Pubblicato il

Un tuffo nel Sottosopra

Lo Stranger Summer Party di Netflix raccontato dalla community

L’uscita della terza stagione di Stranger Things ha riavvolto per una sera il tempo intorno ad un angolo della nostra capitale, ospitando per l’occasione lo Stranger Summer Party, un’oasi per gli amanti della serie rivelazione Netflix, fra i quali eravamo presenti anche noi.
Schiere di fan, accolti al ritmo di leggendarie tracce, icone del periodo d’oro della pop music, hanno invaso la Piscina delle Rose di Roma, location dell’evento.

Gli imponenti pannelli fotografici dedicati ad ogni personaggio accompagnavano il passaggio che portava all’area a bordo piscina, in cui era posizionato il palco e sopra il quale trionfava un megaschermo.Tutto intorno biliardini, tavoli da ping pong, cabinati arcade, persino un’area dedicata ai mattoncini Lego con tanto di istruzioni per assemblare i celebri Eggo Waffles. Chioschi in festa e profumi estivi chiudevano una suggestiva cornice da set cinematografico, dominata dall’inquietante presenza di un Demogorgone che emergeva minaccioso dallo specchio d’acqua.

Per coloro ai quali l’incontro ravvicinato con la mostruosa creatura non bastasse, da lì a pochi metri torreggiava inoltre una postazione PlayStation VR, presa d’assalto dai più temerari e attraverso cui era possibile immergersi nell’esperienza virtuale di Stranger Things, contenuto gratuito disponibile sul PlayStation Store.

Con il calar del sole sul palco capitolino hanno fatto il loro ingresso a sorpresa Gaten Matarazzo e Caleb McLaughlin (rispettivamente Dustin e Lucas), accolti in estasi dal pubblico. Fra un’amichevole frecciatina e l’altra, gli affabili ragazzi hanno intrattenuto i fan snocciolando curiosità sui loro personaggi e cimentandosi nelle battute finali del loro piccolo meraviglioso stranger kids show in una sfida all’ultima pallina sul campo da gioco del calcio balilla.

L’affiatato duo ha abbandonato a malincuore la scena per lasciare spazio alla visione dei primi due episodi della terza stagione di Stranger Things. Dopo quasi due ore di proiezione volate in un batter d’occhio, le sdraio a bordo vasca si liberano sulle note dell’angosciante brano che accompagna i titoli di coda, mettendo la parola fine a quello che possiamo definire l’evento di un’estate che può davvero cambiare tutto.

Qualora vogliate scoprire in quali nuovi guai si cacceranno i ragazzi di Hawkins in questa terza stagione, vi ricordiamo che potete immergervi nei misteri di Stranger Things direttamente dalla vostra PS4

0 Commenti
0 Risposte dell'autore

Dopo 30 giorni dalla pubblicazione di un post, non sarà più possibile lasciare commenti.

Storico modifiche