Pubblicato il

Game of the Year 2018: i vincitori

I voti sono stati assegnati, i sondaggi sono chiusi e i vincitori sono stati selezionati.

Ci siamo. Con centinaia di voti (grazie!) su 15 diverse categorie, i lettori del PlayStation.Blog hanno aiutato a selezionare le esperienze di gioco del 2018 che evidenziano quello che il medium ha da offrire.

I fan PlayStation di lunga data saranno probabilmente felici di vedere quel nome al primo posto in quanto a voti totali, ma molti resteranno sorpresi dal distacco. Categorie popolari come Migliore narrativa e Miglior gioco per PS4 mostrano quanto i sondaggi dell’anno scorso siano diventati veri e propri scontri fra titani. Non mancano le sorprese, come lo stiloso vincitore della Miglior esperienza PS VR, il Miglior gioco indipendente e altro ancora.

 

Migliore Narrativa

God of War

Kratos. Arthur Morgan. Peter Parker. L’anno scorso sono state raccontate alcune delle storie più emozionanti mai viste in un videogioco, con alcuni dei personaggi più memorabili. I votanti si sono espressi: la storia di sangue di Kratos e Atreus ha conquistato la categoria. Menzione d’onore per Assassin’s Creed Odyssey, Destiny 2: I Rinnegati e A Way Out, che hanno riscosso un buon successo.


Red Dead Redemption 2

Marvel’s Spider-Man

Detroit: Become Human

Menzione d’onore: Assassin’s Creed Odyssey, Destiny 2: I Rinnegati, A Way Out


Miglior multigiocatore
Call of Duty: Black Ops 4

Quest’anno Call of Duty è stato incentrato completamente sulla modalità multigiocatore, quindi non è un caso che il trio di modalità competitive e cooperative di Treyarch abbia conquistato la categoria. Anche se la beta di Red Dead Online è arrivata solo sul finire dell’anno, la modalità multigiocatore di Red Dead Redemption 2 è riuscita a entrare in classifica. L’avventura narrativa in cooperativa A Way Out e Destiny 2: I Rinnegati si sono meritati una menzione d’onore per i voti ricevuti.


Red Dead Redemption 2

Battlefield V

Monster Hunter World
Menzione d’onore: Destiny 2: I Rinnegati, A Way Out, PUBG

Miglior Gioco Sportivo
FIFA 19

I fan PlayStation di tutto il mondo hanno dimostrato tutto il loro supporto per lo sport più popolare del mondo, assicurando a FIFA una schiacciante vittoria. Anche se non sono entrati nei Top 4, MLB The Show 18 e Madden 19 hanno ricevuto molti voti.


NBA 2K19

WWE 2K19

Pro Evolution Soccer 2019
Menzione d’onore: Madden NFL 19, EA Sports UFC 3, MLB The Show 18

Miglior Grafica
Red Dead Redemption 2

Dalle magnifiche e incontaminate terre di Midgard alle dettagliatissime strade della New York di Marvel, i giochi del 2018 ci hanno portato in luoghi fantastici. Il Selvaggio West mozzafiato di Red Dead Redemption 2 di Rockstar Games, con le sue enormi praterie e i suoi dettagliatissimi interni, ha conquistato il maggior numero di voti quest’anno.


God of War

Marvel’s Spider-Man

Detroit: Become Human
Menzione d’onore: Battlefield V, Spyro Reignited Trilogy, Destiny 2: I Rinnegati

Miglior Art Direction
God of War

I dettagli grafici non servono a molto se non sono supportati da un’art direction degna di questo nome. I fan hanno scelto God of War come divinità regnante su questa categoria, grazie alla sua immaginifica resa dei regni della mitologia nordica. Dal design sovrannaturale dell’enorme Serpente del mondo ai dettagli del Tempio di Tyr, lo sviluppatore Santa Monica Studio ha riempito il viaggio di Kratos e Atreus di bellezza. Gli incredibili dettagli di Red Dead Redemption 2 – dal mobilio delle abitazioni ai cataloghi dei negozi – gli hanno permesso di ottenere un ottimo risultato.


