Pubblicato il

Ecco com’è nata la scena cardine “L’interrogatorio” in Detroit: Become Human

Il regista David Cage e l'attore Bryan Dechart ripercorrono uno dei momenti cruciali del gioco

In un titolo ricco di momenti emozionanti, la scena “L’interrogatorio” di Detroit: Become Human si distingue particolarmente.

L’interrogatorio di Connor al deviante accusato di aver ucciso il suo proprietario, Carlos Ortiz, è un vero sodalizio fra design minimalista e risvolti importanti. È un confronto decisivo e ad alta tensione, con molteplici conclusioni possibili.

TITLE

Mentre altre sequenze dell’esclusiva per PS4 si fondano su panorami suntuosi e avvincenti sequenze d’azione, il faccia a faccia di Connor con un androide HK400 malconcio e ricoperto di sangue è molto più sottile: non si basa su riflessi o su una profonda attenzione ai dettagli, ma sulla capacità di giudizio del giocatore.

Il vostro approccio è fondamentale: scegliendo di essere aggressivi, solidali o razionali, non solo inciderete sul successo nell’ottenere le informazioni necessarie, ma anche sulla relazione fra Connor e il suo collega umano, Hank, fattore essenziale alla trama del gioco e con enormi conseguenze sugli eventi finali.

TITLETITLE

 

Appena prima del lancio del gioco, lo scorso mese, abbiamo incontrato il creatore del gioco, David Cage, e l’attore che ha ricoperto il memorabile ruolo di Connor, Bryan Dechart, e li abbiamo filmati mentre ci spiegavano come fosse nata la scena.

Ora che giocate da qualche settimana, pensiamo sia il momento giusto per pubblicare questo incontro. Guardate il video qua sopra. E, se avete scelto un’altra strada nel gioco e non avete assistito a questa sequenza, è il momento giusto per tornare indietro e scoprire cosa vi siete persi.

0 Commenti
0 Risposte dell'autore

Dopo 30 giorni dalla pubblicazione di un post, non sarà più possibile lasciare commenti.

Storico modifiche