Killing Floor 2: il lungo viaggio fino alla Stazione del Marchio infernale

0 0
Killing Floor 2: il lungo viaggio fino alla Stazione del Marchio infernale

Una presentazione esclusiva della nuova mappa in arrivo il 29 settembre per lo sparatutto in prima persona

I nostri aggiornamenti stagionali per Killing Floor 2 sono stati un elemento centrale del supporto continuativo al gioco fin dalla sua uscita. E naturalmente, viste le radici horror di Killing Floor, Halloween ha un posto speciale nei nostri cuori. Dopo gli onirici mostri di Incubo nel 2017, la festosa celebrazione delle grandi icone horror del passato in Festa dei mostri nel 2018 e l’orrore mentale di Manicomio di Frassino nel 2019, sapevamo di dover condurre il giocatore a vette inesplorate nel 2020 mantenendo vivo lo spirito di Halloween.

Killing Floor 2

L’idea iniziale per la Stazione del Marchio infernale è nata dal forte legame di Killing Floor con Londra e i film horror. Nel primo Killing Floor, Londra è stata una delle mappe più memorabili del gioco. Perciò, sapevamo bene di avere di fronte l’esaltante possibilità di riportare i giocatori in quegli stessi luoghi, ma non volevamo limitarci a presentare una versione rivista della mappa originale: volevamo un ambiente completamente nuovo. Mentre cercavamo ispirazione, ci siamo imbattuti nell’iconica stazione di King’s Cross, e siamo rimasti affascinati dal suo tetto in vetro a griglia e dagli archi imponenti che sormontano i suoi binari. Sapevamo di avere tra le mani qualcosa di straordinario, che avrebbe potuto essere trasformato in uno spazio di gioco unico tutto da esplorare.

Killing Floor 2

Dal momento che numerosi membri del team sono fan dell’occulto, alla fine abbiamo optato per una mappa a tema infernale. Per quanto riguarda la struttura e l’ubicazione della mappa, sapevamo fin da subito di voler sviluppare una mappa ispirata aa un luogo reale in modo ancorarla maggiormente alla realtà, ma anche di rafforzare il legame tra essa e i giocatori. Volevamo che la Stazione apparisse come sul punto di essere invasa e sopraffatta.  Siamo riusciti a trovare soluzioni creative per fondere questi due temi e a incorporare elementi nuovi all’ambiente come figure organiche, lava e obelischi di pietra.

Killing Floor 2

A proposito della storia della mappa e a come si inserisce nel più ampio universo di Killing Floor, inizialmente abbiamo azzardato alcune idee per collegarla a eventi e personaggi passati incontrati nelle mappe in modalità Obiettivo. Tuttavia, gli elementi fantastici di questa ambientazione infernale avrebbero reso piuttosto difficile confermare la sua canonicità, specialmente nel caso in cui non esplorassimo ulteriormente questa linea narrativa negli aggiornamenti futuri. Per tutti gli amanti delle trame, la storia implicita per cui ci siamo accordati è la seguente: il Patriarca ha un po’ di astio nei confronti degli invasori demoniaci che sono improvvisamente sbucati a Londra. Sono solo un altro ostacolo nella sua interminabile missione per la conquista del mondo! Questa trama segreta è il motivo per cui il Mercante parla con la voce del Patriarca in questa mappa.

Killing Floor 2

Man mano che sviluppavamo il design di Stazione del Marchio infernale, abbiamo deciso di aggiungere degli elementi unici relativi al gameplay che potessero collegarsi agli obiettivi stagionali, in modo da offrire opzioni strategiche più approfondite e donare un tocco di novità all’esperienza standard di Killing Floor 2. Per tale ragione, abbiamo aggiunto il concetto di “patto demoniaco” tramite i tre obelischi nella mappa. Vi offriranno grandi vantaggi, se sarete pronti a correre il rischio di interagire con essi…. L’interazione con gli obelischi permette ai giocatori di cedere (temporaneamente) parte della propria salute e capacità di guarigione in cambio di potenziamenti temporanei ai danni e alla velocità, in modo da coronare il sogno di ogni giocatore classico di Killing Floor 2 di trucidare senza pietà gli Zed. Abbiamo scoperto che gli obelischi tendono a rendere le sessioni di gioco ancora più frenetiche, e chi siamo noi per dire di no a un po’ di sana frenesia?

Killing Floor 2

Inoltre, abbiamo aggiunto diversi portali infernali sparsi su tutta la mappa per fornire indizi contestuali sul metodo di arrivo degli invasori alla stazione, ma anche per aprire alcune possibilità a livello di gameplay per la gestione dei combattimenti. Studiando attentamente il loro posizionamento, i giocatori potranno prevedere meglio da dove spunteranno gli Zed e stabilire zone difensive efficaci. Una volta terminata l’ideazione e lo sviluppo della mappa, abbiamo dedicato parecchio tempo a testarla, migliorarla e ottimizzarla affinché fosse perfetta al momento del lancio.

Killing Floor 2

Speriamo che abbiate apprezzato questo breve tuffo dietro le quinte dello sviluppo di Stazione del Marchio infernale, e che apprezzerete giocare in questa mappa tanto quanto noi abbiamo apprezzato svilupparla. La mappa Stazione del Marchio infernale è un elemento gratuito dell’aggiornamento Insurrezione Infernale in arrivo il 29 settembre 2020 per Killing Floor 2 su PS4.