Pubblicato il

12 cose da sapere su Bloodborne prima di iniziare

Scorciatoie, schivate, echi del sangue e perché morire è parte del divertimento

Il brutale e geniale titolo action-horror di From Software è un must have per i possessori di PS4, ma potrebbe rivelarsi uno scoglio insormontabile per i nuovi arrivati. Non aspettatevi di affrontare un titolo rilassante: Bloodborne vi ghermirà con i suoi artigli alla prima occasione. Ma non preoccupatevi: ci siamo noi a coprirvi le spalle. Ecco quello che vi serve sapere per sopravvivere alle prime, angoscianti ore di esplorazione nelle letali strade di Yharnam.

1. Non preoccupatevi di morire: è naturale

TITLE

I vostri primi passi in Yharnam saranno brutali. C’è una ragione per questo.

Poco dopo l’inizio del gioco resterete intrappolati in una stanza minuscola con un gigantesco lupo mannaro. Armati soltanto dei vostri pugni e con una barra della salute striminzita, la situazione sembra senza speranza. La morte è una conseguenza naturale. Il gioco la sfrutta per introdurvi al sogno del cacciatore, l’unico punto sicuro del gioco in cui potrete tornare per potenziare le armi e acquistare oggetti durante il vostro viaggio.

2. Cercate scorciatoie e lanterne

Yharnam è enorme, ma se esplorate l’intera area potrete scovare:

    • Scorciatoie
      Yharnam è enorme, ma se esplorate l’intera area potrete scovare.
    • Lanterne
TITLE

Il bagliore di una Lanterna diventerà un piacere da vedere, permettendovi di salvare e progredire.

Situate in ogni area, vi permettono di tornare al sogno del cacciatore per fare scorta di oggetti essenziali, potenziare le vostre armi e recuperare la salute, per poi tornare a qualsiasi lanterna sbloccata.

3. Scegliete la vostra arma iniziale

Dovrete scegliere fra tre armi da mischia e due a lungo raggio. Ciascun’arma ha due forme, che permettono di adattarsi a duelli contro un singolo nemico o a scontri con gruppi più numerosi.

Le armi scartate saranno aggiunte al negozio del sogno del cacciatore in un secondo momento. Per un po’, dovrete quindi adattarvi alla vostra scelta. Ecco cosa fanno.

    • Armi da mischia
TITLE

Ogni arma ha due forme. La versione frusta del Threaded Cane è ottima per controllare i gruppi.

L’ascia da cacciatore è lenta, ma potente (e prosciugherà rapidamente la vostra energia). La seconda forma la rende un mostro a due mani.

Al contrario, il bastone filettato è un’arma velocissima, ma che non provoca danni ingenti. Da bastone, potrete usarlo per trafiggere o come uno stocco. Nella sua variante di frusta, potete sferrare colpi multipli a corto raggio.
La mannaia dentata è il giusto compromesso fra velocità e danno. Nella sua seconda forma si estende, come un gigantesco rasoio, diventando ideale per gestire più nemici.

    • Armi a lungo raggio
TITLE

Le armi a lungo raggio possono attrarre o schivare i nemici (con il giusto tempismo).

L’archibugio da cacciatore è potente a corto raggio.

La pistola da cacciatore non è così forte, ma è più efficace sulle lunghe distanze (principalmente per attirare i nemici).

4. Imparate a schivare, recuperare e parare

A differenza di Dark Souls, in cui potete difendervi con uno scudo, Bloodborne vi costringerà a lanciarvi ad affrontare direttamente i nemici. Ecco cosa serve sapere sui combattimenti:

