Il Blog Italiano di PlayStation

5 motivi per cui il gioco di corse arcade Touring Karts su PS VR dà il meglio su PS4

0 0
5 motivi per cui il gioco di corse arcade Touring Karts su PS VR dà il meglio su PS4

Potenziamenti personalizzabili, appassionanti circuiti, cross play e tanto altro ancora

Ho sempre amato i giochi di corse, dalle simulazioni ai giochi arcade. Questa passione ha contribuito ad aiutarci, nel 2016, a esordire in questo settore, con l’uscita di MiniDrivers.

Quando abbiamo pensato di portare il gioco su PS4, sapevamo che non sarebbe bastata una semplice conversione. Così, abbiamo preso l’idea originale e l’abbiamo rivisitata per portarla su console. Ci siamo ispirati ai migliori titoli del genere, ossia a giochi come Crash Team Racing e Formula 1 di Codemasters (uno dei miei preferiti).

Questo ha assicurato che il titolo fosse pieno di quelle funzioni che i giocatori si aspettano: un multigiocatore su più piattaforme, moltissimi contenuti, fantastici potenziamenti personalizzabili e numerose opzioni di accessibilità. Un fantastico motore fisico, una grafica mozzafiato e tantissimi percorsi con pericoli sempre nuovi, pronti a interferire con la corsa, per rendere ogni giro di pista diverso dal precedente. È così che è nato Touring Karts.

Touring Karts on PS VR

1. Mantenere viva la comunità dei videogiocatori

Assicurarci che ci siano abbastanza giocatori online per mantenere l’ambiente multigiocatore dinamico rappresenta una sfida costante. Il cross-play, che ha unito i giocatori VR a quelli non-VR, ha dimostrato di essere una soluzione semplice… o almeno, in teoria. Ma la realtà, fatta di infrastruttura server e di test di tutte le combinazioni di piattaforme e comandi, è più complessa. È difficile, ma ne vale la pena. In questo modo si riesce a garantire a tutti i giocatori la stessa esperienza, a prescindere da dove si trovino e su che supporto giochino.

2. Precisione migliorata per tutti

Touring Karts on PS VR

La vera sfida è stata quella di offrire a ogni giocatore la stessa identica esperienza, indipendentemente dal fatto che indossasse o meno un visore VR. Con la VR sei in grado di maneggiare i potenziamenti martello o lanciagranate. È istintivo. Preciso. Dovevamo assicurarci che gli input dati da un controller PS Move, da una levetta analogica Dualshock 4 o dal tocco su uno schermo touch screen offrissero sempre lo stesso livello di precisione

3. Quanto è divertente?

Lottare per il primo posto può essere una questione seria. Volevamo alleviare la tensione (o aumentarla, se sei sotto attacco) con i nostri potenziamenti multigiocatore, che meglio si prestano a rappresentare i nostri sforzi verso il lato più strano di questa modalità. Certo, i martelli e i lanciagranate non sono oggetti solitamente utilizzati in pista, ma non sono una novità per i giocatori delle altre arene online. Ma che ne pensate di un pollo gigante e arrabbiato o di una banda di mini scimmie addestrate a ipnotizzare i rivali?

È inoltre possibile fondere i potenziamenti. Combina quel pollo rabbioso con un bazooka e guardalo seminare il panico: indosserà un berretto militare e lancerà esplosivi sulla testa degli sfortunati che incroceranno il suo cammino. Scambia un bazooka per un cubetto di ghiaccio: le granate verranno sostituite da cubetti di ghiaccio e il berretto militare da un copricapo da eschimese.

4. Impostazioni di comfort

Touring Karts on PS VR

Touring Karts offre diverse modalità visuale. La sezione Arcade è progettata per aiutare i giocatori che soffrono di chinetosi e ricrea le grandi macchine dov’era possibile sedersi all’interno che un tempo affollavano le sale giochi. Ti “siedi” in postazione con lo schermo di gioco integrato di fronte a te. I potenziamenti ti appaiono in mano e sono lanciati sullo schermo, permettendoti di godere dell’esperienza fisica immersiva di una gara.

5. La pratica rende perfetti

Touring Karts è stato testato prima di essere lanciato su PS4, risolvendo errori mano a mano che il gioco faceva i suoi primi passi sul mercato con l’accesso anticipato dello scorso settembre su PC. I cambiamenti non hanno riguardato solo il dietro le quinte: abbiamo continuato a migliorare le piste sia dal punto di vista del gameplay, sia da quello estetico, aggiungendo un dislivello dinamico per porre l’accento su percorsi sempre diversi, tutto questo per rispondere ai feedback dei giocatori. Per tutte queste ragioni, quella per PS4 è la nostra miglior versione del nostro titolo di corse arcade!