Medusa and Her Lover trasforma il mito greco in un’avventura cooperativa per PS VR, in uscita oggi

1 0
Medusa and Her Lover trasforma il mito greco in un’avventura cooperativa per PS VR, in uscita oggi

Una guida per l'avventura a due giocatori o per giocatore singolo

Dopo aver mostrato Medusa and Her Lover a migliaia di giocatori presso numerose manifestazioni, sono entusiasta di poter assistere finalmente all’uscita internazionale per PS VR. L’incoraggiamento e il supporto ricevuti da tutti quelli che hanno visto il gioco mi hanno dato la spinta per arrivare fino al giorno dell’uscita per PS VR di questo titolo davvero unico nel suo genere, incentrato sulla modalità cooperativa.

Dal momento che Medusa and Her Lover è una novità assoluta e lancia il giocatore nel cuore del mondo di Medusa e del suo amato, desidero spiegarvi brevemente come giocare nelle modalità cooperativa e giocatore singolo. Spero che queste informazioni vi siano utili per godervi appieno il gioco!

Presentazione di Medusa and Her Lover

Medusa è maledetta; condannata a trasformare in pietra chiunque incroci il suo sguardo. Nello scontro con il nemico la maledizione può essere un vantaggio, dandole la possibilità di pietrificare gli avversari con una sola occhiata. Questo grande potere, però, ha sempre un costo. L’uso eccessivo dello sguardo pietrificante la sfinisce. L’unico modo per recuperare le forze è chiudere gli occhi e riposare.

Medusa non viaggia da sola. Gaios è un giovane eroe determinato a trovare la cura per la maledizione di Medusa. Gaios combatte al suo fianco, coprendo i suoi punti ciechi. Allontana i nemici da lei quando ha bisogno di chiudere gli occhi e di riposare.

Medusa e Gaios sono tragici amanti: si sostengono a vicenda passo dopo passo, pur sapendo che tutto potrebbe finire con un solo sguardo.

È possibile giocare a Medusa and Her Lover in due, in modalità cooperativa locale, o in modalità giocatore singolo in VR, prendendo il controllo dei diversi personaggi usando i due lati del controller. L’ambientazione è davvero unica e fa da sfondo a numerose ore di divertimento, man mano che si superano mostri e livelli.

Modalità cooperativa locale

È possibile giocare a Medusa and Her Lover con un altro giocatore in modalità cooperativa locale. Un giocatore prende il ruolo di Medusa indossando il visore PS VR. L’altro giocatore assume il ruolo di Gaios e gioca tramite lo schermo TV. Il gioco è relativamente semplice e non presenta dinamiche complicate che potrebbero scoraggiare i giocatori inesperti.

La caratteristica principale di questa modalità è la possibilità di comunicare e collaborare senza mai guardarsi, proprio come sono costretti a fare i due personaggi principali. Durante lo sviluppo del gioco mi capitava spesso di sentirmi dire: “Il rapporto con mia moglie/mio marito è migliorato grazie a questo gioco”. Questo è proprio il tipo di commenti che uno sviluppatore vorrebbe ricevere!

Nota: per la modalità cooperativa sono necessari due controller DualShock 4.

Medusa and Her Lover on PS4Medusa and Her Lover on PS4

Modalità giocatore singolo

La modalità giocatore singolo è caratterizzata da uno stile di gioco unico, grazie al quale prenderai il controllo sia di Medusa, sia di Gaios. All’inizio, gestire due personaggi contemporaneamente può essere complicato, ma una volta raggiunta la padronanza di questa modalità, la soddisfazione sarà impagabile.

Nella modalità giocatore singolo, indossa il visore VR e controlla entrambi i personaggi usando un solo controller: i tasti e il joystick di sinistra controllano Medusa, mentre i tasti e il joystick sulla destra controllano Gaios. Dal momento che ho sviluppato il gioco da solo, ho sempre giocato in questa modalità.

Puoi passare da un personaggio all’altro semplicemente muovendoli, guardando la scena in terza persona. In questo modo potrai muoverti nell’ambiente di gioco, vedere quello che ti circonda e scappare da nemici che non avevi notato dietro di te.

Stando immobile dopo aver mosso Medusa, passerai alla sua prospettiva in prima persona. Da questa prospettiva, potrai guardare i nemici negli occhi e trasformarli in pietra. Ma fa’ attenzione a non guardare Gaios!

Anche se l’abilità di Medusa è potente (e maledetta), lei necessita comunque tempo per riposare. È durante quei momenti che Gaios può dare il meglio di sé. Usando i due personaggi insieme è possibile creare una squadra difensiva con Medusa che scaglia attacchi a lunga distanza e Gaios che si concentra sulla distanza ravvicinata.

Dal momento che la modalità giocatore singolo è molto più impegnativa di quella cooperativa, consiglio di cominciare con la difficoltà Facile. All’inizio può essere complicato, ma puoi cominciare con calma e farti strada un passo alla volta attraverso i sei livelli del gioco.

Questa impostazione con due personaggi può dare vita a moltissimi stili di gioco, perciò non vedo l’ora di conoscere la tua strategia migliore!

I commenti sono chiusi.

1 Commento

  • Lo stile grafico ricorda molto quello di JRPG, ma se ho ben capito il gameplay non è puramente di quel tipo. Mi rimangono delle perplessità comunque…