Il Blog Italiano di PlayStation

I creatori di Resident Evil 2 parlano del processo di sviluppo per il 1° anniversario del gioco PS4

0 0
I creatori di Resident Evil 2 parlano del processo di sviluppo per il 1° anniversario del gioco PS4

A un anno dall'uscita dell'acclamato survival horror, il produttore Yoshiaki Hirabayashi, il direttore Kazunori Kadoi e altri condividono momenti chiave dello sviluppo

Esattamente un anno fa, Capcom ha riportato in vita il suo capolavoro survival horror, Resident Evil 2, per terrorizzare le nuove generazioni. Il remake, ricostruzione totale del classico PSone, è riuscito a raggiungere le indimenticabili vette dell’originale, introdurre novità e donarci uno degli spauracchi più memorabili dell’era PS4: Mr. X.

I remake non sono più una rarità, ma l’estremo interesse dimostrato dai fan per questo progetto, già quando il primo trailer e il gioco stesso non erano ancora stati svelati dallo studio, provano quanto fosse (e ancora sia) amata la versione del 1998. Tutte le preoccupazioni legate ai cambiamenti nel gameplay introdotti dagli sviluppatori sono svanite non appena i giocatori hanno mosso i primi passi in una certa stazione di polizia rimodellata ma familiare in modo inquietante.

Per festeggiare il primo anniversario del gioco, abbiamo chiesto ad alcuni membri principali del team di sviluppo, il produttore Yoshiaki Hirabayashi, il direttore Kazunori Kadoi, il direttore artistico Satoshi Takamatsu e

il compositore Shusaku Uchiyama, di raccontarci alcuni punti salienti del processo di sviluppo. Di seguito riportiamo i loro aneddoti e ricordi, dalla presentazione iniziale alla finalizzazione del gioco per il lancio nel 2019. Buon divertimento!

La storia della proposta iniziale

Resident Evil 2 on PS4

Produttore Yoshiaki Hirabayashi: Ne abbiamo parlato molto dall’annuncio del gioco, ma ci sono sempre stati molti fan che chiedevano un remake di Resident Evil 2. Ci abbiamo pensato diverse volte nel corso degli anni, ma non è facile proporre di creare un ottimo remake di questo classico e non siamo mai riusciti ad avviarne davvero lo sviluppo.

Finalmente, dopo alcuni anni, si è presentata l’occasione giusta e ne abbiamo parlato ancora una volta, riuscendo a ottenere il via libera per metterci al lavoro sul remake di RE2. Alcuni fan si ricorderanno che, non appena ciò è successo, abbiamo pubblicato il nostro annuncio “We Do It” sui social media nell’agosto 2015: eravamo così emozionati di poter confermare che il gioco era in sviluppo! Per il team, al tempo ancora abbastanza piccolo, è stato un po’ come se il vero lavoro cominciasse allora!

Il momento in cui il team capì che il nuovo design avrebbe funzionato

Resident Evil 2 on PS4

Direttore Kazunori Kadoi: Dal mio punto di vista, credo sia stato quando siamo riusciti a implementare sia l’aspetto che le meccaniche di gioco degli zombi e abbiamo potuto provare il titolo e sparargli, facendone saltare gli arti con dei tiri precisi e così via. Era meraviglioso e non veniva mai a noia, a prescindere da quanto si continuasse a giocare. È stato allora che ho sentito che questo gioco aveva davvero qualcosa di speciale.

La sfida più grande per il team

Resident Evil 2 on PS4

Direttore Kazunori Kadoi: Trattandosi del remake di un gioco che ha un’infinità di fan in tutto il mondo, la sfida più grande era non tradire le loro aspettative mantenendo al contempo fresco il remake. Bilanciare questi due aspetti è stato un vero atto di equilibrismo durante lo sviluppo, per il quale sono state necessarie molte scelte difficili.

Il direttore artistico Satoshi Takamatsu parla del nuovo aspetto dei classici personaggi di RE2

Leon

Resident Evil 2 on PS4

Era importante mantenere l’aspetto che Leon aveva nell’originale, sottolineando il fatto che, trattandosi della sua prima comparsa nella serie dal punto di vista cronologico, è ancora una recluta alle prime armi. Volevo poi dare un tocco più realistico alla sua uniforme da poliziotto e ai suoi accessori… quindi via le spalline! A questo proposito, ci siamo consultati con un produttore di attrezzatura militare.

Claire

Resident Evil 2 on PS4

Come con Leon, sentivo che dovevamo trovare un equilibrio tra il rispetto del suo look originale e il realismo che ci si aspetta da un titolo moderno. Claire è un’amante delle moto e una donna molto attiva, quindi volevo ridisegnarla in modo che il suo aspetto ne riflettesse la personalità, mostrandone la grinta e il fascino. Certo, dovevamo mantenere la sua inconfondibile giacca rossa da motociclista, ma abbiamo deciso di aggiungervi un design del tutto nuovo sul retro, opera dell’altro nostro direttore artistico, un inglese di nome Gez Fry.

