Pubblicato il

Dominate le arti marziali per combattere amici e rivali in Absolver, in uscita per PS4 il 29 agosto

Scoprite nuove tattiche e stili di combattimento esplorando le rovine della città di Raslan

Absolver è un gioco d’azione online in cui i giocatori esplorano le rovine della città di Raslan, distrutta secoli prima da un violento terremoto. Durante l’esplorazione, i giocatori incontreranno e stringeranno relazioni con i loro simili, i Prospect, volontari che hanno fatto voto per divenire Absolver. La strada verso l’Assoluzione è tuttavia lunga e impervia e, per mostrarsi all’altezza agli occhi degli osservatori, i Prospect dovranno affinare le loro abilità in combattimento.

Quando due anni fa abbiamo fondato lo studio Sloclap il nostro obiettivo era creare un gioco d’azione dotato di un sistema di combattimento accessibile, ma al contempo abbastanza articolato da rendere gratificanti gli scontri testa a testa anche sul lungo termine.

Avevamo in mente massime come “Il combattimento è una danza”, “I movimenti sono la tua arma” e “Fai la tua mossa”: volevamo un gioco in cui la bellezza e l’eleganza delle arti marziali saltassero all’occhio, in cui le dinamiche del corpo e la sensazione d’impatto fisico la facessero da padrone, un gioco in cui creare le proprie coreografie di combattimento in tempo reale. Come si vede in quest’ultimo video, per raggiungere questi obiettivi abbiamo basato il sistema di gioco di Absolver su due componenti principali: il Combat Deck e gli Stili di Combattimento.

Il Combat Deck è la lista di attacchi selezionabili durante un combattimento: mentre lottano, i giocatori possono scegliere una delle quattro posture diverse in relazione all’atteggiamento da tenere verso l’avversario.

Per ogni postura, i giocatori hanno attacchi differenti: una sequenza che include fino a tre attacchi e un attacco alternativo. Ogni attacco inizia e finisce con una postura specifica, così una sequenza può essere reiterata identica a se stessa, oppure proiettare il giocatore in una nuova postura. Con parametri diversi (danni, velocità, raggio…) e le proprietà speciali, i giocatori possono creare le loro strategie uniche e metterle in pratica in tempo reale: durante una sequenza, si possono usare gli attacchi alternativi per assumere una postura differente e creare dei mix personalizzati.

Gli attacchi utilizzabili nel Combat Deck si apprendono scontrandosi con i nemici: difendendosi da attacchi sconosciuti, i Prospect li impareranno progressivamente. In ogni caso, se vorranno acquisire l’esperienza d’attacco accumulata in un combattimento, dovranno vincerlo, altrimenti le memorie si dissolveranno al cadere della loro maschera…

Lo Stile di Combattimento viene scelto all’inizio del gioco: stili differenti potenziano precise statistiche del personaggio e a ogni stile corrisponde un’abilità speciale che si può usare tatticamente per avere la meglio. Per esempio, con i tre stili disponibili all’inizio, il Prospect può parare, schivare o assorbire gli attacchi.

Nelle terre di Adal esistono altri Stili di Combattimento oltre ai tre iniziali e, durante l’esplorazione di Raslan, i Prospect possono anche diventare Mentori e insegnare agli altri le finezze del loro stile di gioco: diventare discepoli permette così ai Prospect di imparare nuovi Stili di Combattimento e usare il Combat Deck dei loro Mentori.

La profondità del sistema di combattimento è accresciuta da alcune meccaniche aggiuntive: attacchi perfetti, che ricompensano tempismo e fluidità permettendo una concatenazione di colpi più veloci in grado di stordire il nemico più a lungo; finte, con cui i giocatori possono annullare gli attacchi durante la preparazione e ingannare gli avversari, spingendoli a eseguire mosse difensive da punire con violenza.

L’energia racchiusa nelle Schegge di Tensione, cristalli splendenti che si riempiono durante il combattimento, può essere usata per scatenare poteri in grado di cambiare gli equilibri di uno scontro, o per estrarre un’arma, che infligge più danni delle mani nude e ha il proprio Combat Deck, rendendo così più difficile per un avversario anticipare le mosse del giocatore.

Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo: il gameplay è accessibile e non richiede un grande livello di destrezza, ma saranno altre le abilità che verranno messe alla prova, come tempistica, riflessi, spirito d’osservazione e memoria. Grazie all’interazione delle meccaniche descritte, ogni combattimento sarà unico. Ci siamo divertiti molto a organizzare dei tornei interni allo studio e speriamo davvero che tutti gli altri giocatori possano dire altrettanto all’uscita del gioco, il 29 agosto!

Cosa ne pensi di questo articolo?
Accedi per commentare
3 Commenti
0 Risposte dell'autore

Direi interessante….. ricorda leggermente for honor , ma è interessante

Anche se nell’articolo dicono che è “il gameplay è accessibile e non richiede un grande livello di destrezza”, a me in realtà questo gioco sembra abbastanza tecnico e profondo. Tecnicamente non impressiona, ma in un gioco online ciò passa in secondo piano… da tener d’occhio.

le arti marziali sono una bella cosa, bisognerebbe provare per capire come funziona… se il gioco diventa una pressione convulsa di tasti e levette altolà!