La tempesta sta per scatenarsi – Arashi: Castles of Sin arriva domani

0 0
La tempesta sta per scatenarsi – Arashi: Castles of Sin arriva domani

In che modo una riserva di lupi e un approccio spartano hanno reso possibile Arashi

Salve! Sono Emily Gitelman, produttrice associata di Endeavour One. Sono entusiasta di annunciare che Arashi: Castles of Sin sarà pubblicato in esclusiva su PlayStation VR domani, 10 agosto!

In Arashi: Castles of Sin, assumerete il ruolo di Kenshiro, un assassino shinobi d’élite. Con un arsenale di armi feudali e la lupa Haru al vostro fianco, dovrete vendicarvi dei banditi spietati che hanno terrorizzato la campagna, impadronendosi dei castelli in tutto il Giappone feudale.

Per realizzare questo gioco è stato fondamentale essere umili, tenaci e flessibili. Abbiamo mantenuto il nostro approccio un po’ spartano utilizzando strumenti da motion capture all’avanguardia, come una tuta inerziale per l’acquisizione completa del movimento del corpo, con tanto di guanti per i movimenti delle dita, e un’app per catturare il movimento del viso ad alta qualità. Tutto questo è stato fatto con un semplice computer portatile da poche centinaia di euro, per dimostrare che non è necessario disporre di postazioni di lavoro enormi e costose.

Con questi strumenti a portata di mano, avevamo uno studio mobile per il motion capture in grado di riprendere a una qualità che di solito richiederebbe un ambiente apposito, una decina di tecnici e centinaia di migliaia di dollari di periferiche e attrezzatura. Tutto questo è stato realizzato l’estate scorsa da un team di tre persone (io, Forrest Söderlind e Patrick Jandro) nel nostro ufficio.

Per la resa dei movimenti dei combattenti che affronterete, abbiamo lavorato con il maestro Russell McCartney, detentore del record mondiale di scherma giapponese. Come dice il nostro direttore creativo Tom Doyle: “non vi limiterete a combattere contro un tipaccio armato di spada, ma avrete di fronte uno dei più grandi spadaccini mai esistito”.

La katana non è la vostra unica arma, ma soltanto una delle dieci armi di cui disponete in Arashi.  Peter Carlson, direttore del design, è un sostenitore dell’importanza delle scelte dei giocatori e del gioco espressivo, quindi ci siamo assicurati che ogni arma avesse punti di forza e svantaggi che consentono ai giocatori di affrontare le sfide nello stile di gioco che hanno scelto.

Il nostro team voleva presentare questa storia interamente in giapponese con sottotitoli. Amiamo e stimiamo profondamente il cinema giapponese degli anni ’40 e ’50 e abbiamo voluto trasportare il giocatore direttamente nel loro film classico preferito.

Ci sembrava importante trovare un modo per rappresentare i manierismi culturali specifici del Giappone. Come abbiamo fatto? Abbiamo spedito un iPhone in Giappone, l’abbiamo fatto fissare su un treppiede e premere il pulsante di registrazione sul software di acquisizione mentre i nostri doppiatori giapponesi recitavano le loro battute. Per quanto ne fossimo entusiasti, presentare l’intero gioco in giapponese è diventata una sfida interessante, in quanto nessuno dei nostri animatori è madrelingua giapponese. Fortunatamente, Louis Lu, il nostro 3D Art Lead, e sua moglie conoscono bene la lingua e hanno contribuito a rendere la sincronizzazione delle labbra e i sottotitoli il più possibile coerenti.

C’era ancora molto lavoro da fare per completare l’impresa e, a detta di Forrest e Pat, questa è stata una delle esperienze più complesse e gratificanti su questo progetto. Per mostrarvi una parte del processo, abbiamo montato questo video di Ayane, cugina e guida di Kenshiro.

Volevamo che Haru non fosse soltanto un’arma potente, ma anche la vostra fedele compagna. Per catturare lo spirito di Haru, abbiamo fatto una gita a Predators of the Heart, una riserva naturale dove abbiamo passato una giornata incredibile a studiare i lupi e a giocarci. Fate un salto sulla nostra pagina Twitter @enceroroneinc per vedere qualche foto e video!

Il processo di lavoro per realizzare Haru è stato un po’ meno fai-da-te. Inizialmente volevamo registrare le sue animazioni in uno studio di mocap, ma la pandemia non ce l’ha permesso. Quindi ci siamo rivolti ai nostri amici di Beyond Capture a Vancouver, in Canada, i quali si sono coordinati con noi per una registrazione remota di quattro pastori tedeschi, ciascuno con un ruolo diverso: neutro, aggressivo, cinematografico e giocoso. Nessuno di noi aveva fatto, in tutta la propria carriera, una ripresa di animali a distanza ed è stata un’impresa enorme, però siamo davvero soddisfatti del risultato.

Vi state chiedendo se sia possibile accarezzare il cane? 

Sì. Potete accarezzare il cane. Anzi, il lupo.

Quando gioco ad Arashi, mi sento come una ninja furtiva e strategica in un parco, con tutti i miei fantastici giocattoli. Ho riso con soddisfazione la prima volta che ho affrontato due nemici, combattendone uno con la mia katana e l’altro con il mio tantō. Una delle cose che mi diverte di più è far cadere una mina vicino a un gruppo di nemici e comandare a Haru di distrarli, attirandoli nella mia trappola. E poi… bum!

Il nostro team non vede l’ora che possiate iniziare a giocare a partire da domani, 10 agosto! Siamo ansiosi di ascoltare tutti i dettagli delle vostre avventure nell’ombra.