necessario armeggiare!

Creare un’interfaccia così espressiva e facile da usare era possibile sono con il VR. Con tracciamento preciso e movimenti in 3D liberi non c’è attrito tra il pensare qualcosa e il farlo. Questa è una meccanica di gioco veramente unica del VR.

Esplorazione e ottimizzazione

Per progredire nel gioco, dovrete formare squadre di cloni che collaborano per raccogliere risorse dalle piante. Userete queste risorse per molte cose: dare energia ai macchinari, creare nuovi semi per le piante e sbloccare stanze nella Clocktower.

Quando lasciate una stanza, i cloni rimangono e la produzione e raccolta di risorse continua mentre non ci siete. Potete ritorna più tardi nella stanza per piantare nuovi semi o provare un nuovo schema di cloni per renderli ancora più efficienti.

Sfide per i furbi

È richiesta un po’ di destrezza e di problem solving per progredire nella trama principale di The Last Clockwinder. Ma per i giocatori che vogliono di più sono presenti sfide opzionali nella maggior parte delle stanze degli enigmi. Dovrete fare i conti con limiti sempre più ferrei sul numero di cloni che potrete utilizzare: pensate attentamente a dove registrare i vostri cloni e a come renderli i più efficienti possibile.

La storia con i vostri tempi

La storia in The Last Clockwinder è rappresentata da doppiatori incredibili, compresi Cissy Jones (Firewatch, Life Is Strange) e Ray Chase (Final Fantasy XV). Nella Clocktower troverete registrazioni che possono essere messe in pausa o fatte ripartire, permettendovi di vivere la storia con i vostri tempi e senza interrompere la vostra risoluzione degli enigmi.

Un mondo di orologi e fiori

Da bambina Jules viveva nella Clocktower, una struttura costruita in un albero colossale che ospita rare piante da tutta la galassia. L’unica altra residente della Clocktower era la Clockwinder Edea, la guardiana dell’albero e delle sue piante. Sono passati molti anni da quando Jules ha lasciato la Clocktower quando riceve un segnale d’allarme: Edea è scomparsa e la Clocktower sta affondando nell’oceano. Con l’aiuto del suo pilota e partner in affari Levi, Jules parte per la Clocktower determinata a salvare la sua casa d’infanzia.

La Clocktower è un posto speciale, antico e pieno di storia. Generazioni di Clockwinders hanno aggiunto all’opera dei loro predecessori, creando una tecnologia che sembra interfacciassi con l’albero stesso, scorrendo organicamente dentro e fuori dal tronco. Con la sua caduta in rovina, il confine tra natura e tecnologia si è fatto ancora più confuso. Muschio, cirripedi e ruggine stanno trasformando la Clocktower in un affresco di vita e decadimento.

The Last Clockwinder  è un titolo di lancio per PS VR 2 e sarà disponibile il 22 febbraio.

Unisciti alla conversazione

Aggiungi un commento

Non essere inappropriato!

Sii gentile e costruttivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Politica dei commenti (apri in una nuova scheda)

Inserisci la tua data di nascita.

Date of birth fields