I boss di Demon’s Souls – Gli sviluppatori descrivono in dettaglio i loro temibili nemici preferiti

1 0
I boss di Demon’s Souls – Gli sviluppatori descrivono in dettaglio i loro temibili nemici preferiti

Da lotte mozzafiato a scene indimenticabili, questi incontri con i boss hanno lasciato il segno.

Una cosa che mi ha sempre colpito dei boss di Demon’s Souls è la loro varietà. Ognuno di essi è stato concepito per farti sentire insignificante e sopraffatto: piccolo contro il Cavaliere della Torre, lento contro il Trapassatore, in trappola contro il Ragno Corazzato, senza alcuna via di fuga. Anche il primo scontro metterà a dura prova il vostro coraggio: dovrete vedervela con il corpulento Avanguardia. La sua massa e la sua forza saranno sufficienti a travolgere anche i giocatori più abili. Questo primo incontro vi instillerà la trepidazione e la paura che vi assaliranno ogni volta che vi troverete ad affrontare un nuovo, terrificante boss. Ma quando finalmente riuscirete a sconfiggerli, il senso di soddisfazione sarà immenso.

Eravamo curiosi di sapere quali fossero i boss più memorabili per i nostri amici e colleghi, così abbiamo fatto un piccolo sondaggio. Ecco quindi alcuni aneddoti di coloro che in passato hanno sofferto e trionfato, me compreso.

Gavin Moore

Di tutti gli abomini che imperversano nelle terre di Boletaria, il più indimenticabile per me è il Trapassatore. Al contrario del gigantesco Cavaliere della Torre, il Trapassatore è un attaccante rapido e mortale. La sua luccicante armatura argentea con inserti rossi riempie di terrore e ammirazione, e la sua saettante spada è letale. È un vero guerriero, ed è per questo che il mio duello preferito è contro di lui. È uno sfida di abilità e reattività, faccia a faccia. Semplice ed elegante. E sconfiggerlo è il massimo della soddisfazione.

Yasutaka Asakura

Produttore esecutivo, SIE Worldwide Studios External Development

Il Vecchio Monaco è l’ombra che si cela dietro il potere annidato nella Torre di Latria: è il creatore degli orrori che la abitano, il sovrano che getta chiunque osi sfidarlo nella Prigione delle Speranze. Ma il suo corpo vecchio e decrepito non è abbastanza forte per affrontarti in combattimento: con il suo ultimo respiro invoca un campione avvolto nella veste d’oro del potere del monaco. Lo scontro sarà contro questa apparizione, che combatterà con furia imprevedibile. Mi piace questo boss perché è il più impegnativo, e si comporta quasi come se fosse umano. E ogni volta che si combatte, lo scontro è sempre diverso.

Marco Thrush

Presidente, Bluepoint Games

Il mio combattimento preferito è quello contro il Re delle Tempeste.

Fin dalla cutscene si capisce che ci si troverà di fronte a una battaglia epica e unica. Usare [SPOILER] per abbattere questo arcidemone è un’esperienza memorabile, che grazie al fantastico sound design non dimenticherete facilmente. Bonus: è anche un ottimo posto per raccogliere anime.

Shuhei Yoshida

Responsabile di Indies Initiative, SIE

Il mio boss preferito è il Re delle Tempeste, la manta gigante che vola sopra Boletaria. Quando l’ho visto avvicinarsi e mi sono reso conto delle sue enormi dimensioni, sono rimasto a bocca aperta sbigottito. “Non c’è modo di batterlo”, ho pensato, e ho fallito molte volte, trafitto dalle sue lance di ghiaccio. Alla fine l’ho battuto, consumandolo lentamente con incantesimi e frecce.  Ma quando mi sono reso conto che potevo usare [SPOILER], che si trova nel livello, con effetti devastanti e straordinari, sono rimasto di nuovo a bocca aperta, non per il combattimento, ma per l’inventiva dello sviluppatore nel creare questa incredibile battaglia.

Peter Dalton

Capo dipartimento tecnologia, Bluepoint Games

Demon’s Souls ha dei boss iconici, ma credo che uno in particolare spicchi sugli altri. Astraea fa storia a sé. Anche se non richiede la reattività spasmodica necessaria per abbattere altri boss, l’incontro con lei è emotivamente indimenticabile. Mano a mano ci si addentra nella sua valle di disperazione e la musica sale, non si può fare a meno di mettere in discussione le proprie intenzioni. Uccidere i suoi seguaci fa nascere dei dubbi sui propri scopi. La musica, l’atmosfera e le immagini si fondono perfettamente. Sebbene Garl Vinland non sia un avversario da sottovalutare, è il momento finale con Astraea quello che resterà con voi per molto tempo dopo il combattimento. Non dimenticherò mai le parole “Avanti, prendete la vostra preziosa anima demoniaca.”

Mark Skelton

Direttore artistico, Bluepoint Games

Per me il boss più formidabile e gratificante del gioco è il Fiammeggiante. È veloce e potente, e metterà alla prova le vostre abilità e la vostra preparazione. La resistenza al fuoco è un must, e non lasciatevi mettere all’angolo! Non c’è alcuno spazio per gli errori, quindi dovete dare il massimo! Ricordo che dopo aver sconfitto questa bestia enorme, ho lanciato il controller e ho iniziato a correre per casa urlando come un pazzo per la soddisfazione. I miei familiari credevano che avessi vinto la lotteria.

Come potete vedere, i boss di Demon’s Souls sono molto amati e rappresentano l’essenza del gioco. Quindi sapevamo che nello sviluppo di Demon’s Souls per PS5 avremmo dovuto dedicare molto tempo a ricreare questi nemici, assicurandoci che mantenessero la loro identità e il loro stile di combattimento. È stato importante infondere loro nuova vita, aggiungendo un’enorme quantità di dettagli, non solo al loro aspetto, ma anche al modo in cui si muovono, rendendoli più imponenti e minacciosi.

Tutti questi terrificanti, incredibili boss vi aspettano per sfidarvi: dall’ardente Fiammeggiante, pronto a darvi alle fiamme con un solo colpo, al Vecchio Eroe cieco, contro il quale il silenzio è la chiave della vittoria. Quale sarà la vostra nemesi?

I commenti sono chiusi.

1 Commento

  • Demon’soul c’è ho in digitale ed fisico per ps3 prima di entrare nella nebbia per combattere contro il boss mille dubbi ti assillano e Andrenalina sale quante Volte sono morto dai miei sbagli ho imparato come batterlo dal mio primo soul sono venuti tutti gli altri come potrei descrivere un capolavoro del genere li amo alla follia