Pubblicato il

Ecco come le condizioni metereologiche, gli eventi dinamici e lo stile di gioco alterano drasticamente la tua esperienza di gioco in Days Gone

Il Creative Director John Garvin e l’attore Sam Witwer raccontano dell’approccio differente al survival horror presentato a E3.

Al Media Showcase abbiamo presentato in anteprima una nuova demo di gameplay di Days Gone che mette a fuoco gli eventi del dinamico open-world.

A porte chiuse, abbiamo mostrato una  demo in cui si osserva il cambiamento delle condizioni meteo, il momento della giornata e lo stile di gioco. Il nostro obiettivo, con questa seconda demo, era mostrare che il cambiamento atmosferico è un po’ più di una questione di bellezza e che può impattare significativamente sull’esperienza di gioco.

Passato il momento frenetico dell’E3, mi sono seduto con Sam Witwer – che interpreta Deacon St. John – a guardare la demo di gameplay e a parlare di alcune delle cose che stiamo provando a fare in Days Gone.

Ecco alcuni dei topic affrontati:

  • Condizioni meteo e momento della giornata: la neve impatta sulla vostra abilità di guidare la Drifter Bike, il freddo renderà i Freakers più forti, la pioggia può indebolire i suoni, ma può portare fuori ancora più Freakers e cambiare i comportamenti di Marauder e molto altro.
  • Visione Sopravvivenza: potete concentrarvi sull’ambiente circostante per scoprire tracce, indizi e risorse.
  • Manualità: Nell’open-world potete trovare ogni sorta di cosa che può esservi utile per realizzare oggetti sia utili che mortali.
  • Trappole: creare e piazzare trappole – unitamente alla nostra meccanica di distrazione -  è una parte importante del nostro strategico ambiente di combattimento.
  • Eventi dinamici: Dovete essere cauti e vigili per evitare imboscate, trappole e altri pericoli.

Tutti questi elementi insieme creano un’esperienza open world dinamica: quando Deacon va in spedizione per salvare il suo amico, il tempo atmosferico, il momento della giornata, gli eventi dinamici e le preferenze dello stile di gioco possono rendere l’esperienza più drammatica.

Nella demo mostrata all’E3, Deacon usa una Swarm come arma per attaccare l’accampamento dei Marauder, mentre in questa demo va con le armi da fuoco.

E queste non sono le uniche modalità di gioco. Cosa accadrebbe se aveste un fucile da cecchino, un sacco di munizioni e un passaggio sul ponte vicino a quella cascata? E se voleste passare attraverso l’accampamento in sella alla vostra Drifter Bike, lanciando Molotov a destra e sinistra? Sta a voi scegliere il modo in cui giocare!

Days Gone

Sam ed io abbiamo anche parlato un po’ della genesi del personaggio di Deacon negli ultimi 3 anni di sviluppo e delle sfide che Sam ha affrontato nel creare il personaggio.

Ma dal momento che Sam non è solo un attore compiuto ma anche un avido giocatore, è stato interessante sentire i suoi pensieri sul gioco stesso, gli eventi dinamici, i percorsi alternativi, la brutalità del mondo. Abbiamo parlato davvero molto di tutto.

Vi racconteremo di più sul gioco e sulla storia di Deacon nei prossimi mesi, ma nel frattempo fatevi questa domanda: quando Days Gone arriverà, voi sarete davvero pronti?

Cosa ne pensi di questo articolo?
Accedi per commentare
1 Commenti
0 Risposte dell'autore

La questione legata alla dinamicità delle condizioni climatiche pare ben congeniata. Graficamente forse non è eccezionale, ma sul fronte gameplay credo che possa proprio offrire spunti interessanti.