Vi presentiamo Braid, Anniversary Edition per PS4 e PS5.

0 0
Vi presentiamo Braid, Anniversary Edition per PS4 e PS5.

Ecco a voi i primi dettagli su come abbiamo migliorato questo classico platform a enigmi per il lancio del 2021.

Come svelato oggi in State of Play, all’inizio del 2021 lanceremo Braid, Anniversary Editionsu PS4 e PS5.

Braid fu originariamente pubblicato nel 2008, e da allora tante cose sono cambiate. Il titolo originale girava a 720p, che all’epoca sembrava una risoluzione molto elevata, ma vi basterà avviare un gioco qualsiasi a 720p su un televisore 4K per rendervi conto di quanto sembri sgranato!

È per questo che la grafica del gioco è stata completamente ridipinta a mano dall’artista David Hellman. Ma non cisiamo limitati a una rivisitazione immagine per immagine: ora che è possibile far girare il gioco su macchine più potenti, abbiamo ripensato alcune aree per renderle più speciali, aggiunto nuove animazioni al protagonista così da renderne i movimenti più fluidi e reattivi, e rivisto il gioco per intero migliorandone la resa e rifinendone i dettagli.

Stiamo inoltre rivedendo il comparto sonoro per renderlo più ricco e dettagliato. L’audio è in lavorazione per mano di Martin Stig Andersen (che ha lavorato aControl, Insidee altri giochi di alto profilo) e Hans Christian Kock (che ha lavorato a Max: The Curse of Brotherhood, oltre ad aver accumulato una vasta esperienza nel cinema e nella TV).

Per vedere la differenza tra la versione vecchia e quella nuova di grafica e sonoro avrete la possibilità di passare dall’una all’altra in qualsiasi momento durante il gioco. Così, se avvertirete un po’ di nostalgia, potrete fare un salto nella versione 2008 del gioco.

Vi presentiamo Braid, Anniversary Edition per PS4 e PS5.

A coronare l’offerta, abbiamo voluto anche aggiungere i commenti degli sviluppatori. Dal momento che Braidè da molti considerato un classico, volevamo fare del nostro meglio per fornire tutte le informazioni più richieste, e ad un livello di dettaglio molto più profondo rispetto a quel che si vede solitamente nei giochi. Parleremo dunque di programmazione, arte, design, storia dei videogiochi e tanto altro, inserendo dei portali hyperlink all’interno del gioco che vi permetteranno di saltare da un livello all’altro per seguire il filo dell’argomento.

Tratteremo questi aspetti scendendo nei minimi dettagli, molto più di quanto non si faccia solitamente nei blog, nei siti dedicati al gaming o nei commenti all’interno dei giochi stessi. Buona parte dei commenti si svilupperanno su diversi strati di approfondimento: ad esempio, potrete avere una panoramica tecnica sulle meccaniche di riavvolgimento del tempo, ma se vorrete saperne di più avrete la possibilità di farlo, e se alcuni piccoli aspetti di quell’argomento vi interessano in modo particolare potreteaddentrarvi ancora di più per conoscere maggiori dettagli.

Ancora non sappiamo quante ore di commenti inseriremo (li stiamo ancora scrivendo e registrando). Sappiamo soltanto che ce ne saranno un sacco.

Non vediamo l’ora di svelarvi altro sul gioco man mano che ci avviciniamo alla data di uscita!