Red Dead Redemption 2

Detroit: Become Human

Dragon Ball FighterZ
Menzione d’onore:Spyro Reignited Trilogy, Marvel’s Spider-Man, Destiny 2: I Rinnegati

Miglior Sound Design
God of War

Un sound design eccezionale è una delle caratteristiche nascoste che rende separa i grandi giochi e i capolavori. God of War ha trionfato nella categoria, grazie a dettagli come il suono caratteristico dell’Ascia Leviatano di Kratos e il sordo tremore del Serpente del mondo. La convincente resa del panorama sonoro del Selvaggio West di Red Dead Redemption 2, con dettagli come il modo in cui Arthur richiama il suo destriero fischiando, gli ha permesso di conquistare il secondo posto.


Red Dead Redemption 2

Marvel’s Spider-Man

Battlefield V
Menzione d’onore: Detroit: Become Human, Call of Duty: Black Ops 4, Destiny 2: I Rinnegati

Miglior Soundtrack
God of War

L’epica colonna sonora di Bear McCreary ha permesso a God of War di conquistare la prima posizione. Il commento musicale al viaggio di padre e figlio sottolinea perfettamente i momenti più adrenalinici e quelli più intimi del gioco. Il “rhythm ‘n’ country” di Red Dead Redemption 2 gli è valso la seconda posizione. I fan hanno premiato anche le musiche di Beat Saber e Destiny 2: I Rinnegati.


Red Dead Redemption 2

Marvel’s Spider-Man

Detroit: Become Human
Menzione d’onore: Beat Saber, Destiny 2: I Rinnegati, Spyro Reignited Trilogy

Miglior gioco in evoluzione
Fortnite

Era inevitabile che fosse Fortnite a vincere questa categoria, e infatti così è stato, con quasi un quarto di tutti i voti inviati. Per gli altri titoli, è stata una gara ad armi pari, con Rainbow Six: Siege, Overwatch e Monster Hunter World separati solo da una manciata di punti percentuali. Anche Rocket League e il nuovo arrivato PlayerUnknown’s Battlegrounds si sono difesi bene.


Rainbow Six: Siege

Overwatch

Monster Hunter World
Menzione d’onore: Destiny 2, Rocket League, Final Fantasy XIV

Miglior gioco indipendente
The Forest

L’arena indie ha visto sicuramente uno degli scontri più agguerriti, con il survival The Forest a guidare il gruppo e il successo per PS VR Beat Saber a seguire a poca distanza. Dead Cells, Hollow Knight e Guacamelee! 2 sono stati battuti di un soffio… mentre anche Dream Daddy: Dadrector’s Cut si è comportato molto bene.


Beat Saber

Celeste

Tetris Effect
Menzione d’onore: Dead Cells, Hollow Knight, Guacamelee! 2

Miglior esclusiva console per PlayStation
God of War

Una combo di titoli stellari ha reso il 2018 un anno eccezionale per le esclusive PlayStation. Marvel’s Spider-Man ha superato le aspettative dei fan, così come la coinvolgente e ramificata trama di Detroit: Become Human, ma è stato God of War a racimolare il maggior numero di voti e a conquistare il Trofeo Platino di questa categoria. È un momento davvero incredibile per possedere una PS4.


Marvel’s Spider-Man

Detroit: Become Human

Shadow of the Colossus
Menzione d’onore: Yakuza Kiwami, Astro Bot Rescue Mission

Miglior doppiaggio
Christopher Judge – Kratos, God of War

In un anno caratterizzato da doppiaggi eccezionali, è stato l’intenso Kratos di Christopher Judge a spuntarla. Anche Alex McKenna (Sadie Adler) e Benjamin Byron Davis (Dutch van der Linde) hanno convinto i giocatori, dimostrando il valore dello sterminato cast di Red Dead Redemption 2.


