Pubblicato il

Ecco i 7 modi in cui il coloratissimo Concrete Genie, in esclusiva per PS4, metterà di buon umore tutti i giocatori

Scopri come il nuovo gioco di Pixelopus sarà in grado di avvolgere i giocatori con colori, allegria e creature incredibili

Se avete assistito al PlayStation Media Showcase durante la Paris Games Week non vi sarete di sicuro persi Concrete Genie, il gioco di avventura e azione 3D di Pixelopus dalla grafica incredibile e dal concept innovativo che ha letteralmente fatto innamorare gli astanti.

Concrete Genie è il secondo titolo prodotto da questo team di sviluppo dopo Entwined; ciononostante, ha tutta l’aria di essere uno dei progetti per PlayStation 4 più interessanti del 2018. Nei panni del solitario protagonista Ash avrete il compito di ridare vita a una città inquinata grazie a una vernice magica, e userete i controlli di movimento del Dualshock 4 per disegnare a mano libera amichevoli creature alleate sulle pareti degli edifici in rovina.

Questo gioco è foriero di sensazioni positive; di seguito, elenchiamo i sei modi in cui Concrete Genie riuscirà a far sorridere tutti i giocatori.

1. È in grado di appassionare tramite la potenza della creatività

Lo sviluppo di Concrete Genie è iniziato nel 2015: i suoi autori desideravano raccontare una storia che dimostrasse quanto fosse potente la sensazione della creazione.

Il direttore creativo Dominic Robilliard ha dichiarato: “Il nostro team vantava molte esperienze diverse, che si sono rivelate una fonte di ispirazione ideale per questo gioco. Uno dei nostri progettisti proviene da un villaggio di pescatori in Cina, in cui i bambini disegnavano spesso sulle pareti con colori sgargianti per renderlo più bello e allegro.

Un’altra fonte di ispirazione deriva dalla lunga storia di Bristol, la mia città, profondamente legata alla street art e alle illustrazioni urbane: è infatti la patria di artisti quali Banksy e Inkie. Volevamo esaltare queste espressioni di libertà e allegria grazie al potere di Ash di dare vita ai propri disegni.”

Concrete Genie

2. Trasmette un messaggio positivo e universale

Il tema del bullismo non è facile da affrontare; il gioco di Pixelopus assolve questo compito con maestria e sensibilità. L’oscurità della lotta di Ash viene infatti controbilanciata dalla vivacità dei colori generati dalla sua creatività.

Dominic ha spiegato: “Nelle prime fasi del progetto, i nostri esperti di effetti visivi hanno creato un’immagine di un ragazzo che disegnava personaggi su un muro per difendersi dai bulli. Questi disegni hanno originato un acceso dibattito interno al team, che ha portato ciascuno di noi a condividere le proprie esperienze individuali rispetto al bullismo.

I nostri esperimenti artistici, inoltre, ci hanno immediatamente suggerito di puntare a esplorare in profondità questa complessa tematica. Certo, nel gioco sono presenti molti lati oscuri, ma vi è anche un notevole ottimismo nell’avventura di Ash contro i bulli, della quale il giocatore sarà il vero e proprio protagonista.”

Ma non finisce qui: Concrete Genie parla anche del tema dell’ecologia, perché i capolavori viventi di Ash hanno la capacità di ripulire la sua città desolata e inquinata. Procedendo nel gioco potrai tornare nelle aree completate in precedenza e usare diversi stili pittorici e pennelli per migliorare ulteriormente il paesaggio urbano.

Concrete Genie

3. Non richiede al giocatore di essere un grande artista

Se il tuo talento artistico si limita a disegnare facce rotonde e arti a bastoncino, non temere! L’approccio grafico di Pixelopus è molto chiaro: grazie ai controlli di movimento del Dualshock 4 tutti acquisiscono la capacità di creare opere incredibili.

Dominic ha aggiunto: “Abbiamo scelto con cura gli elementi artistici, in modo che non sia necessario pensare ai livelli grafici o a elementi troppo complicati mentre si creano piacevoli paesaggi. Non ci sono penalità o requisiti particolari per poter disegnare. E per chi, come me, non è in grado di disegnare proprio un bel niente… questo sistema calza a pennello. D’altro canto, se si è dotati di una spiccata sensibilità artistica è possibile creare qualsiasi immagine si desideri”.

