Arkane ci racconta la creazione dell’originale PvP di Deathloop

0 0
Arkane ci racconta la creazione dell’originale PvP di Deathloop

La nascita della rivalità tra Colt e Julianna.

Fin dall’inizio volevamo che Deathloop avesse un elemento PvP. La dinamica del rapporto tra Colt e Julianna è il fulcro della storia di Deathloop e volevamo che si riflettesse anche nell’azione di gioco. E quando capita di poter vestire i panni sia dell’eroe che del criminale in un videogioco? Ovviamente, il viaggio di Colt è la campagna principale, ma dare ai giocatori la possibilità di saltare nella sua storia e dargli la caccia nei panni della rivale Julianna era un’idea davvero interessante. Troppo interessante per poterla ignorare.

Quando giocate nei panni di Colt, l’invasione di Julianna può essere controllata da un altro giocatore o dall’intelligenza artificiale, ma non sempre è stato così. A un certo punto dello sviluppo, il gioco era sempre online e non c’era Julianna come intelligenza artificiale. Ci abbiamo pensato su e non ci sembrava giusto. Volevamo che i giocatori fossero in grado di provare il gioco come preferivano, e se questo significava dare la possibilità di disattivare le invasioni online, allora andava fatto.

Questa è soltanto una delle tante cose che abbiamo dovuto considerare quando abbiamo sviluppato il PvP. Sapevamo di dover costruire un’esperienza equa, divertente e impegnativa per Colt, e dovevamo evitare che le invasioni diventassero fastidiose. Naturalmente, volevamo anche creare un’esperienza divertente per chi vestiva i panni di Julianna e cercare di evidenziare il piacere della caccia, più che il piacere di vincere la partita.

Per chi interpreta Colt, ciò significava aggiungere l’abilità Reprise, consentendo a Colt di “riavvolgere” il tempo quando muore. Julianna non può sfruttare questa abilità, quindi Colt ha un vantaggio. Dovevamo anche includere l’opportunità di evitare Julianna del tutto, manipolando l’antenna e uscendo dalla mappa. Non volevamo che i giocatori di Colt si sentissero costretti a un incontro, soprattutto se temevano di perdere attrezzatura preziosa. Julianna ha degli assi nella manica che la rendono un’avversaria feroce, ma abbiamo creato un equilibrio facendo in modo che Colt sia il più possibile furtivo e dannatamente difficile da rintracciare.

Per bilanciare il tutto per Julianna e incentivare i giocatori a scegliere di vestire i panni della cacciatrice, le abbiamo dato alcune opzioni di ricompensa uniche. Il sistema delle imprese consente a Julianna di salire di livello completando azioni specifiche durante la missione, quindi non ha bisogno di vincere una partita per progredire e ottenere ricompense come armi, abilità, migliorie e anche skin di personaggi per lei e Colt. Volevamo che questa modalità fosse un’aggiunta divertente, non una competizione, ed è anche per questo che abbiamo deciso di non includere le classifiche per le invasioni. Ma con tutti i vantaggi di Colt, abbiamo dovuto riflettere su come rendere la situazione equa per entrambi i giocatori. È così che è nato il sistema di allarme incrociato. Julianna può ricevere informazioni sulla posizione di Colt dai PNG e dai dispositivi di sicurezza e può anche avvisare i PNG della posizione di Colt.

Per il PvP avevamo due obiettivi principali. Il primo era quello di spezzare lo schema nel gioco, mentre i giocatori stanno esplorando le mappe o completando le missioni. Quando Julianna arriva sulla mappa, che si tratti di un altro giocatore o dell’intelligenza artificiale, il ritmo del gioco cambia improvvisamente e voi (nei panni di Colt) dovrete riconsiderare i vostri piani. La cercate e l’affrontate a testa alta? Vi nascondete con attenzione sulla mappa per non essere rilevati? O fuggite senza realizzare il vostro obiettivo? C’è così tanto da considerare dal punto di vista di Colt: dalla quantità di cariche residue di Reprise all’attrezzatura che potreste perdere se non uscite vivi dal confronto con Julianna. Ovviamente, ci sono anche le ricompense di alto valore che ricevete battendo Julianna: tutte le ricariche di Reprise, una grande quantità di Residuum, un’arma di alto livello, una nuova abilità o un miglioramento delle abilità… Vi converrà mettere sulla bilancia tutte le vostre opzioni e decidere la migliore linea d’azione.

Il secondo obiettivo è rendere ogni incontro imprevedibile e unico. Ci piace avere tutti questi sistemi nei nostri giochi che rendono persino per noi sviluppatori difficile prevedere cosa faranno i giocatori. L’aggiunta del PvP a Deathloop è stata un’incredibile opportunità per scoprire di cosa sono capaci i nostri giocatori. I comportamenti dell’intelligenza artificiale possono essere anticipati o ingannati. I comportamenti umani no. Questo è probabilmente il motivo principale per cui abbiamo deciso di consentire ai giocatori di incarnare la nemesi del protagonista. Inoltre, a essere sinceri, poter assumere il ruolo del cattivo della storia è fantastico!

Non avete ancora avuto l’occasione di provare il PvP? Saltate nella modalità Protect the loop di Deathloop per vestire i panni di Julianna e guadagnare abiti per entrambi i personaggi. Date un’occhiata a Deathloop ora disponibile su PS5.

Inserisci la tua data di nascita.