  • Controllate l’energia
    Attaccando, schivando o correndo, consumerete la barra dell’energia (quella verde). Se esaurita,
    sarete esposti agli attacchi. Assicuratevi di sferrare colpi efficaci, allontanarvi per recuperare le forze e non esporvi troppo.
  • Parare è la miglior reazione
    Potete anche parare i colpi dei nemici con la vostra arma a lungo raggio, ma è difficile e dovete avete un tempismo perfetto. Attendete che i nemici inizino il loro attacco, per esempio muovendo un braccio all’indietro o sollevando l’arma sulla testa, quindi, mentre stanno per colpire, sparate loro con la vostra pistola.
    Col giusto tempismo, riuscirete a interrompere l’attacco e li lascerete aperti a una risposta “cruenta”. È una tecnica un po’ complessa ma, se eseguita correttamente, provoca danni ingenti all’avversario. Potete sfruttare questa mossa anche contro diversi boss.
  • Curarsi col recupero
    Una delle meccaniche importanti da apprendere è il “recupero”: se venite colpiti in Bloodborne, avete un piccolo intervallo in cui, contrattaccando abbastanza velocemente, recupererete parte, anche considerevole, dei PS persi. Così facendo potrete evitare di sprecare oggetti curativi, quindi assicuratevi di sfruttarlo.

5. Usate i ciottoli per attirare i nemici e dividerli

TITLE

Le folle possono facilmente schiacciarvi. Eliminate chi resta indietro per volgere le cose a vostro favore.

Le strade di Yharnam sono battute da mostri enormi. Affrontateli apertamente e morirete in men che non si dica.

Potete raccogliere ciottoli dai nemici sconfitti o acquistarli dai messaggeri nelle vasche del sogno del cacciatore. Lanciateli ai nemici in disparte per allontanarli dal gruppo e sistemarli singolarmente.

Dividere e conquistare è importante: potete usare anche i colpi di pistola, le molotov o perfino dei fendenti provocatori alle spalle contro nemici singoli, per farli allontanare dal resto del gruppo.

6. Acquistate, trovate ed equipaggiate nuove armi e accessori

Inizierete il gioco a mani vuote, indossando solamente dei vestiti laceri. Siete esposti e il vostro primo obiettivo dev’essere recuperare dell’equipaggiamento migliore.

Riceverete un set iniziale di armi non appena visiterete il sogno del cacciatore, ma dovrete cercare un’armatura da cacciatore decente (o nelle fogne sotto Yharnam o parlando coi messaggeri nella vasca del sogno del cacciatore) e raccogliendo equipaggiamento aggiuntivo come Carte del Fuoco e molotov per affrontare i nemici più ostici.

Senza questi, sarà molto più dura. Quindi, se vi trovate in difficoltà, controllate equipaggiamento e indumenti per verificare se potete potenziarli.

7. Recuperate gli echi del sangue (non abbiate paura di scappare)

Ogni belva uccisa in Bloodborne vi ricompenserà con una singolare valuta chiamata “echi del sangue”, che accumulerete a ogni combattimento. Potrete usarli per molte cose, come comprare nuovo equipaggiamento, potenziare armi e far salire di livello il vostro personaggio. Ma attenzione: se morirete, gli echi del sangue cadranno nel punto in cui siete periti e l’unico modo per recuperarli è tornare in quella posizione senza morire di nuovo (o spariranno per sempre).

Se siete stati particolarmente sanguinari e avete con voi un numero esorbitante di echi del sangue, potrebbe rivelarsi un colpo al cuore. A volte, una ritirata strategica può essere una scelta saggia. Tenete d’occhio l’energia e scattate fra i nemici per tornare alla posizione originale. Una volta raccolti gli echi del sangue, potete farvi strada combattendo fino alla prossima scorciatoia o lanterna e riscattare la vostra ricompensa.

8. Non affrontate subito Padre Gascoigne

TITLE

Padre Gascoigne può ostacolarvi. Evitate di incontrarlo fino a quando non sarete più sicuri con il combattimento. 

Le vie labirintiche di Yharnam vi costringeranno a un percorso non lineare. Di conseguenza, il vostro primo scontro col boss potrebbe avvenire in un cimitero saturo di lapidi, contro il velocissimo Padre Gascoigne. Meglio fare dietro-front. Invece, affrontate per primo il gigantesco chierico belva. È uno scontro difficile, ma il bestione è più lento, i suoi attacchi sono prevedibili e, dato che vi ritroverete su un ponte vuoto, la configurazione dell’area non dovrebbe provocarvi grossi problemi.

TITLE

Il chierico belva è tosto, ma è il primo boss più facile che incontrerete.

9. Investite nel vostro personaggio: salite di livello e potenziatelo

Se pensate che le vostre armi non provochino abbastanza danni o che i nemici siano troppo forti, potreste dovervi potenziare un pochino. I frammenti di Pietra del sangue sparpagliati per tutta Yharnam possono essere usati, insieme agli echi del sangue, per aumentare la potenza o rafforzare le vostre armi.