Ada

Resident Evil 2 on PS4

Ada è un personaggio molto importante sia per i fan che per il team di sviluppo: è stato davvero difficile modificarne l’aspetto per il remake. Abbiamo preparato così tante varianti per i suoi vestiti… e ci sono voluti più di sei mesi di proposte prima di scegliere un modello per il volto. Visto il tanto impegno che vi abbiamo riversato, è stato bello vedere che ai fan è piaciuto il suo nuovo look! È una gran soddisfazione ricevere feedback positivi dopo aver faticato tanto.

Sherry

Resident Evil 2 on PS4

Ho affrontato la rivisitazione di Sherry pensando che non doveva essere una tipica “ragazzina carina” e basta: doveva avere un po’ di profondità ed essere un personaggio al quale ci si potesse affezionare, che si volesse proteggere. Per Sherry, Claire e Ada, il direttore artistico di Resident Evil 7, Tomonori Takano, si è unito a noi per aiutarci.

Mr. X

Resident Evil 2 on PS4

Nella versione originale di Resident Evil 2, il Tyrant viene lanciato da un elicottero, ma nel remake abbiamo rivisitato il suo aspetto sulla base dell’idea originale: un infiltrato che tallona la sua preda per poterla eliminare. È per questo che si nasconde sotto a un cappello, anche se non so quanto funzioni, in effetti… (ride). È stato stupendo vedere quanto i giocatori lo trovino terrificante e quanto piaccia come personaggio.

Nuovi sound design e colonna sonora del gioco

Resident Evil 2 on PS4

Compositore Shusaku Uchiyama: Creare un sound design e della musica che fossero moderni e adatti a un nuovo titolo nel 2019, e che al contempo ricordassero i suoni di un gioco uscito 20 anni fa, è stata un’impresa, ma anche una sfida divertente e gratificante da affrontare insieme come team.

Osservare la reazione dei fan all’annuncio del gioco

Direttore Kazunori Kadoi: L’intero team di sviluppo si è riunito nel nostro ufficio per assistere in diretta all’annuncio E3. Non pensavamo che un gioco che era “solo” un remake avrebbe generato una reazione tanto forte: vederlo è stato una sorpresa e un piacere. Ma c’è di più: quando le reazioni al gameplay dello stand all’E3 hanno iniziato a diffondersi, abbiamo visto che i giocatori lo adoravano, e abbiamo addirittura vinto alcuni premi legati all’evento! Questo è stato il miglior complimento per me come direttore, e ha generato anche una sorta di pressione aggiuntiva per i mesi rimanenti del progetto (ride).

I festeggiamenti della fase gold

Resident Evil 2 on PS4

Produttore Yoshiaki Hirabayashi: Una volta entrati nella fase gold, abbiamo organizzato una festa gigantesca. I volti di tutti facevano capire quanto ogni singolo membro del team si sentisse davvero soddisfatto di aver finalmente raggiunto questo traguardo, e abbiamo parlato delle varie difficoltà che avevamo affrontato durante il progetto, delle impressioni dei fan relative al gameplay e cose del genere.

A dire il vero i capi progetto, me incluso, volevano che questa discussione “dietro le quinte” fosse poi resa disponibile ai fan, in modo che potessero vedere di cosa discutevamo davvero. Per questo abbiamo organizzato un’altra riunione del team di sviluppo, che è stata filmata e pubblicata online. Se qualcuno di voi lettori è interessato ad ascoltare una montagna di storie e aneddoti interessanti sullo sviluppo di Resident Evil 2, incluso un momento con il direttore del gioco originale, Shinji Mikami, date un’occhiata a questa serie di video! Ecco i link YouTube.

Tavola rotonda Resident Evil 2 parte 1:

Il team non sapeva che lo stessimo filmando durante questa prima parte! Guardandola, quindi, sentirete una discussione davvero schietta (ride).

Tavola rotonda Resident Evil 2 parte 2:

In questa sezione si vedono immagini e sequenze video del gioco ancora in sviluppo non disponibili altrove!

Tavola rotonda Resident Evil 2 parte 3:

Durante questa parte, nientemeno che Shinji Mikami, il direttore del gioco originale, si unisce a noi per una discussione con i direttori del remake. Hanno cominciato a lavorare tutti e tre presso Capcom nello stesso periodo, quindi si conoscono da un bel po’! Parlano anche del leggendario “RE1.5”, di cui mostriamo anche delle sequenze.

Tavola rotonda Resident Evil 2 parte 4:

All’inizio avevamo pensato a una serie composta da tre parti, ma c’erano rimasti degli altri aneddoti meravigliosi da raccontare, quindi ne abbiamo aggiunta una quarta.

Resident Evil 2 è disponibile per PS4 .
Resident Evil 3 sarà disponibile il 3 aprile