Pubblicato il

La storia dietro i campi di battaglia e gli armamenti realistici della Seconda guerra mondiale del titolo di strategia in tempo reale per PS4 Sudden Strike

Ecco in che modo lo sviluppatore ungherese Kite Games e Kalypso Media sono riusciti a rendere quanto più fedele alle vicende storiche realmente accadute il primo titolo di strategia in tempo reale per PS4 sulla Seconda guerra mondiale

Quando abbiamo deciso di creare un nuovo capitolo della serie di successo Sudden Strike, sapevamo che gli appassionati della Seconda guerra mondiale e dei giochi di strategia hardcore avrebbero sicuramente apprezzato la grande autenticità e la fedele ricostruzione storica.

Tuttavia, sapevamo anche che il nostro obiettivo era creare un gioco, non un documentario. L’azione di gioco era la nostra priorità assoluta; per questo, trovare il giusto equilibrio tra ricostruzione storica e giocabilità non sarebbe stata una passeggiata.

In questo post del blog, voglio presentarvi alcuni esempi degli aspetti che abbiamo curato per rendere Sudden Strike 4 il gioco tattico in tempo reale sulla Seconda guerra mondiale più autentico – e divertente – di sempre.

1. Leggere il dannato manuale

Come forse avrai immaginato, ci sono migliaia e migliaia di documenti e contenuti sulla Seconda guerra mondiale. Così, abbiamo iniziato a identificare quante più fonti più autorevoli possibili per Sudden Strike 4, investendo una ricca fetta del budget per lo sviluppo sui libri di tutto il mondo, per scoprire ogni minimo dettaglio su carri armati, attrezzature dei soldati e non solo. Prova a dare un’occhiata qui:

TITLE

E qui:

TITLE

2. Ispezioni sul campo

Per riprodurre in modo fedele le ambientazioni in Sudden Strike 4, a volte ci siamo dovuti spingere in terreni inesplorati. Letteralmente.

Per realizzare alcuni livelli del gioco, ci siamo recati sul posto per condurre ricerche sul campo. Un esempio è la Battaglia della foresta di Hürtgen, una serie di scontri particolarmente intensi e brutali della Seconda guerra mondiale che si tennero in una zona boschiva a sud-est di Aquisgrana, nella Germania occidentale, in cui entrambe le fazioni avevano difficoltà a usare l’artiglieria pesante e gran parte dei combattimenti avvenivano tra soldati appostati tra gli alberi. Così, abbiamo raggiunto in auto la Foresta di Hürtgen per vedere di persona le caratteristiche dell’area; abbiamo scattato centinaia di foto, compresi i pendii in ardesia e le formazioni rocciose che caratterizzano la zona, per fornire ai nostri artisti una base a cui ispirarsi per creare la mappa:

TITLE

Ed ecco questi elementi nel gioco:

TITLE

Il risultato è sorprendentemente realistico, vero? Uno dei momenti più significativi della battaglia è stata la detonazione della diga di Urft subito prima che gli Alleati potessero raggiungerla, mossa che ha notevolmente ostacolato la penetrazione degli alleati nella Germania continentale.

La diga è l’obiettivo finale di questa missione, e dovevamo essere certi di renderlo al meglio. Vicino alla diga di Urft c’è un ristorante, ma volevamo avere una visione che fosse più fedele al punto di vista di un soldato che non a quello di un turista.

Per fortuna, siamo riusciti a trovare una soluzione: la vicina diga di Dreilägerbach, situata nella stessa foresta e progettata dallo stesso architetto (Otto Intze), con lo stesso stile. Ecco una panoramica della diga di Dreilägerbach fedele a quella che avrebbe un soldato appostato nella foresta:

TITLE

Ed ecco la struttura della diga di Urft nel gioco:

TITLE

Naturalmente, non è stato possibile visitare di persona tutti i campi di battaglia, e abbiamo condotto ricerche approfondite sfruttando archivi, video e foto storici.

Difatti, Sudden Strike 4 contiene più di 30 minuti di materiale video degli archivi storici, e alcuni di questi contenuti non erano mai stati digitalizzati prima. Questo materiale ha un valore inestimabile per cogliere dettagli che oggi non sono più visibili.