Gli echi del sangue possono essere anche usati per aumentare la forza del vostro personaggio. Dopo aver affrontato il vostro primo boss (a prescindere dall’esito dello scontro), verrete ricompensati con un punto “Intuizione”. Questa valuta ha diversi effetti e usi nel gioco, ma il primo è risvegliare l’automa nel sogno del cacciatore. Una volta sveglia, potrà “incanalare” i vostri echi del sangue, permettendovi di investire punti nel vostro personaggio, aumentandone salute, destrezza, forza e altri attributi.

10. Usate le Campane del richiamo per il multigiocatore

TITLE

Le barre di salute del nemico si aggiusteranno in base ai Cacciatori Extra nel mix, ma il co-op ha i suoi benefici. 

Un cacciatore non è mai solo… Se avete grosse difficoltà con un livello o un boss in particolare, o semplicemente pensate che “più si è, meglio è”, potete usare la Campana del richiamo: raccoglietela nelle prime fasi di gioco per evocare cacciatori alleati al costo di un punto Intuizione.

In questo modo, aprirete il vostro mondo e vi collegherete ad altri giocatori che si sono offerti di aiutare nella stessa area. Ottenere Intuizione per evocare altri giocatori potrebbe essere difficile all’inizio, ma la otterrete affrontando i boss per la prima volta o consumando l’oggetto Conoscenza del folle. Se preferite giocare con un amico invece di un estraneo, potete decidere una password comune impostandola nella sezione Rete.

Ovviamente, la salute dei boss sarà regolata leggermente, ma collaborare è sempre divertente in Bloodborne. Tenete però presente che non aprirete il vostro mondo soltanto a cacciatori amichevoli: altri cacciatori assetati di sangue potrebbero farvi visita… se ricevete la notifica di un avversario che ha invaso il vostro mondo, preparatevi a combattere (o a nascondervi).

11. Altri giocatori possono lasciarvi delle note

TITLE

Occhio a questi piccoli ragazzi.

Se giocate online, vi imbatterete in messaggi sparpagliati a terra e impugnati da piccoli scheletri. Sono messaggeri e stringono i messaggi lasciati per voi da altri giocatori. Spesso vi avviseranno di trappole o vi daranno consigli su come sconfiggere un particolare nemico, ma fate comunque attenzione. Alcuni giocatori dispettosi potrebbero condurvi in trappola!

Questi messaggi possono essere approvati o disapprovati tramite il touchpad del vostro DUALSHOCK 4. Se volete lasciare un messaggio agli altri giocatori, potete farlo usando il taccuino. Altri giocatori vedranno la vostra nota nel loro mondo e, se l’approveranno, recupererete subito un po’ di salute, a prescindere dalla vostra posizione.

Oltre che ai messaggeri, a volte vi imbatterete nei fantasmi di altri giocatori. Questi spettri vi mostreranno come altri giocatori sono andati incontro a un destino crudele nel punto in cui vi trovate. Così, potrete capire la posizione di una trappola o di un nemico nascosto, quindi osservarli può rivelarsi davvero utile.

12. Non mollate!

Bloodborne sfida le regole comuni negli altri giochi e rende le vostre prime esplorazioni delle strade di Yharnam una serie di morti orrende. A volte, riuscirete a fare qualche passo in più rispetto al vostro ultimo tentativo. Fa tutto parte dell’esperienza. Bloodborne è strutturato per non darvi tregua, per farvi rispettare qualsiasi nemico incontrato e prestare sempre attenzione a ciò che vi circonda. E non sarà il gioco a diventare più facile, ma sarete voi a migliorare. In poco tempo, ripenserete all’inizio e riderete delle vostre fatiche inizialI!

1 Commenti
0 Risposte dell'autore

Ho riscattato il gioco dal psplus ma possedevo già la “game of the year edition”, non mi crea problemi questa cosa? perchè ora ho 2 bloodborne nella mia raccolta e non vorrei che andassero in conflitto.

Dopo 30 giorni dalla pubblicazione di un post, non sarà più possibile lasciare commenti.

Storico modifiche