Terrore assicurato con Resident Evil 3 e Resident Evil Resistance

0 0
Terrore assicurato con Resident Evil 3 e Resident Evil Resistance

Capcom prosegue sulla scia dei suoi innovativi remake con un nuovo sequel ricco di azione

Tensione e calma si alternano. Fughe e inseguimenti si susseguono. La sensazione di sparare l’ultima preziosa cartuccia del mio fucile, prima di trovare una scorta di munizioni nascoste dietro l’angolo. I giochi migliori di Resident Evil ti tengono costantemente sul chi vive e ti fanno temere per la tua sopravvivenza, e lo spietato remake di Resident Evil 3 di Capcom fa il suo lavoro mantenendo altissima la tensione. L’avventura horror a giocatore singolo si affianca a Resident Evil Resistance, un titolo multigiocatore asimmetrico online in cui vesti i panni di uno fra quattro sopravvissuti o di un sadico Mastermind.

Resident Evil 3 è un vero gioiello horror, una collezione di fughe adrenaliniche costruite a partire dalle solide basi del remake di Resident Evil 2 dell’anno scorso (uno dei miei preferiti di sempre). La tensione è sempre alle stelle, perché non sai mai quando Nemesis, il potente e implacabile avversario di Jill, irromperà all’improvviso per attaccarla.

Le mosse che Jill ha a disposizione per schivare e sfuggire ai suoi inseguitori mi fanno letteralmente impazzire. Premendo R1, si possono schivare gli zombi che si lanciano su di te o i pugni di Nemesis in maniera davvero appagante, tanto è elevata la reattività. Un ottimo tempismo nei movimenti ti ricompensa con alcuni secondi di slow motion, ottimi per polverizzare i nemici.

Questo remake resta fedele allo spirito originale della versione del 1999 per quanto riguarda la trama e l’atmosfera da film d’azione, ma l’arricchisce di nuove ambientazioni, nemici migliorati e altre sorprese. Mi è piaciuto tantissimo esplorare la centrale R.P.D. vestendo nuovamente i panni del mercenario Carlos Oliveira. E ora Nemesis può fondere dei parassiti alla testa degli zombi, aumentando le loro difese e dotandoli di un attacco con tentacoli a lungo raggio. Grazie a tutte queste gustose novità ho tratto la conclusione che dopotutto, l’horror più riuscito è sempre quello che gioca sull’inaspettato.

Resident Evil 3 on PS4

Resident Evil 3 mantiene uno dei miei elementi preferiti di Resident Evil 2: i potenziamenti permanenti per le armi. Le modifiche come caricatori più grandi, silenziatori, componenti per migliorare la precisione di tiro e molto altro ancora sono fondamentali per combattere o sfuggire a Nemesis. Non dimenticare di aprire tutti i contenitori, dato che la maggior parte dei potenziamenti per le armi rendono le tue preziose munizioni ancora più distruttive (e ancora più toste). Inoltre, aumentare le dimensioni del tuo inventario con uno stilosissimo marsupio targato R.P.D. è davvero catartico.
Hai bisogno di prenderti una pausa dal costante inseguimento dei mostri? Resident Evil Resistance, un titolo multigiocatore asimmetrico online 4 contro 1 incluso con Resident Evil 3, ti permette di assumerne il controllo. Mi sono divertito da matti a giocare nel ruolo del Mastermind per evocare il mastodontico tiranno di Resident Evil 2 (alias Mr. X) o G-Birkin, e seminare il panico tra i sopravvissuti controllati dagli altri giocatori. Giocare nei panni di questi mostri iconici è il sogno segreto di tutti i fan di Resident Evil. È anche estremamente appagante poter spiare i nemici tramite le telecamere di sorveglianza e mandare all’aria i loro piani di fuga posizionando accuratamente zombi, tagliole e altre trappole. Entrare nella mentalità di un cattivo di Resident Evil è una sensazione che crea quasi dipendenza.

Resident Evil Resistance on PS4

Ma ho trovato anche fantastico unirmi agli altri sopravvissuti per immergermi nell’atmosfera più tradizionale di Resident Evil. Aiutarsi a vicenda ad evitare le trappole disseminate dal Mastermind mi ha riportato alla mente i bei vecchi tempi e tutte le ore passate a giocare a Resident Evil Outbreak, ai tempi della PS2. La mia sopravvissuta preferita è January, che con le sue abilità di hacker è perfetta per limitare il controllo del Mastermind sulle telecamere. Varcare la porta finale porta con sé un brivido di vittoria che spero di poter provare nuovamente (preferibilmente al fianco dei miei compagni di squadra).
L’horror due-per-uno di Capcom soddisfa su tutti i fronti, sia che tu preferisca sopravvivere in solitaria o con gli amici… o addirittura essere l’artefice della distruzione. Prossima fermata, Raccoon City!