Pubblicato il

Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds festeggia il suo primo anniversario mostrandoci la sua più letale creazione

Guerrilla ci illustra l'ispirazione e il processo creativo dietro al feroce Rogartiglio

Un anno fa, abbiamo pubblicato The Frozen Wilds, un’espansione di Horizon Zero Dawn che aggiungeva un intero nuovo capitolo all’avventura di Aloy, compresi nuovi territori da esplorare, nuove missioni da completare e nuove, pericolose Macchine da cacciare.

Per festeggiare il primo anniversario dell’espansione, ci siamo seduti al tavolo con due dei nostri sviluppatori, Richard Oud e Pinar Temiz, per parlare di come ha preso vita una delle aggiunte più letali di The Frozen Wilds: il ferocissimo Rogartiglio.

TITLE

La forma dell’orso

“Inizialmente, volevamo inserire una Macchina simile a un orso in Horizon Zero Dawn, ma abbiamo abbandonato l’idea per questioni di tempo”, spiega il capo animatore Richard Oud. “È stato un peccato, perché tutti pensavamo che avesse del potenziale. Quindi, quando abbiamo iniziato a lavorare a The Frozen Wilds, l’idea dell’orso ci è sembrata una scelta naturale”.

Il team ha sviluppato l’idea dell’orso in due Macchine complete, partendo da una serie di documenti di progettazione e bozzetti. Successivamente, sono stati creati i modelli 3D delle Macchine e inviati al dipartimento di animazione.

“Poi, abbiamo iniziato a testare e animare le Macchine in base ai movimenti e alle aree di attacco indicate nei documenti di progettazione”, dice Richard.

TITLE

Non tutto il materiale incluso nella documentazione è stato implementato. In seguito ad alcuni test, il team di animazione pensava che alcuni attacchi frontali sarebbero stati troppo difficili per il giocatore. Dopo alcuni scambi fra i dipartimenti di progettazione e animazione, si è trovata una soluzione soddisfacente per entrambe le parti.

“Siamo riusciti a rendere i movimenti delle Macchine più chiari e prevedibili facendole attaccare diagonalmente“, spiega Richard. “In questo modo, i giocatori possono vedere meglio la loro silhouette e avere una lettura più precisa della loro velocità”.

Una volta che le Macchine erano in moto, il dipartimento IA le ha aggiunte al gioco e Pinar Temiz, il progettista audio senior, ha iniziato a creare versi ed effetti sonori.

“Prima di poter implementare i suoni dei vari movimenti, le animazioni devono essere completate e finali”, confida Pinar. “Ovviamente, prima posso iniziare a raccogliere materiali e suoni di un certo tipo in base al design di base, in questo caso, una gigantesca Macchina simile a un orso, con attacchi basati sulla lava”.

Inoltre, i suoni dei movimenti di base del Rogartiglio utilizzano set di materiali simili a quelli delle altre Macchine di Horizon: Zero Dawn, perciò Pinar aveva già un punto di partenza definito. “Le Macchine di Horizon Zero Dawn sono fatte di leghe speciali e polimeri avanzati”, spiega Pinar, “perciò non ho voluto utilizzare suoni troppo metallici o pesanti”.

Caccia ai riferimenti

Per i movimenti e l’animazione dell’andatura del Rogartiglio, il team aveva inizialmente intenzione di usare come riferimento dei video di orsi grizzly. “Ben presto, però, siamo passati agli orsi polari, perché si muovono in una maniera molto più particolare”, rivela Richard. “Gli orsi polari hanno un collo più lungo dei Grizzly e, quando corrono, sembra quasi che usino la testa per trascinarsi in avanti”.

TITLE

Un’altra importante fonte d’ispirazione per i movimenti del Rogartiglio è arrivata da un posto inaspettato: filmati su YouTube di panda rossi che giocano. “Sentivamo il bisogno di qualche elemento aggiuntivo, per evitare che i movimenti della Macchina fossero troppo semplici e prevedibili”, dice Richard. “Perciò ho cominciato a guardare video di altri animali e ho trovato i panda rossi. Erano adorabili, ma sono rimasto colpito dal modo in cui cadono, si rotolano e usano il loro peso per trascinare gli avversari a terra”.

Pinar ha usato anche altre specie come riferimento. “All’inizio, per i versi del Rogartiglio ho utilizzato registrazioni di orsi, soprattutto i grugniti che emettono quando si spostano e sono sotto sforzo”, dice Pinar. “Ma poi ho cominciato a cercare altri animali con versi minacciosi e gorgoglianti. Mi sono spostato in fretta su foche e trichechi.

Combinando i loro grugniti con suoni sintetici e voci umane, Pinar ha processato l’audio su vari livelli per ottenere l’effetto desiderato.

