Pubblicato il

Nuovi luoghi e personaggi da scoprire nel trailer di lancio di Lost Ember, in uscita domani

Dominate gli animali e sfruttate le loro abilità per proseguire nel viaggio alla ricerca di una misteriosa città

Per coloro che non lo sapessero, Lost Ember racconta la storia di un lupo e del suo enigmatico compagno spirituale partiti alla ricerca della misteriosa Città della Luce. Curiosamente, il lupo può impossessarsi del corpo di qualsiasi animale incontrato, che si tratti di un pappagallo, di una trota o di un colibrì. Ciò dona ai giocatori un grado di libertà senza precedenti mentre viaggiano per terra, mare e aria attraverso lussureggianti foreste pluviali, gargantueschi canyon, scintillanti laghi, tentacolari pianure desertiche e antichi templi in rovina.

Il mondo di Lost Ember è tanto meraviglioso quanto tragico. Ricco di vita e al contempo testimone della caduta della civiltà perduta di Yanrana. Spetta al giocatore portare alla luce la tragedia che ha colpito lei e la sua popolazione in una vita passata, sperimentando la caduta di un mondo dominato dall’uomo e la crescente amicizia tra i nostri due compagni.
Al centro di Lost Ember pulsa la burrascosa relazione tra l’uomo e la natura e tra un padre e sua figlia, pertanto volevamo illustrare quanta diversità possa esistere nel mondo, sia nell’ambito globale che nella sfera privata. È facile rimanere imbrigliati nella nostra quotidianità e pensare che le cose ruotino intorno a noi, quando in realtà là fuori c’è un ecosistema complesso di flora e fauna, ognuna con una prospettiva di vita estremamente differente.
Ogni animale in Lost Ember ha dei suoi vantaggi e svantaggi unici. Un ruggente fiume potrebbe rappresentare un ostacolo insormontabile per un lupo, ma un pesce può nuotarci con facilità. Un bisonte potrebbe avere la stazza e il vigore per abbattere delle antiche strutture, ma pecca dell’abilità di un vombato di orientarsi in angusti tunnel. Un ampio canyon potrebbe rivelarsi un vicolo cieco per un montone, ma un pappagallo può sorvolarlo senza problemi.

Lost Ember on PS4Lost Ember on PS4

Accompagnato da “Come back Home”, cucita attorno al nostro impianto visivo dalla meravigliosa Maisy Kay, questo nuovo trailer di lancio mette in mostra alcuni animali e ambientazioni inediti. Volevamo esemplificare la diversità di esperienze che vivrete viaggiando per le sconfinate terre di Lost Ember, riuscendo comunque a tenervi nascoste moltissime sorprese presenti nel gioco finale (e vi garantiamo che sono davvero TANTE, specialmente se vorrete scovare tutti i collezionabili che abbiamo nascosto; il nostro Grafico 3D Matthias è un vero maestro quando si tratta di occultare i collezionabili).

Abbiamo lavorato su Lost Ember per ben cinque anni, che è decisamente più di quanto ci aspettassimo. Ma lungo tutto il corso dello sviluppo abbiamo continuato a partorire nuove idee. Nuovi animali di cui impossessarsi. Nuove ambientazioni da esplorare. Nuovi spunti narrativi, oltre a nuovi modi per sfiorarvi con il suo mistero centrale. Molti non si rendono conto che Mooneye Studios è una software house di appena cinque elementi, perciò ci vuole il giusto tempo!
Ma pensiamo che ne sia valsa decisamente la pena! Osservando questo trailer di lancio ci vengono in mente tutte le battaglie affrontate e superate nell’ultimo mezzo decennio, e, sebbene si tratti di un’esperienza personale che riguarda solo noi, riteniamo che l’ammaliante, meravigliosa, malinconica magia della fiaba di Lost Ember possa entrare in risonanza anche con molti di voi.

Cosa ne pensi di questo articolo?
Accedi per commentare
1 Commenti
0 Risposte dell'autore

Fantastico. L’idea alla base di questo titolo sembra molto simile a quella che era stata indicata per WiLD a cui ormai possiamo definitivamente rinunciare mi sa. Forse il recente Spirit of the North ha una marcia in più però.

Storico modifiche