Il direttore artistico Jeff Sangalli ha sottolineato inoltre: “Non è necessario creare l’illustrazione perfetta! Il gioco non giudica la qualità delle creazioni, si possono produrre anche illustrazioni assolutamente astratte: se si desidera disegnare fiori che crescono al contrario, dal cielo o una creatura con 50 code e corna che spuntano da ciascuna di esse… beh, perché no?!”

Concrete Genie

4. È composto da disegni che prendono davvero vita

I disegni di Ash non sono solo belli, ma utilizzano anche la fisica (e nel caso delle creature, persino l’intelligenza artificiale). Le ninfee cresceranno e sbocceranno nel corso del tempo, mentre il sole o la luna illumineranno gli altri elementi dell’opera d’arte creata. È inoltre possibile aggiungere effetti ambientali quali pioggia o tempeste.

Le creature disegnate, inoltre, saranno dotate di una serie di personalità e caratteristiche basate sul modo in cui sono state raffigurate: la maggior parte di esse interagirà allegramente e si interfaccerà con il paesaggio creato, scrutando dagli alberi, facendosi una nuotata, raccogliendo foglie da terra, usando i fiori come ombrelli… e molto altro ancora!

Jeff ci ha raccontato che: “Le creature si intristiscono quando Ash si allontana, e sono felici di vederlo tornare. Mentre dipinge un ambiente lo seguono e osservano quel che fa. È inoltre possibile richiamarle per farle avvicinare… sempre che ne abbiano voglia!”

Dominic gli ha fatto eco, ridendo: “È difficile prevedere la reazione delle creature; mentre creavo il trailer per la PGW stavo iniziando a dipingere per registrare una scena, quando all’improvviso un’altra creatura è arrivata mettendosi nel mezzo! È divertente osservare questi eventi imprevisti, e una volta che si acquisiscono interazioni di base all’interno del sistema, talvolta è possibile assistere a reazioni sorprendenti.”

Concrete Genie

5. Insegna che essere generosi equivale a condividere

Considerando la miriade di possibilità di creazione a disposizione dei giocatori, è più che normale che Pixelopus voglia permettere loro di condividere la propria gioia.

Dominic rivela: “Dato che è possibile dipingere ogni elemento del mondo di gioco, ogni città finirà per avere un aspetto diverso da quelle di tutti gli altri giocatori; speriamo quindi davvero che i giocatori usino le funzioni social della PS4 per condividere le proprie versioni della città. Stiamo inoltre cercando altri modi di permettere a chiunque di condividere le proprie creazioni”

6. Fa letteralmente impazzire il team di sviluppo

In seguito all’entusiastica reazione del pubblico a Concrete Genie, Pixelopus non vede l’ora di poter pubblicare il gioco.

Dominic ricorda che: “Il PlayStation Showcase è stato un evento davvero emozionante. Abbiamo registrato l’intera esperienza e scritto una lunga email ai membri del team che sono rimasti a casa. Il fatto di poter condividere il gioco ci ha riempiti di entusiasmo, anche grazie alla risposta estremamente positiva del pubblico.

L’obiettivo del team è sempre lo stesso: vogliamo dare la possibilità ai nuovi arrivati nel settore di creare giochi nel modo migliore possibile. Ci teniamo davvero molto.

Il nostro team principale è formato da meno di 20 persone, e diamo davvero il massimo nella creazione di ogni gioco: l’ottimismo e lo stile di Concrete Genie sono elementi che ci stanno molto a cuore.”

7. La musica del trailer è bellissima

Il trailer di lancio del gioco ci ha sconvolto con le sue bellissime grafiche artistiche, ma erano accuratamente legate all’evocativa colonna sonora che lo accompagna. Il pezzo è stato scritto dal compositore e direttore audio di Pixelopus, Sam Marshall. Potete ascoltare il pezzo in isolamento proprio qui, proprio ora.

Concrete Genie

Cosa ne pensi di questo articolo?
Accedi per commentare
1 Commenti
0 Risposte dell'autore

Per me questo titolo è il miglior nuovo annuncio del PlayStation Showcase di Parigi insieme a Ghost of Tsushima. Affascinante, creativo, fresco… qualcosa di davvero sorprendente. L’ho accostato a un vecchio titolo per PS2 sui graffiti (Mark Ecko’s Getting UP) ma ripensandoci credo che questo titolo prenda spunto anche da una piccola perla come Papo & Yo. Da applaudire la scelta del team di parlare di bullismo in un modo così fantasioso e particolare. Must-buy.

Storico modifiche