Roger Clark – Arthur Morgan, Red Dead Redemption 2

Yuri Lowenthal – Peter Parker, Marvel’s Spider-Man

Bryan Dechart – Connor, Detroit: Become Human
Menzione d’onore: Alex McKenna (Sadie Adler, RDR2), Darin De Paul (J. Jonah Jameson, Marvel’s Spider-Man)

Miglior esperienza PS VR
Beat Saber

PS VR è stato realizzato per offrire esperienze coinvolgenti come Beat Saber, che permette ai giocatori di dare spadate virtuali a tempo di musica in un mondo futuristico e surreale. Questo successo musicale di Beat Games si è classificato al primo posto. Questi titoli dimostrano quanto è stato eccezionale l’anno scorso per PS VR. Inoltre, Star Trek Bridge Crew – the Next Generation non è entrato fra i vincitori per un soffio.


Borderlands 2 VR

Astro Bot Rescue Mission

Tetris Effect
Menzione d’onore: Star Trek Bridge Crew: The Next Generation, Creed: Rise to Glory

Miglior gioco per PS4
God of War

I fan di PlayStation hanno votato in massa God of War di Santa Monica Studio in tutte le categorie, quindi la sua dilagante vittoria come Miglior gioco per PS4 non stupisce. Inoltre, il thriller narrativo di fantascienza di Quantic Dream, Detroit: Become Human, si è assicurato con decisione un posto fra i vincitori. Questa è anche la categoria per cui ci sono stati più candidati scritti manualmente dal pubblico, e fra questi è stato Fortnite a fare la parte del leone (pur senza riuscire a giungere fra i vincitori).


Red Dead Redemption 2

Marvel’s Spider-Man

Detroit: Become Human
Menzione d’onore: Spyro Reignited Trilogy, Call of Duty Black Ops 4, Assassin’s Creed Odyssey

Gioco più atteso
Kingdom Hearts 3

I votanti sono in trepidante attesa per i giochi in uscita nel 2019, a cui questa categoria è dedicata. Gli anni trascorsi in attesa di Kingdom Hearts 3 gli sono valsi il primo posto, mentre anche Days Gone e Ghost of Tsushima si sono difesi bene. Anche The Last of Us Part 2 è stato aggiunto manualmente da un sacco di giocatori, ma l’attesissimo seguito di Naughty Dog non era idoneo, dal momento che aveva vinto il premio di Gioco più atteso nel 2016.


Resident Evil 2

Mortal Kombat 11

Death Stranding
Menzione d’onore: Days Gone, Ghost of Tsushima, Anthem

Studio dell’anno
Santa Monica Studio

Lo scontro più agguerrito dell’anno: solo l’1% di voti ha separato Platino e Oro. Santa Monica Studio è riuscito ad averla vinta su Rockstar Games, anche se di un soffio. Toys For Bob (Spyro) e Quantic Dream (Detroit: Become Human) sono stati aggiunti da un sacco di giocatori.


Rockstar Games

Insomniac Games

Epic Games
Menzione d’onore: Ubisoft Quebec, Capcom, Bungie
2 Commenti
0 Risposte dell'autore

Beh verdetti tutto sommato prevedibili. Direi che God Of War si è issato davanti a tutti con merito ma RDR2 e Spider-Man non sono finiti tanto lontani, specie il monumentale titolo di Rockstar Games.

Per me la vera sorpresa è negli indie: davvero ha vinto The Forest? Per me meritava Tetris Effect alias il perfetto esempio di classico rivoluzionato. E anche tra i titoli più attesi per il 2019 anziché scegliere Kingdom Hearts 3 avrei optato per Ghosts Of Tsushima, ma tant’è.

Investigaelfo 18 gennaio, 2019 @ 11:04
2

Sono praticamente d’accordo su quasi tutti i verdetti.

Giusto che sua maestà God of War abbia asfaltato qualsiasi gioco gli si sia parato davanti (che capolavoro!), e parecchio contento per le (davvero) tantissime menzioni d’onore ricevute da “i rinnegati” di destiny 2, credo una delle (mega)espansioni più belle che abbia mai giocato in tutta la mia (lunghissima) carriera videoludica. Non era semplice considerato il gelo ottenuto dalla versione base del gioco.

Il gioco più atteso è pure normale che finisca a KH3, in sviluppo da millemila anni e con la base di fan (tipo me) che aspetta un capitolo principale praticamente dal mesozoico (inferiore).

Dopo 30 giorni dalla pubblicazione di un post, non sarà più possibile lasciare commenti.

Storico modifiche