Superare gli orstacoli

Gli animatori e i sound designer affrontano spesso lo stesso dilemma: se i movimenti e i suoni di un personaggio si presentano ripetutamente nello stesso modo, questi ottengono presto un aspetto artificioso e fastidioso per i giocatori. Tuttavia, i tempi di sviluppo e la memoria sono risorse limitate, perciò non è possibile risolvere il problema creando un’infinità di contenuti diversi.

A Guerrilla, i dipartimenti di animazione e audio hanno sviluppato sistemi che sfruttano la casualità per scegliere elementi da un pool di contenuti limitato e ottenere un effetto più vario. “Questo è un problema che abbiamo incontrato agli inizi dello sviluppo di Horizon Zero Dawn” confessa Richard. “Quando Aloy cavalcava una Macchina, era ripetitivo. Il ciclo di animazione si notava facilmente, soprattutto sulle grandi distanze. La nostra soluzione è stata quella di creare diverse versioni dell’animazione della cavalcatura e poi combinarle in maniera continua per ottenere un’andatura naturale e non ripetitiva”.

“Lo stesso processo si applica anche all’audio”, aggiunge Pinar. “Nell’esempio dell’andatura, avevamo 10 o 20 tracce e le riproducevamo in ordine casuale, combinandole in livelli diversi a ogni passo. Per ottenere maggior varietà, aggiungevamo piccoli cambi di tonalità qua e là e, per i quadrupedi, avevamo suoni distinti per le zampe anteriori e quelle posteriori”.

Un ostacolo particolarmente difficile, per il dipartimento di animazione, fu il fatto che il Rogartiglio e il Gelartiglio possono camminare sia a quattro zampe che in posizione eretta.

“Non appena abbiamo aggiunto delle animazioni su due zampe, ci è subito sembrato un tizio con indosso una tuta da orso metallica”, dice Richard, ridendo. “Perciò abbiamo dovuto esaminare molti video di animali per trovare modi per migliorarle. Un modo per ridurre il problema è stato bloccare insieme i fianchi quando si muove su due zampe, rendendo i movimenti più goffi e rozzi”.

Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds

Allo stesso modo, anche l’utilizzo da parte di Pinar di voci umane nei mix per i versi della Macchina ha creato qualche problema. “Il nostro udito è perfezionato per riconoscere le voci umane. Le ho modificate e mixate con altri suoni, ma alcune tracce nel mix finale si avvicinavano ancora troppo a una voce umana”, ci spiega. “Oh no, spero che ora nessuno vada a cercarle!”.

Differenze tra le Macchine

Le differenze tra il Rogartiglio e il Gelartiglio non riguardano solo modelli e dimensioni. “Per alcune animazioni del Rogartiglio, come quella in cui afferra delle rocce per scagliarle contro il giocatore, abbiamo dovuto studiare delle nuove posture per la Macchina”, spiega Richard. “Quando maneggia la roccia, si può vedere come la Macchina sposti il suo baricentro all’indietro, per compensare il peso aggiuntivo”.

Come riferimento per la posizione, abbiamo usato alcune immagini di film di supereroi. “A Hollywood sono diventati esperti nel dare vita ai personaggi in CGI, soprattutto a quello incredibilmente forti, e a dargli un senso di peso e fatica senza sacrificarne la velocità”, dice Richard. “Nell’ottenere quell’equilibrio, sono dei maestri”.

Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds

“Per me, la differenza tra le due Macchine non era tanto nella personalità, ma nei loro poteri”, spiega Pinar. “Il Rogartiglio e il Gelartiglio sono entrambi aggressivi e pericolosi, ma il Rogartiglio ha molti elementi di fuoco e lava, che influenzano non solo i suoi attacchi, ma anche i suoi versi. Nei ruggiti del Rogartiglio ho inserito perfino un po’ di lava gorgogliante”.

Malgrado lavorino in campi differenti, Richard e Pinar avevano degli obiettivi simili per il Rogartiglio: renderlo una Macchina pesante e pericolosa, in grado di attaccare rapidamente il giocatore senza sacrificarne la presenza massiccia. Il risultato finale ha centrato perfettamente il bersaglio, presentando ai giocatori una sfida formidabile a ogni incontro.

Perfino più forte e grande del suo fratellino glaciale, il Rogartiglio incassa attacchi infuocati ed esplosioni come se nulla fosse.

È un’immensa massa di metallo e polimeri che può strappare gigantesche rocce da terra per usarle come scudo o armi. Anche i giocatori più esperti si accorgeranno che abbattere un Rogartiglio non è un gioco da ragazzi… ma, in fondo, nemmeno crearlo lo è stato.

Speriamo che questa storia sulla nascita del Rogartiglio vi abbia divertito! Festeggeremo l’anniversario di Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds per tutta la settimana, perciò non perdete d’occhio la pagina Facebook Facebook e Twitter ufficiali di Guerrilla per altre notizie.

0 Commenti
0 Risposte dell'autore

Dopo 30 giorni dalla pubblicazione di un post, non sarà più possibile lasciare commenti.

Storico modifiche