Il doppiaggio in inglese di 13 Sentinels: Aegis Rim è in arrivo il 22 settembre

1 0
Il doppiaggio in inglese di 13 Sentinels: Aegis Rim è in arrivo il 22 settembre

Intervista alla responsabile della localizzazione, Allie Doyon

13 Sentinels: Aegis Rim è in arrivo su PlayStation 4 con doppiaggio in inglese insieme alla patch del Day 1, disponibile dal 22 settembre!

Una nuova avventura sci-fi targata Vanillaware che varrà bene l’attesa! Noi degli uffici SEGA of America abbiamo molto a cuore questo gioco, e per questo oggi ad affiancarmi ci sarà Allie Doyon del team di localizzazione!

Allie ha lavorato al doppiaggio di 13 Sentinels: Aegis Rim. Avendo trascorso molto tempo in cabina, è una vera miniera di informazioni sui retroscena.

Ari Advincula: 13 Sentinels: Aegis Rim ha fatto incetta di premi, in Giappone. È addirittura in lizza per il premio Seiun nel settore sci-fi, ed è stato l’unico gioco a essere nominato per la partecipazione!

Potresti presentarci in breve l’universo di 13 Sentinels: Aegis Rim?

Allie Doyon: Certo! A essere sincera, questo gioco è davvero unico nel suo genere. Una breve premessa non basterebbe a rendergli giustizia. Al posto della tipica narrazione che tende gradualmente verso un climax finale, qui la storia è in grado di tenere il giocatore incollato allo schermo dall’inizio alla fine, travolgendolo con un susseguirsi di colpi di scena. Ci immaginavamo gli sviluppatori intenti a domandarsi “Quanti colpi di scena si possono infilare in un solo gioco?”. Potrei passare ore e ore a raccontarvi ogni cosa, ma vi toglierei il piacere di scoprirlo con i vostri occhi. Se dovessi riassumere i punti principali, direi che il gioco ruota attorno a un emozionante, straordinario mistero che coinvolge il tempo, lo spazio e l’umanità stessa. È una vera e propria dichiarazione d’amore alla fantascienza: robot giganti, mostri giganti (i kaiju), misteriosi uomini in nero, eccetera eccetera. Ma ci sono anche tematiche più umane, come quelle legate all’amore, agli scopi, alla memoria e all’io. Con un eccezionale scenario audiovisivo targato Vanillaware, tutti questi elementi si fondono per dare vita a una miscela travolgente.

AA: Ci sono 13 personaggi e 13 storie che si intrecciano tra loro. È tanta carne al fuoco. Come faranno i giocatori a stare dietro alla storia?

AD: È questo il bello! Nel corso del gioco sarà possibile sbloccare sempre più percorsi per i propri personaggi. I percorsi si intrecciano tra loro, rivelando al giocatore tasselli di verità su un dato personaggio mentre è impegnato a riordinare il passato di un altro. Nel prologo di Iori Fuyusaka, per esempio, la ragazza incontra un personaggio di nome Ei Sekigahara. Subito dopo perde il tesserino scolastico. Il ragazzo lo raccoglie, e in seguito il giocatore scoprirà che il tesserino contiene un indizio molto importante per la storia del ragazzo stesso.

E per caso ti dovessi perdere tra le varie trame all’interno del gioco, esiste una modalità chiamata “Analisi” che consente di riordinare tutte le informazioni. La modalità Analisi contiene due elementi: l’Archivio Eventi, che permette di riguardare quasi tutte le scene legate alla trama, e i File Mistero, una sorta di glossario che si sblocca gradualmente man mano che si ottengono le informazioni. Questa visione d’insieme dei vari tasselli è un ottimo modo per provare a ricostruire il puzzle della trama e scoprire la verità.

AA: Com’è stato gestire il doppiaggio durante la quarantena?

AD: Cavolo… Diciamo che è stata un’esperienza intensa, ahah. Avevamo iniziato il doppiaggio in studio, come sempre, ma dopo pochissimo tempo il COVID-19 ci ha costretto a lasciare la struttura. Abbiamo dovuto rivedere tutto, specialmente i proprietari dello studio, i tecnici e i doppiatori, costretti a inventarsi un modo alternativo per completare il lavoro. La sicurezza dei doppiatori è di primaria importanza: hanno bisogno di polmoni sani e forti per poter fare il proprio lavoro. Nessuno, tuttavia, voleva rinunciare allo straordinario doppiaggio in inglese che stava prendendo forma. C’è voluto un po’ per capire come riorganizzarci, ma alla fine siamo riusciti a registrare tutto tramite videochiamate di gruppo. Non si trattava di semplici chiamate: avevamo bisogno di registrazioni di altissima qualità audio. I tecnici dovevano inoltre poter operare sul comparto sonoro in qualsiasi momento, e i doppiatori dovevano poter leggere i copioni condivisi sullo schermo. Per riuscire a ottenere la giusta qualità audio, i doppiatori hanno dovuto allestire degli studi improvvisati in casa. Il che, a volte, significava rinchiudersi in un armadio armati di microfono! Ovviamente abbiamo incontrato una miriade di imprevisti di natura tecnica, ma abbiamo comunque fatto l’impossibile per far sì che il gioco vedesse la luce.

AA: C’è qualche aneddoto sul lavoro con i doppiatori che ti va di raccontarci?

AD: Se da fuori la trama di 13 Sentinels ti sembra complessa, non immagini quanto sia stato difficile per il direttore del doppiaggio spiegare ai doppiatori i singoli personaggi! Non so più quante volte abbiamo detto “capirai tutto più in là” durante le registrazioni. Nella storia non c’è un personaggio principale, dunque ogni doppiatore conosceva solo la storia della parte che interpretava… il che ha senz’altro alimentato la curiosità generale.

Senza fare spoiler, ci tengo a dire che alcuni aspetti di questo gioco si sono rivelati alquanto ostici sul piano dell’interpretazione. La performance dei doppiatori è stata straordinaria, davvero! È stata una vera e propria dimostrazione di talento. Non vedo l’ora che possiate giocarci e sentire con le vostre orecchie!

AA: C’è qualcos’altro che vorresti dire ai lettori di PlayStation Blog?

AD: Vi piace mangiare? A me piace mangiare. Alla gente di Vanillaware piace mangiare. A Takatoshi Hijiyama, un personaggio di 13 Sentinels: Aegis Rim, piace mangiare. Se questo gioco non vi farà venire voglia di fare scorta di panini al yakisoba in piena pandemia, non so cos’altro potrà riuscirci.

Se siete in cerca di qualcosa di nuovo e intrigante, non perdetevi 13 Sentinels! È uno dei giochi più belli su cui abbia lavorato in oltre 9 anni nel settore, e tutti noi abbiamo dato il massimo per rendergli giustizia. Adoro ogni singolo personaggio presente nel gioco. Spero che vi ci affezionerete quanto me!

Grazie per essere stata con noi, Allie!

Effettuando ora il pre-ordine di 13 Sentinels: Aegis Rim dai rivenditori fisici, riceverete un artbook contenente opere pittoriche firmate Vanillaware. I pre-ordini digitali arriveranno presto!

I commenti sono chiusi.

1 Commento

  • Per questo genere di titoli tipicamente giapponesi, il doppiaggio in inglese per è un lavoro enorme e spesso si snatura alcuni passi del gioco (vedasi la polemica sul doppiaggio di FFVII Remake).
    Diventa invece fondamentale la localizzazione nelle varie lingue, almeno multi 5.
    Per cui la domanda è:
    ci saranno i sottotitoli in italiano per questo gioco?