Pubblicato il

Il creatore di Titan Quest ci spiega come ha ottimizzato su console i controlli del classico gioco per PC

Dai controlli alla grafica, lo sviluppatore di questo GDR d'azione spiega come ha modernizzato la sua opera per il lancio del prossimo anno

Lanciare un classico del PC come Titan Quest per la moderna generazione di console sembra un compito facile, ma in realtà i cambiamenti nelle tecnologie e nelle aspettative degli utenti che cambiano nel tempo possono trasformare questa operazione in un’impresa eroica.

Non esiste un approccio chiaro e semplice quando si tratta di portare su console un titolo “rimodernato”, dato che non ci sono conversioni simili che risultano semplici. Per questa ragione, per Titan Quest abbiamo deciso di mantenere un approccio di prontezza mentale e infrastrutturale, trattandosi di console e dispositivi mobili, sapendo che avremmo dovuto riscrivere una gran quantità di codici, e avremmo dovuto avere gli strumenti necessari a diversi scopi, quali il miglioramento della qualità delle texture (o la loro totale ricreazione).

1. Adattamento dell’interfaccia di controllo per Dualshock 4

Mentre dissezionavamo la versione originale di Titan Quest per PC, abbiamo capito che avremmo dovuto modificare un sacco di funzioni e implementazioni. La prima che abbiamo affrontato è stato il sistema di input, che gestisce come un gioco viene controllato e con quale hardware. Detto in parole povere, dovevamo gestire l’input di un gamepad come controller per assicurarci di testare questa nuova incarnazione di Titan Quest il più presto possibile. Ci siamo quindi immersi nella modifica di tutti gli elementi del sistema di navigazione, per assicurarci che funzionasse correttamente con i gamepad.

Questo ci ha portati all’enorme aspetto successivo: l’interfaccia utente. L’uso di un controller in una UI pensata originariamente per i comandi con mouse e tastiera è uno di quei punti in cui entra in gioco tutta la tua preparazione mentale. Bisogna guardare con occhio critico quel che si ha in originale, che è un GRANDE gioco, e assicurarsi di procedere con in mente due punti fermi: come manteniamo la semplicità d’uso dell’originale? Rispondendovi, bisogna capire cosa rendeva l’originale così fantastico, il che ci porta alla seconda domanda: cos’è cambiato nel corso di dieci anni, che ha modificato il comportamento e le aspettative dei giocatori?

2. Modifiche all’interfaccia e all’HUD

Qui è dove modernizzi silenziosamente il gioco originale. Qualcuno non se ne accorgerà, ma abbiamo aggiunto un sacco di nuove funzioni a interfaccia e HUD. Abbiamo inserito una nuova finestra del bottino, per assicurarci che il giocatore veda tutto quello che trova, dato che stavolta non ci sarà alcun cursore del mouse a sorvolare su quei pixel: scegli un oggetto e clicca per saccheggiare. Tutto bene, ma i giocatori moderni vogliono informazioni dirette su quel che stanno saccheggiando da terra.

Titan Quest

Qui è dove modernizzi silenziosamente il gioco originale. Qualcuno non se ne accorgerà, ma abbiamo aggiunto un sacco di nuove funzioni a interfaccia e HUD. Abbiamo inserito una nuova finestra del bottino, per assicurarci che il giocatore veda tutto quello che trova, dato che stavolta non ci sarà alcun cursore del mouse a sorvolare su quei pixel: scegli un oggetto e clicca per saccheggiare. Tutto bene, ma i giocatori moderni vogliono informazioni dirette su quel che stanno saccheggiando da terra.

3. Miglioramento delle texture

Nel corso di questo processo, abbiamo migliorato la qualità delle texture da un lato, e dall’altro abbiamo ripensato il sistema di streaming per migliorare le prestazioni, tutto mentre rielaboravamo le caratteristiche di gioco, dove necessario.

Titan Quest

Espandendo il medesimo approccio al combattimento, ci siamo resi conto che non sarà più il cursore del mouse a combattere i nemici! Abbiamo quindi aggiunto un sistema di mira a cono che ti permette di concentrare la tua attenzione sulle interazioni con gli oggetti e sul combattimento. Per gli attacchi ad area è una soluzione perfetta…

Titan Quest

Modernizzare il gioco ci ha anche obbligato a ripensare alla gestione della grafica: sono stati implementati SSAO, ombre migliorate e anti-aliasing per assicurarci che la ricchezza dei contenuti grafici del gioco fosse trasferita correttamente anche agli schermi più grandi, mantenendo un risultato di altissima qualità. Ciò è importante per i giocatori, ma queste modifiche hanno anche reso possibile il trasferimento della maggior parte del rendering dalla CPU alla GPU della console. Questo è fondamentale per i progetti su console, in quanto si tratta di un elemento imprescindibile per i giocatori, che naturalmente vogliono un gioco privo di scatti e frame perduti.

4. Trasformazione del sistema di slot rapidi in un menu radiale

Che fine hanno fatto quelle scorciatoie sull’interfaccia o da tastiera per bere una pozione nel bel mezzo del combattimento? Mentre ripensavamo al sistema di slot rapidi, abbiamo capito che ci mancava una caratteristica cruciale e moderna: grazie al cambio delle abitudini e delle aspettative dei giocatori, abbiamo implementato l’idea versatile e varia dei menu radiali. Abbiamo aggiunto il supporto per i menu radiali dove necessario, riprogettando gli elementi dell’interfaccia utente attorno a essi. La schermata di assegnazione delle abilità è un’ulteriore nuova funzione aggiunta insieme ad altre opzioni per rendere l’esperienza del giocatore più accessibile e moderna.

Titan Quest

0 Commenti
0 Risposte dell'autore

Dopo 30 giorni dalla pubblicazione di un post, non sarà più possibile lasciare commenti.

Storico modifiche