Il Blog Italiano di PlayStation

Media Molecule ha realizzato un video musicale per la canzone di Noah Cyrus July interamente in Dreams

0 0
Media Molecule ha realizzato un video musicale per la canzone di Noah Cyrus July interamente in Dreams

Guarda come il progetto etereo si è unito passo dopo passo.

Salve,

sono Kareem Ettouney, Art Director e cofondatore di Media Molecule. Siamo felici di aver da poco pubblicato un video musicale con Noah Cyrus, una collaborazione resa possibile da Dreams, e volevamo mostrarvi un dietro le quinte di come è stato realizzato. 

È da molto tempo che lavoriamo con Sony per trovare l’occasione giusta per collaborare alla realizzazione di un video musicale con Dreams, per mostrare le potenzialità del progetto per questa meravigliosa forma artistica.

Il nostro team ha passato un sacco di tempo ad ascoltare canzoni di potenziali collaboratori, alla ricerca del giusto abbinamento, e alla fine ha avuto l’opportunità di partecipare a un gruppo di collaborazione One Sony per realizzare un video musicale per la bellissima canzone di Noah Cyrus “July”.

Abbiamo voluto abbracciare pienamente la visione One Sony, in cui i giochi, la musica, la tecnologia e la struttura organizzativa di Sony si sono unite per realizzare questo video.

Il nostro progetto iniziale era di mescolare le riprese dal vivo di Noah con la grafica di Dreams, ma questa parte del progetto è stata accantonata a seguito dei lockdown causati dal COVID-19. Perciò ci siamo concentrati su una nuova idea e abbiamo dato vita a una collaborazione davvero virtuale.

La canzone

Adoriamo la canzone July di Noah Cyrus: è senza tempo, e la melodia è molto spontanea.

Ascoltando la canzone, abbiamo capito che non si tratta di una storia di liberazione o di illuminazione: è un’esplorazione dei conflitti interiori, e ci è piaciuto molto il coraggio con cui sonda queste emozioni senza un finale sdolcinato. Quindi abbiamo deciso di accompagnare il pubblico in un viaggio visivo che riproduca la nostra esperienza con la canzone.

Il concept

Il concept era piuttosto chiaro nelle nostre teste fin dall’inizio… le prime idee sono sorte spontaneamente in risposta a “July”, e man mano che sviluppavamo il video e ricevevamo le idee e gli input di Noah, altri dettagli si aggiungevano a dar forma al risultato finale. Abbiamo immaginato Noah come una statua di marmo scolpita nei più piccoli dettagli, posata su un piedistallo in una galleria fredda e vuota. Da lì, montagne, foreste ed altri elementi naturali scaturivano da lei, come se fossero emozioni visive, e nel corso del video ci allontanavamo gradualmente da lei fino a farla sparire in un cosmocolorato di nuvole gassose.

Mentre sviluppavamo il documento di presentazione abbiamo usato Dreams per creare storyboard, mood board, bozzetti e animazioni. L’idea ha subito un processo di raffinazione, e sono emersi elementi come l’idea dello strappo, che funge da scintilla per le emozioni visive che scaturiscono dalla scultura di Noah.  Grazie a un singolo strappo, Noah genera un’orchestra visiva di vita…

Noah e la scultura

Sapevamo fin dall’inizio che catturare le sembianze e lo stato d’animo di Noah nella canzone era fondamentale. Poiché non avevamo intenzione di animare la scultura, era essenziale che fosse piena di vita anche priva di movimento. 

È stato un compito impegnativo, sebbene usi gli strumenti di Dreams fin dai primissimi prototipi che abbiamo creato molti anni fa. Catturare le sembianze e la personalità di un essere umano è uno degli obiettivi più difficili nell’arte, indipendentemente dal mezzo utilizzato!

Ma gli strumenti di scultura messi a disposizione da Dreams permettono all’artista di concentrarsi sulla forma senza spendere troppo tempo a lottare con un’interfaccia utente complessa e farraginosa. Ho scolpito i capelli di Noah usando una delle mie funzioni preferite della modalità scultura, inserimento su superfici, e contemporaneamente prolungavo con lo strumento curva. È piuttosto terapeutico.

Anche le foto di riferimento di Noah per questa opera hanno ispirato nuovi elementi: la farfalla con cui si apre il video proviene dai suoi tatuaggi, e la usiamo per attirare l’occhio dello spettatore sulla scena. 

In definitiva, questa statua di Noah è diventata una delle mie creazioni preferite in Dreams.

