Pubblicato il

Come la rivisitazione del sistema di combattimento e della storia di Mortal Kombat 11 porteranno grandi novità per il marchio

I dettagli delle combo, delle personalizzazioni e dei colpi di scena che stravolgono le aspettative

Bello, ma estremamente brutale. Distribuisce ossa spezzate e colpi che fanno sobbalzare con la velocità e la ferocia di un mago delle carte.

I dettagli (e la pura e semplice originalità) degli incidenti mortali vi faranno trasalire, ma allo stesso tempo noterete la convinzione del combattente già nell’espressione del suo volto. Prendiamo per esempio la furia gelida di Sub-Zero quando si ritrova davanti al vecchio rivale Scorpion nel primo incontro. Persino con la maschera che gli copre metà volto, ci ha lasciato senza fiato.

Mortal Kombat è sempre stato un genere graficamente eccellente, ma ogni centimetro di MK11, dal movimento dei personaggi agli sfondi dettagliatissimi e persino alle schermate di caricamento, racchiude un livello di rifinitura inconfutabile che merita di essere apprezzato.

Mortal Kombat 11

MK11 offre anche un sacco di novità: nuovi combattenti che si inseriscono perfettamente nella mitologia crescente, serie di movimenti rinvigoriti, sistemi raffinati e modalità aggiuntive. MK11 sembra nascere dalle lezioni imparate non solo dai suoi predecessori ma anche da Injustice 2, gioco acclamato dalla critica.

Ma per un titolo che ha tutta l’intenzione di non adagiarsi sugli allori in termini di meccanismi, c’è da dire che è un gioco che ricorre ossessivamente al tema del tempo. Sia per quanto riguarda la manipolazione, sia nel contesto della storia del marchio.

Gli eventi che alterano il tempo e danno vita alla storia di MK11

MK11 è la continuazione di un elemento della storia che è stato fondamentale per il rinnovamento della serie nel 2011 (ulteriormente sottolineato dalla mancanza del ‘9’ nel titolo del gioco). La storia raccontata nella versione originale del 1992 e nei due sequel, era cambiata a causa di un avvertimento inviato a Raiden dal futuro. Il messaggio proveniva da una versione futura di se stesso, nella speranza che le informazioni in esso contenute avrebbero alterato gli eventi e impedito successivamente la sua sconfitta. Pertanto personaggi, eventi e altro sono cambiati, ma non in meglio.

Mortal Kombat 11 Mortal Kombat 11Mortal Kombat 11

Le conseguenze di questo intervento saranno trattate direttamente in MK11, con la rivelazione di un nuovo nemico pericolosissimo: Kronica. Lei è “il boss dei boss”, spiega il direttore Ed Boon. “È stata l’artefice di tutti gli eventi da MK1 a MKX”.

Quindi, un salto nel tempo costituisce la spina dorsale della storia di MK11. “Stiamo prendendo tutti gli eventi di MK1, MK2 e MK3 e li stiamo risistemando sulla linea temporale attuale”, continua Boon. “Ci sono cronosismi, personaggi che incontrano la loro versione del passato…[per esempio], il giovane Liu Kang che incontra Liu Kang redivivo. È davvero fantastico!”

Il riesame di 26 anni di storia della saga potrebbe convincere i fan di vecchia data.
Immaginate Looper con arti marziali invece di proiettili. O una versione di Grindhouse ispirata a Ritorno al futuro.

La manipolazione temporale si insinua anche nello stile di gioco. L’esordiente Geras può alterare il tempo con la sua scelta di mosse. Imparate a usarlo e potrete annullare i danni riavvolgendo di qualche secondo, rianimandovi o sottraendo secondi al cronometro del round. Sarà affascinante assistere a due giocatori forti che hanno imparato a sfruttare al meglio il suo potenziale.

Mortal Kombat 11Mortal Kombat 11

E questa è la cosa più bella di Mortal Kombat 11. Se non vi interessano la storia e le ideologie dei personaggi, potete semplicemente godervi i suoi meccanismi di combattimento perfezionati nel dettaglio.

Un sistema di combattimento ricreato

NetherRealm Studios non si accontenta di aggiornamenti graduali. Fin dall’inizio, Mortal Kombat 11 è una creatura completamente diversa dal suo predecessore. Le combo sembrano tendere maggiormente verso le dimostrazioni di forza bruta (e la memoria muscolare) che sono piacevolmente vecchio stile rispetto alle lunghe combo di MKX.

Per quanto riguarda le mosse speciali, la lancia roteante a yo-yo di Scorpion, l’ascia e gli shuriken di ghiaccio di Sub-Zero sono soltanto i primi punti salienti. Da un mero punto di vista grafico, la creatività del sangue di Skarlet che si trasforma in arma e il temibile look di nuova generazione dell’amatissimo Baraka, promettono un sacco di nuove combo straordinarie. Anche i classici sono stati rinnovati: il famoso ‘superman’ di Raiden può essere bloccato appena viene attivato. Bisognerà giocare d’astuzia.

Mortal Kombat 11Mortal Kombat 11

La personalizzazione dei personaggi è un nuovo importante progresso, probabilmente ereditato da Injustice 2, che fonde le scelte estetiche alle mosse in parte per adattare meglio il vostro personaggio principale di MK al vostro stile di combattimento preferito. Se ci si aggiungono i punti attributo da raccogliere e spendere a piacimento per dare forma ai punti di forza del kombattente che avete scelto, il grado di variazione e la profondità del gameplay aumentano a dismisura.

Mortal Kombat 11 sembra impaziente di portare qualcosa di diverso in un genere che ha contribuito a definire per oltre due decenni. “Cambiare… Ho sempre pensato che è importante cambiare le carte in tavola”, ha affermato Ed Boon quando gli abbiamo chiesto informazioni sulla longevità del marchio, suggerendo che ci dev’essere un attento equilibrio tra vecchio e nuovo. Tra adottare un nuovo approccio alla storia migliore che ha da offrire.

“C’è un senso di nostalgia”, prosegue, spiegando che tutti ricordano la loro prima vittima, un po’ come ricordano dove si trovavano quando hanno sentito una certa canzone per la prima volta. “Se si può soddisfare quel senso di nostalgia e aggiungere qualcosa di nuovo… credo che quella sia una delle variabili che ci consente di mantenere il gioco a questo livello.”

Cosa ne pensi di questo articolo?
Accedi per commentare
2 Commenti
0 Risposte dell'autore

Questo nuovo episodio di MK pare assolutamente in grado di confermarsi tra i top assoluti del genere. Grafica, giocabilità e brutalità: cosa chiedere di più?

2

Previsioni: sarà il solito (ormai logoro) MK. Già la più grande novità che avevano annunciato, la Gear qualcosa, non è altro che una brutta copia di quella di Injustice. Alla fine più o meno avremmo un Injustice 2 clone con Fatalities e personaggi di MK. Magari ci sarà da fare un pensierino, quando arriverà a costare €20 per qualche mega sconto.. e solo dai fanatici della saga. Io ero 1 di loro e per me MK è rinato e morto con MK9.

Storico modifiche