Prendiamo ad esempio il Reichstag, oggi restaurato e sede del Parlamento tedesco, e decorato con una struttura a cupola in vetro. Nel 1945 l’edificio era in pessime condizioni, non solo a causa dei bombardamenti sulla città, ma anche a causa dello stato di abbandono in cui versava in seguito all’incendio del 1933. Era utilizzato soprattutto come postazione difensiva; osservando attentamente, ti accorgerai che le finestre erano chiuse con barriere in mattoni.

E anche prima del 1933, la cupola era completamente diversa da oggi: il tetto aveva sfumature verdastre a causa del rivestimento in rame scolorito, caratteristica che siamo riusciti a riprodurre solo osservando le primissime fotografie a colori dell’epoca:

TITLE

3. Quattro occhi sono meglio di due

Credo che chiunque osservi i modelli delle unità, i dettagli, le esplosioni e gli ambienti in Sudden Strike 4 non possa che concordare con me che i nostri artisti hanno fatto un lavoro sensazionale. E non riuscirò mai a ringraziarli abbastanza per la pazienza e l’impegno che hanno dimostrato nelle prime fasi di sviluppo, quando ogni singolo modello di unità era sottoposto all’esame attento di svariati supervisori (incluso me), che criticavano ogni minimo dettaglio. Di conseguenza, le unità – e in particolare i carri armati – sono stati modificati più e più volte per ottenere il risultato finale presente ora nel gioco.

Se credi che la maggior parte dei gamer non noterà i dettagli, ti sbagli di grosso! Subito dopo aver diffuso i primi trailer del gioco, abbiamo ricevuto il feedback di un gamer che aveva notato che il modello del King Tiger che avevamo usato nei trailer aveva una struttura Hentschel con una variante di cannone Porsche – cosa che non aveva assolutamente senso. E aveva ragione. Ecco il King Tiger prima e dopo il feedback:

TITLETITLE

 

Riesci a notare la differenza? Osserva bene l’estremità del cannone. OK. Anche se non riesci a vederlo, alcuni giocatori noteranno questo dettaglio, e speriamo che apprezzino l’impegno extra che ci abbiamo messo.

Inoltre, questi cambiamenti non hanno solo un valore estetico.

Prendiamo ad esempio le corazze inclinate, una particolare modalità di produzione delle corazze per carri armati ampiamente utilizzata dai sovietici e in alcuni carri armati tedeschi delle fasi finali del conflitto. L’idea alla base di questa struttura è che una corazza inclinata con la giusta angolazione riesce a deviare un proiettile, anche se in teoria questo è abbastanza potente da penetrare la corazza. E, nella maggior parte dei casi, questa strategia ha funzionato con successo, dando vita ad alcuni dei carri armati più micidiali della Seconda guerra mondiale. Ammira in tutto il loro splendore i carri armati sovietici T-34/76 e T-34/85 dell’epoca:

TITLE

L’effetto della corazza inclinata è molto difficile da riprodurre e simulare in un gioco di strategia. Tuttavia, volevamo che fosse reso in modo impeccabile. Per questo, Sudden Strike 4 sfrutta un complesso sistema di corazze che riproduce separatamente la corazza anteriore, posteriore, laterale e superiore, tenendo conto di corazze inclinate e deviazione dei proiettili.

È per questo che potresti vedere proiettili rimbalzare sulla corazza di alcuni carri armati in determinate situazioni di gioco. È un piccolo dettaglio storico che apporta valore all’azione di gioco. E poi anche l’impatto visivo non è male, vero?

Sudden Strike 4 sarà disponibile per PlayStation 4 l’11 agosto

Cosa ne pensi di questo articolo?
Accedi per commentare
1 Commenti
0 Risposte dell'autore

Impressionante il livello di approfondimento storico sfoggiato dal team (basta osservare l’immagine e quanti libri siano visibili o_O) e la cura per i dettagli e per ricreare mezzi / luoghi in maniera verosimile. Ottimo lavoro!

Detto ciò, questo tipo di game non mi garba più di tanto XD

Edit history