Intraprendete il vostro viaggio in Asterigos: Curse of the Stars, su PS4 e PS5 dall’11 ottobre

0 0
Intraprendete il vostro viaggio in Asterigos: Curse of the Stars, su PS4 e PS5 dall’11 ottobre

Diamo un'occhiata più da vicino al mondo e ai mostri di Asterigos, e scopriamo le funzionalità di gioco e i bonus di pre-ordine.

Salve, coraggiosi guerrieri! Con l’approssimarsi della pubblicazione di Asterigos: Curse of the Stars su PlayStation, vorremmo parlarvi un po’ di più dell’azione di gioco, dei luoghi e dei mostri. Queste informazioni vi prepareranno per i luoghi e i nemici che troverete in Asterigos: Curse of the Stars, così sarete pronti ad affrontarli, quando sarà il momento.

Il mondo di Asterigos

La città di Aphes, vasta e grandiosa, è sbalorditiva. Da periferie e mercati ad accademie militari e miniere scintillanti, ogni zona del mondo vi offrirà un’esperienza visiva unica, battaglie avvincenti e scontri con i boss.

Sotto la città troverete una base speciale che collega tutte le aree del mondo ed è il punto di partenza della vostra avventura. Lo Shelter offre a Hilda un posto in cui tornare e sentirsi al sicuro. Qui potete intraprendere le nuove missioni affidate dagli Adherent, utilizzare gli archivi, i caveau, parlare con i fabbri, visitare i negozi e persino trovare un compagno con cui allenarvi, se ne avete bisogno!

C’è anche molto da fare nello Shelter e, man mano che andate avanti nel gioco, scoprirete altre opportunità. Vogliamo che i giocatori abbiano un senso di “connessione universale” mentre lo esplorano. Non è puramente un luogo in cui ti teletrasporti o fai rifornimento, ma il punto di partenza della vera esplorazione della città.

Mostri di Asterigos: Ethrus, il culto oscuro

Le strade della città sono piene di pericoli in agguato. Ogni quartiere, con le aree circostanti, è occupato da una miriade di nemici unici e letali, ciascuno dotato di aspetto e abilità originali. Parliamo di una delle fazioni nemiche, il culto oscuro di Ethrus.

Questa setta diverge dalla dottrina degli Dei delle Stelle: credono che solo facendo appello ai cuori selvaggi delle bestie potranno essere salvati dalla dannazione. A questo fine eseguono un magico “rituale di sublimazione” che li trasforma in lupi mannari e altre creature mitiche. Il rituale permette loro di usare i poteri delle bestie: la forza dei tori, le zanne e gli artigli affilati dei lupi o le ali veloci degli uccelli.

Usando la Starite, il minerale magico che serve a potenziare molte cose nella vita degli Aphesini, alcuni cultisti possono creare potenti incantesimi, come palle di fuoco a catena o persino onde d’urto. Ricordate di fare la massima attenzione quando attraversate la città, perché questi avversari spesso tendono imboscate o attaccano in sordina. Hanno anche la tendenza a spostarsi in gruppo, diventando ancora più difficili da affrontare.

Adattare lo stile di combattimento 

Hilda è abilissima e brandisce sei armi: spada e scudo, bastone magico, pugnali, braccialetti incantati, martello da battaglia e lancia. Può usare due armi contemporaneamente e cambiarle sul momento, a seconda della situazione. Ogni arma offre vantaggi e svantaggi. Ad esempio, quando combattete nemici armati di armi piccole, usate uno scudo per bloccare facilmente i loro attacchi.

Se invece il nemico brandisce uno scudo o indossa un’armatura forte, un martello da guerra sarà molto più efficace di una spada poiché i suoi potenti colpi potranno facilmente penetrare le difese dell’avversario. 

Potete combinare le armi a disposizione di Hilda a vostro piacimento per adattarle meglio alla situazione sul campo di battaglia. Ma soprattutto, sarete in grado di creare un vostro stile di combattimento utilizzando le caratteristiche uniche e i potenziamenti delle diverse armi!

Sotto terra

Durante il suo viaggio, Hilda non solo esplorerà la superficie della città di Aphes, ma scenderà anche in antiche grotte piene di misteri e pericoli, dalle quali si estrae il minerale magico: la Starite. Questi minerali cristallizzati brillano ed emettono una luce intensa, come le stelle, da cui queste grotte scintillanti hanno preso il nome: The Glittering Deeps.

La storia di questo luogo è così antica che non si trova nelle moderne cronache di Aphes. Vi si trovano persino antiche rovine che suggeriscono la presenza, in passato, di una città ancora più antica sul sito dell’odierna Aphes. Con così tanti misteri, questi abissi scintillanti sono un luogo pericoloso per gli avventurieri.

I mostri degli abissi

Nella conca più profonda c’è un’anomalia magica che dà vita alle scogliere, rendendole ostili verso chiunque osi sconfinare. Oltre alle creature di pietra, qui vivono anche dei “mostri cristallizzati”. Il loro aspetto si mimetizza con l’ambiente circostante e rappresentano un vero pericolo, in agguato tra i cristalli, pronti a inseguire la loro prossima preda.

Una di queste terrificanti creature si chiama Breathless.

Breathless è un mostro di pietra, dotato di un corpo solido e robusto, capace di controllare il potere magico della tranquillite, di cui è formato in parte anche il suo corpo. Questo mostro è pericoloso non solo nel combattimento ravvicinato, ma anche nel combattimento a distanza. Può colpire con le sue gigantesche braccia di pietra, oltre a scatenare una raffica di vari proiettili: missili, cannonate o rocce esplosive.

Ha un solo punto debole: è lento, quindi ogni suo attacco richiede un tempo di preparazione. E bisogna approfittarne! 

Partite all’avventura e costruite il vostro retaggio

Asterigos: Curse of the Stars arriva l’11 ottobre su PlayStation 4 e PlayStation 5, ma potete effettuare il pre-ordine oggi stesso! I giocatori con pre-ordine potranno iniziare a giocare tre giorni prima, l’8 ottobre, oltre a ricevere bonus aggiuntivi, come un’armatura esclusiva e una serie di accessori per potenziare il personaggio all’inizio del gioco.

Unisciti alla conversazione

Aggiungi un commento

Non essere inappropriato!

Please be kind, considerate, and constructive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Politica dei commenti (apri in una nuova scheda)

Inserisci la tua data di nascita.