I paesaggi emotivi

I paesaggi emotivi che crescono intorno alla scultura di Noah sono ispirati alle cascate, alle montagne di sale dell’Islanda e alla pareidolia (la somiglianza di cose nascoste in luoghi inaspettati). Quando abbiamo saputo che Noah aveva scritto la canzone a Bali, ci è sembrato naturale disegnare i nostri paesaggi intorno alle montagne dell’Anello di Fuoco dell’Indonesia che dominano sullo sfondo.

Abbiamo giocato con le dimensioni, rendendo tutto più piccolo rispetto a Noah: in questo modo, la statua diventa gradualmente un’epica figura che incombe all’interno di un paesaggio in continua evoluzione. La scena è punteggiata di “pareidolie”, che ho immaginato come raffigurazioni di Noah colte in momenti diversi del rapporto descritto nella canzone. Mi è piaciuto molto integrarle nei paesaggi per ricondurre visivamente il tutto a Noah nell’intera opera. Qui ho cercato di ricreare la corona di Noah presente nella foto di riferimento che ci ha fornito, utilizzando i pini per enfatizzare le dimensioni. Abbiamo illuminato questi elementi con una palette di colori caldi, in modo che si distinguessero dai paesaggi illuminati in modo più naturale e avessero una loro identità visiva. 

Verso la fine del video usiamo il fuoco, che lambisce e avvolge Noah per visualizzare il suo conflitto interno. Non è finito, la bellezza e la meraviglia che è cresciuta intorno a lei è ancora piena di tristezza e turbamento.

Usciamo dalla galleria mentre il fuoco e il fumo prendono il sopravvento.

‘You remind me every day I’m not enough but I still stay’

La scatola si allontana per diventare una stella circondata da miliardi di altre stelle.

Immaginiamo che ognuna di quelle stelle sia una scatola che contiene le emozioni di Noah, un’esperienza chiusa e sigillata alla deriva nel vuoto cosmico, sempre dentro di noi, non sempre desiderosa di essere trovata.

C’è una vastità e una solitudine che ben si accorda alla bellezza delle immagini che la canzone lascia a lungo nella nostra mente, anche quando il sipario è calato… e ci rendiamo conto che tutte queste stelle sono altre emozioni di Noah. Le stelle poi sbiadiscono una ad una nel nulla… questa parte conclusiva del video è stata realizzata più tardi sulla base dell’input di Noah e della sua sensazione che il video dovesse collegarsi al tema della “fine di tutto” presente nel suo lavoro.    

Gli strumenti collaborativi di Dreams

Abbiamo usato molte delle funzionalità collaborative in-game di Dreams per permettere a tutti noi di lavorare a questo progetto a distanza. Dopo tutto, questo progetto è stata una vera e propria collaborazione tra discipline e persino paesi diversi, con Noah negli Stati Uniti e uno dei nostri artisti freelance, un talentuoso membro della community di Dreams, Martin Nebelong, che risiede in Danimarca. Il team Mm, Anthony, Pablo, Suzy ed io, siamo tutti residenti nel Regno Unito.

Uno degli aspetti migliori degli strumenti di Dreams è che si può entrare e creare gli asset 3d più velocemente che non realizzando un concept in digitale. Questa velocità di creazione in 3d permette ad Anthony, il nostro regista, di esplorare le idee cinematografiche e fornisce a Pablo, il nostro animatore, il materiale per esplorare l’animazione degli elementi simultaneamente e nelle prime fasi del processo di sviluppo, in modo che il concept, la pre-visualizzazione e i metodi di sviluppo finale si fondano tutti insieme.

La funzione “collaboratori” permette ai team di utenti di Dreams di riunirsi per lavorare insieme privatamente sui contenuti, e pubblicare lavori accessibili soltanto a loro. 

Abbiamo organizzato tutto il nostro lavoro utilizzando un’altra delle nostre caratteristiche in-game chiamata “collezioni”. Sono state un ottimo modo per organizzare in un unico posto tutto il lavoro di questo video.

Ci auguriamo che vi piaccia il video e il racconto di come è stato creato. E, come sempre, non vediamo l’ora di vedere cosa create in Dreams.

Media Molecule ha realizzato un video musicale per la canzone di Noah Cyrus July interamente in Dreams

Unisciti alla conversazione

Aggiungi un commento

Non essere inappropriato!

Sii gentile e costruttivo. Per altri argomenti visita i nostri forum.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Politica dei commenti (apri in una nuova scheda)